«Cam­po­bas­so, due esa­mi ve­ri­tà»

Corriere dello Sport (Campania) - - Lega Pro - Serie D - Di Al­do Cia­ra­mel­la

Due par­ti­te con­se­cu­ti­ve fuo­ri dal Sel­va Pia­na, il Cam­po­bas­so è di nuo­vo sot­to esa­me, so­prat­tut­to il suo mi­ster Cap­pel­lac­ci. Che de­ve di­mo­stra­re come la sua squa­dra ab­bia cam­bia­to re­gi­me in cam­po ten­tan­do di ri­por­ta­re il suo rap­por­to con l'am­bien­te su li­vel­li di pie­na fi­du­cia so­prat­tut­to al­la lu­ce di quan­to è suc­ces­so do­me­ni­ca pas­sa­ta quan­do ha avu­to da ri­di­re con i ti­fo­si del­la tri­bu­na la­te­ra­le al mo­men­to del­la rea­liz­za­zio­ne del se­con­do gol ros­so­blù. Un per­cor­so un po' in sa­li­ta al­la vi­gi­lia del­la par­ten­za per Castelfidardo e quin­di Pe­sa­ro, le pros­si­me av­ver­sa­rie di Buc­chi e com­pa­gni, due ga­re per nul­la facili che chie­do­no stra­da al­la con­ti­nui­tà di rendimento e di ri­sul­ta­ti e che do­vran­no chia­ri­re, inol­tre, quan­to il 3-0 di do­me­ni­ca scor­sa con­tro i cu­gi­ni dell'Agno­ne sia sta­to un te­st po­si­ti­vo e per­ciò cre­di­bi­le per il riav­vi­ci­na­men­to al ver­ti­ce del­la clas­si­fi­ca. LAR­GO AI GIO­VA­NI. Un cam­bio di rot­ta af­fi­da­to, tra l'al­tro, al­la for­za e all'or­go­glio di al­cu­ni gio­va­ni che il mi­ster te­ra­ma­no ha but­ta­to nel­la mi­schia, tra cui Leo Gra­zio­so, mo­li­sa­no di San Martino in Pen­si­lis, un me­dia­no tut­to cuo­re e geo­me­tria che so­gna, ma­tu­ran­do al­tre espe­rien­ze di po­ter­si av­vi­ci­na­re sem­pre più al suo ido­lo Mar­chi­sio, ele­men­to es­sen­zia­le a cen­tro­cam­po nel rac­cor­do e nel­la ri­ge­ne­ra­zio­ne del­la ma­no­vra ros­so­blù e pun­to ir­ri­nun­cia­bi­le nel­la fi­na­liz­za­zio­ne del gio­co of­fen­si­vo. A vent'an­ni già conta una lun­ga espe­rien­za nel­le gio­va­ni­li del Giu­lia­no­va, Pe­sca­ra e Va­re­se. La scor­sa sta­gio­ne cal­ci­sti­ca ha gio­ca­to tut­to il cam­pio­na­to, 32 par­ti­te, in D con l'Asti, que­st'an­no conta di realizzare il so­gno del sal­to di ca­te­go­ria con la sua squa­dra del cuo­re:

«Cre­do che ab­bia­mo pre­so la stra­da giu­sta, la vit­to­ria con l'Agno­ne - com­men­ta Gra­zio­so - ci ha ri­lan­cia­ti, le pros­si­me due tra­sfer­te do­vran­no por­tar­ci an­co­ra più vi­ci­no al tet­to del­la clas­si­fi­ca. So­no ar­ri­va­to da Asti per co­ro­na­re un so­gno e quin­di gioi­re per la pro­mo­zio­ne del Cam­po­bas­so». Al­tro os­ser­va­to spe­cia­le, da qual­che do­me­ni­ca in­so­sti­tui­bi­le per Cap­pel­lac­ci, è Mat­teo Cor­bo, clas­se '98, di­fen­so­re pos­sen­te nel­la mar­ca­tu­ra e e nel­la ri­pro­po­si­zio­ne del gio­co dal­le re­tro­vie già sul taccuino di qual­che squa­dra del­la mas­si­ma se­rie. Un'inie­zio­ne di gio­ven­tù che sta dan­do i suoi frut­ti e con cui la so­cie­tà pun­ta di an­da­re lon­ta­no.

IL CA­SO. Giu­sep­pe To­di­no, gio­ca­to­re lo scor­so an­no tra i mi­glio­ri so­prat­tut­to nel­la fa­se fi­na­le del cam­pio­na­to, 10 gol al suo at­ti­vo, è da do­me­ni­ca a ca­sa. Pa­re non gra­di­sca sta­re fuo­ri dal gi­ro stret­to dei ti­to­la­ri e chie­sto, per­tan­to, una pau­sa di ri­fles­sio­ne re­stan­do­se­ne a ca­sa. Una si­tua­zio­ne che Cap­pel­lac­ci e la so­cie­tà va­lu­te­ran­no do­po la tra­sfer­ta di Ca­tel­fi­dar­do quan­do sa­pran­no real­men­te da To­di­no le sue in­ten­zio­ni per il fu­tu­ro e la sua di­spo­ni­bi­li­tà o me­no a ri­ma­ne­re a Cam­po­bas­so. Sem­bra che al­cu­ne ri­chie­ste per il tre­quar­ti­sta avel­li­ne­se pos­sa­no ar­ri­va­re dal­le due mo­li­sa­ne di D: Iser­nia e Agnonese.

Leo Gra­zio­so, il gio­va­ne me­dia­no ha come pun­to di ri­fe­ri­men­to lo ju­ven­ti­no Mar­chi­sio

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.