Fio­ri­ni: Sen­za ti­fo­si? Sba­glia­to gio­ca­re co­sì!

Corriere dello Sport (Lazio) - - Speciale - RO­MA g.d’u. ©RI­PRO­DU­ZIO­NE RI­SER­VA­TA

VOL­TE PA­RI

So­no 144 i der­by gio­ca­ti nel­la sto­ria del­la Ca­pi­ta­le: per 57 vol­te è fi­ni­ta in pa­ri­tà tra Ro­ma e Lazio

- Lan­do Fio­ri­ni è da sem­pre un gran­de ti­fo­so del­la Ro­ma. Ha scrit­to e can­ta­to uno de­gli an­ni che an­co­ra ven­go­no pro­po­sti all’Olim­pi­co all’ini­zio del­le par­ti­te. Il po­po­la­re ar­ti­sta ro­ma­no in­ter­vie­ne sulla que­stio­ne del­le cur­ve vuo­te. Vor­reb­be fa­re qual­co­sa per ri­ve­de­re gli spal­ti pie­ni come ne­gli an­ni del­lo scu­det­to: «Io pen­so che sia un er­ro­re gio­ca­re una par­ti­ta sen­za ti­fo­si. E’ pro­fon­da­men­te sba­glia­to. Se­con­do me do­vreb­be­ro tro­va­re una so­lu­zio­ne per­chè la par­ti­ta sen­za il pub­bli­co è svuo­ta­ta dei suoi con­te­nu­ti più im­por­tan­ti. Spes­so una ti­fo­se­ria cal­da e ap­pas­sio­na­ta in­ci­de an­che sul ri­sul­ta­to. Fa ma­le ve­de­re le par­ti­te con le cur­ve vuo­te. Ci de­ve es­se­re buon sen­so da par­te di tut­ti per ri­por­ta­re que­sti ra­gaz­zi su­gli spal­ti. E’ come uno spet­ta­co­lo tea­tra­le sen­za ap­plau­si, la co­sa peg­gio­re per un ar­ti­sta». La Ro­ma è pri­ma in clas­si­fi­ca e avreb­be bi­so­gno del so­ste­gno dei suoi ti­fo­si: «Se la squa­dra va co­sì for­te de­ve es­se­re aiu­ta­ta dal pub­bli­co. A Ro­ma si dice che la ti­fo­se­ria è il do­di­ce­si­mo uo­mo in cam­po. An­che per l’al­tra squa­dra di Ro­ma è ne­ga­ti­vo gio­ca­re sen­za pub­bli­co. Ve­dia­mo sta­se­ra a Mi­la­no se la squa­dra di Gar­cia con­fer­ma le sue qua­li­tà con­tro l’Inter». An­che Fio­ri­ni da gio­va­ne an­da­va in cur­va: «E ho pu­re pre­so qual­che scap­pel­lot­to. Quan­do so­no cre­sciu­to ho co­min­cia­to ad an­da­re in tri­bu­na e lì ho vis­su­to mol­ti mo­men­ti bel­li e me­no bel­li, come la fi­na­le di Cop­pa dei Cam­pio­ni. Ri­cor­do che do­po quel­la par­ti­ta mi so­no ap­pog­gia­to a un al­be­ro e ho pian­to. Mi si av­vi­ci­nò Pro­iet­ti, di­strut­to an­che lui, che mi dis­se: “Dai Lan­do, ci so­no an­che co­se più brut­te di que­ste nel­la vi­ta“».

Lan­do Fio­ri­ni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.