Not­te Ro­ma gui­da Sa­lah

Sen­za Dze­ko e Tot­ti, sa­rà lui il lea­der in Bie­lo­rus­sia

Corriere dello Sport (Nazionale) - - Front Page -

INVIATO A MIN­SK - Die­ci. In sei par­ti­te di cam­pio­na­to la Ro­ma ha man­da­to in gol die­ci gio­ca­to­ri. Flo­ren­zi (suo il pri­mo gol a Ve­ro­na, l’uni­co fi­no­ra ad aver re­pli­ca­to in Cham­pions), Sa­lah (mi­glior rea­liz­za­to­re con tre re­ti), Pja­nic (due gol su pu­ni­zio­ne), quin­di Dze­ko, Tot­ti, Ia­go Fal­que, Itur­be, Ma­no­las, Ger­vi­n­ho e Di­gne. Un re­cord per la se­rie A, una ca­rat­te­ri­sti­ca do­mi­nan­te nel­la ge­stio­ne di Gar­cia, che già nel­le due pre­ce­den­ti sta­gio­ni al­la gui­da del­la Ro­ma ave­va man­da­to in gol un gran nu­me­ro di gio­ca­to­ri.

Nel­le sue tre sta­gio­ni in Ita­lia, Gar­cia al­la se­sta gior­na­ta ha la squa­dra che ha man­da­to in gol il mag­gior nu­me­ro di gio­ca­to­ri. Que­st’an­no ad­di­rit­tu­ra con un gran­de di­stac­co ri­spet­to al­la in­se­gui­tri­ci, che so­no Chie­vo, La­zio e Sas­suo­lo, tut­te con sei mar­ca­to­ri. Nei due cam­pio­na­ti pre­ce­den­ti con il tec­ni­co fran­ce­se la Ro­ma ha man­da­to in gol lo stes­so nu­me­ro di gio­ca­to­ri, di­cias­set­te, fi­nen­do al se­con­do po­sto del­la spe­cia­le clas­si­fi­ca die­tro il Mi­lan (due sta­gio­ni fa) e la Fio­ren­ti­na.

SE­GNA­NO TUT­TI. Con Gar­cia non van­no in gol so­lo gli at­tac­can­ti, che co­mun­que da so­li han­no rea­liz­za­to ot­to su tre­di­ci re­ti, ma an­che cen­tro­cam­pi­sti (uni­co fi­no­ra Pja­nic, man­ca­no an­co­ra all’ap­pel­lo Naing­go­lan e De Ros­si, che han­no con­fi­den­za con la por­ta av­ver­sa­ria) e di­fen­so­ri. L’al­le­na­to­re la­vo­ra mol­to per por­ta­re tut­ti i suoi gio­ca­to­ri in gol. Agli at­tac­can­ti chie­de par­te­ci­pa­zio­ne al­la ma­no­vra e mo­vi­men­ti per crea­re spa­zi agli al­tri gio­ca­to­ri. Dai cen­tro­cam­pi­sti vuo­le mol- ti in­se­ri­men­ti, ai di­fen­so­ri chie­de di avan­za­re sui cal­ci piaz­za­ti. Ha in­si­sti­to mol­to su que­sto aspet­to do­po la scon­fit­ta di Ge­no­va con­tro la Samp. I di­ciot­to cal­ci d’an­go­lo non era­no sta­ti sfrut­ta­ti e i gior­ni suc­ces­si­vi ha fat­to mol­to ad­de­stra­men­to spe­ci­fi­co per cer­ca­re di an­da­re in gol sfrut­tan­do le ca­pa­ci­tà nel gio­co ae­reo dei suoi gio­ca­to­ri. Per esem­pio Ma­no­las è uno che “sa­le” sem­pre sui cor­ner, ma al­la se­con­da sta­gio­ne in gial­lo­ros­so so­lo sa­ba­to ha rea­liz­za­to la sua pri­ma re­te in gial­lo­ros­so, su azio­ne di cal­cio d’an­go­lo, ma di pie­de.

CON IL CEN­TRA­VAN­TI. Al­la sua ter­za sta­gio­ne in gial­lo­ros­so, Gar­cia ha ri­vi­sto la sua fi­lo­so­fia di cal­cio. Pri­ma si ba­sa­va fon­da­men­tal­men­te sul­le ri­par­ten­ze, ne­gli ul­ti­mi tem­pi ha pri­vi­le­gia­to il pos- ses­so pal­la. Que­st’an­no per la pri­ma vol­ta ha un cen­tra­van­ti di ruo­lo e de­ve di­mo­stra­re di sa­per­lo in­se­ri­re nei suoi sche­mi. Dze­ko, che sa­ba­to scor­so si è in­for­tu­na­to con­tro il Car­pi, non è an­co­ra en­tra­to ne­gli sche­mi del­la squa­dra. Ci vor­rà tem­po, per­ché gran par­te di que­sti gio­ca­to­ri so­no abi­tua­ti a sta­re in cam­po sen­za ave­re un pre­ci­so pun­to di ri­fe­ri­men­to in avan­ti. Ma sta­se­ra la Ro­ma gio­che­rà in Bie­lo­rus­sia sen­za un cen­tra­van­ti di ruo­lo. Man­ca­no Tot­ti e Dze­ko, Gar­cia po­treb­be an­che cam­bia­re mo­du­lo. E con­tro il Ba­te Bo­ri­sov ser­vo­no i gol, do­po quel­lo spet­ta­co­la­re di Flo­ren­zi con­tro il Barcellona. Ma­ga­ri me­no bel­li, ma che ga­ran­ti­sca­no al­la Ro­ma la qua­li­fi­ca­zio­ne in Cham­pions.

Mo­ha­med Sa­lah, 23 an­ni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.