L’ANA­LI­SI Me­ni­chi­ni si go­de un Cro­to­ne di fer­ro

Corriere dello Sport (Nazionale) - - Calcio - di Lui­gi Ioe­le l.i./Lio­press

CRO­TO­NE - An­da­men­to len­to (un pun­to a par­ti­ta), ma de­ci­so. Il Cro­to­ne tar­ga­to Leo­nar­do Me­ni­chi­ni all'Olim­pi­co di To­ri­no con­tro la squa­dra dell’ex Fran­co Ler­da ha di­mo­stra­to che que­sta for­ma­zio­ne, al suo set­ti­mo cam­pio­na­to di B, non ha pau­ra di nes­su­no. Ha fat­to tre­ma­re il Pa­do­va, ha fat­to bar­col­la­re il To­ri­no ed ha im­po­sto l'alt al­la Reg­gi­na. NOT­TE MA­GI­CA - Sa­ba­to not­te ha da­to una gran­de di­mo­stra­zio­ne di ma­tu­ri­tà, di non guar­da­re in fac­cia nes­su­no, di gio­ca­re a te­sta al­ta. Il gol man­ca­to di Cu­to­lo, più fa­ci­le da sba­glia­re che da rea­liz­za­re, l'eu­ro­gol del­lo stes­so Cu­to­lo, la gran­de se­ra­ta di Ga­lar­do e e de­gli al­tri, han­no evi­den­zia­to un Cro­to­ne tut­to cuo­re, ma an­che in gra­do di da­re del tu a un To­ri­no a cin­que stel­le e co­strui­to per an­da­re in Se­rie A con l’ex Ler­da in pan­chi­na. L’ANA­LI­SI - Se pu­re stan­co per il tra­sfe­ri­men­to da To­ri­no a Cro­to­ne il tec­ni­co Leo­nar­do Me­ni­chi­ni, vi­ce di Car­let­to Maz­zo­ne per ol­tre die­ci an­ni, è pron­to a scom­met­te­re sui suoi ra­gaz­zi: «Han­no gio­ca­to una gran­dis­si­ma par­ti­ta, gio­ca­to fac­cia a fac­cia con un To­ri­no al­le­sti­to per fa­re un gran­de cam­pio­na­to, di­mo­stran­do di non te­me­re gli av­ver­sa­ri, sia che si chia­mi Pa­do­va, sia che si chia­mi To­ri­no. Al­la squa­dra che ave­te am­mi­ra­to a To­ri­no, se pro­prio vo­glia­mo fa­re i rag­gi x ala pre­sta­zio­ne, un pic­co­lo rim­pro­ve­ro da fa­re c’è: de­ve af­fron­ta­re le par­ti­te con una mi­glio­re per­so­na­li­tà e ge­sti­re me­glio il pos­ses­so pal­la» . GRUP­PO COM­PAT­TO - Cer- chia­mo di par­la­re dei sin­go­li, ma Me­ni­chi­ni è de­ci­so: «Più del­la pro­va dei sin­go­li a me pia­ce par­la­re del gio­co col­let­ti­vo. Be­ne, que­sti ra­gaz­zi la­vo­ra­no e gio­ca­no con en­tu­sia­smo e an­dan­do avan­ti co­sì que­sta squa­dra non può che cre­sce­re. Sia­mo ap­pe­na all'ini­zio di un cam­pio­na­to lun­go e dif­fi­ci­le co­me la se­rie B. C'è tan­to, mol­to equi­li­brio. Ma ave­te vi­sto il Por­to­grua­ro? Pri­ma sof­fre a Vi­cen­za, poi il bat­te il Sas­suo­lo. In te­sta c'è il Mo­de­na e nes­su­no se lo aspet­ta­va e lu­ne­dì 13, nel po­sti­ci­po, lo avre­mo a Cro­to­ne». FI­LO­SO­FIA PER­FET­TA - Me­ni­chi­ni sem­bra un fiu­me in pie­na. Quan­do chie­dia­mo, a di­spet­to dei tre pun­ti con­qui­sta­ti fi­no a que­sto mo­men­to, do­ve il Cro­to­ne può dav­ve­ro se­con­do lui ar­ri­va­re, ri­spon­de: «Vi­via­mo al­la gior­na­ta, cer­chia­mo il mas­si­mo sem­pre con tec­ni­ca e grin­ta, co­scien­ti di non es­se­re se­con­di a nes­su­no».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.