«Vo­glia­mo con­ti­nua­re qui»

Corriere dello Sport (Roma) - - Calcio - di Da­nie­le Rindone

RO­MA - La sta­gio­ne è fi­ni­ta, il fu­tu­ro è da co­strui­re. Lo è per la so­cie­tà, lo è per tan­ti uo­mi­ni. Se­ba­stia­no Si­vi­glia è tra que­sti: «Il mio fu­tu­ro al­la La­zio? Sin­ce­ra­men­te non so se quel­la con l’Udi­ne­se è sta­ta la mia ul­ti­ma par­ti­ta in ma­glia bian­co­ce­le­ste. No­no­stan­te il fat­to che sia in sca­den­za di con­trat­to non ho an­co­ra par­la­to con la so­cie­tà. Non sa­prei co­sa di­re. Ve­dre­mo du­ran­te la set­ti­ma­na co­sa ac­ca­drà» .

Il con­trat­to sca­de il 30 giu­gno, a bre­ve il suo ma­na­ger par­le­rà con Lo­ti­to. Lo stes­so di­scor­so va­le per Ba­ro­nio. Si­vi­glia vor­reb­be con­ti­nua­re al­me­no per un’al­tra sta­gio­ne, a 37 an­ni è in­te­gro fi­si­ca­men­te e la fa­ti­ca non l’ha mai sof­fer­ta. Que­st’an­no ha avu­to po­co spa­zio, ma quan­do è sta­to chia­ma­to in cau­sa non ha mai de­lu­so: «E' sta­to un cam­pio­na­to a due fac­ce, sia­mo par­ti­ti be­ne e poi ab­bia­mo avu­to un crol­lo mol­to brut­to, determinato da or­ren­de pre­sta­zio­ni. E' sta­to un ve­ro pec­ca­to aver per­so dei pun­ti con­tro squa­dre che po­te­va­mo bat­te­re tran­quil­la­men­te. Ora non do­vre­mo de­lu­de­re nes­su­no» .

BER­NI - Aspet­ta no­ti­zie an­che Tom­ma­so Ber­ni. Si al­le­na­va con i dis­si­den­ti, è di­ven­ta­to ter­zo por­tie­re, poi è sta­to pro­mos­so co­me se­con­do (per via dell’in­for­tu­nio di Biz­zar­ri). Ha gio­ca­to due vol­te, non ha tra­di­to: «Spe­ro di aver da­to an­che un mi­ni­mo con­tri­bu­to al grup­po, ho gio­ca­to due ga­re che so­no an­da­te be­ne. Al­la fi­ne la squa­dra ha rag­giun­to la sal­vez­za e so­no con­ten­to» . Ber­ni è un uo­mo-spo­glia­to­io, ci so­no lea­der si­len­zio­si, lui lo è...:: «Nel­la par­te fi­na­le del­la sta­gio­ne ab­bia­mo crea­to un grup­po so­li­do, sia­mo riu­sci­ti a ti­ra­re fuo­ri il me­glio ma do­ve­va­mo far­lo dall’ini­zio. La scin­til­la c’è sta­ta quan­do ci sia­mo ri­tro­va­ti a Nor­cia e ci sia­mo uni­ti» . Ha un al­tro an­no di con­trat­to con la La- zio, c’è un pe­rò: «Sap­pia­mo qua­li so­no le idee del mi­ster, non vuo­le una ro­sa trop­po am­pia. Spe­ro di ave­re le mie chan­ces» .

SCA­LO­NI - Vuo­le re­sta­re an­che Sca­lo­ni, spe­ra nel­la con­fer­ma: «Più del­la Su­per­cop­pa la più gran­de sod­di­sfa­zio­ne sta­gio­na­le, mi di­spia­ce dir­lo, è sta­ta la sal­vez­za, fi­no a due me­si fa era dif­fi­ci­le con­qui­star­la» . L’ar­gen­ti­no ha ana­liz­za­to la sta­gio­ne al ter­mi­ne del mat­ch con l’Udi­ne­se: «Il tut­to si è com­pli­ca­to per­chè que­sta squa­dra, che è sta­ta co­strui­ta per sta­zio­na­re a buo­ni li­vel­li in clas­si­fi­ca, ha af­fron­ta­to al­cu­ne par­ti­te in mo­do sba­glia­to ed ha vi­sto sci­vo­la­re via dei pun­ti per epi­so­di a sfa­vo­re. In più, ad ini­zio an­no, era­va­mo im­pe­gna­ti ogni tre gior­ni e la ro­sa a di­spo­si­zio­ne non riu­sci­va a reg­ge­re ta­li in­com­ben­ze. Quan­do una sta­gio­ne non ini­zia nel ver­so giu­sto è du­ra ri­sa­li­re...» . Sca­lo­ni par­le­rà con Re­ja: «So­no a di­spo­si­zio­ne del­la so­cie­tà e del mi­ster. Se so­no con­si­de­ra­to uti­le, ri­man­go» .

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.