«Mi di­spia­ce il pre­si­den­te ci te­ne­va»

Nuo­vo re­ga­la­to un gol da in­ge­nui

Corriere dello Sport (Roma) - - Trofeo Berlusconi - LAP­RES­SE fur.fed. ©RI­PRO­DU­ZIO­NE RI­SER­VA­TA

Si­ni­sa Mi­ha­j­lo­vic a fi­ne par­ti­ta è sta­to co­stret­to a re­ci­ta­re il so­li­to co­pio­ne, evi­den­zian­do an­co­ra una vol­ta le debolezze del­la sua squa­dra e re­gi­stran­do so­prat­tut­to un al­tro gol su­bi­to nel peg­gio­re dei mo­di. «Ab­bia­mo re­ga­la­to di nuo­vo un gol, poi l’Inter ha fat­to un al­tro ti­ro in porta. Noi ab­bia­mo avu­to le no­stre oc­ca­sio­ni ma non ab­bia­mo se­gna­to e ab­bia­mo per­so. Un gol su­bi­to con­di­zio­na sem­pre una par­ti­ta, i no­stri av­ver­sa­ri han­no fat­to un al­tro ti­ro in porta e ba­sta. Lo­ro so­no sta­ti bra­vi e for­tu­na­ti a non su­bi­re gol, men­tre noi non lo sia­mo sta­ti» ha sin­te­tiz­za­to il tec­ni­co che ha sdram­ma­tiz­za­to, a cal­do, l’in­for­tu­nio (trau­ma con­tu­si­vo al ginocchio si­ni­stro) di Ber­to­lac­ci. «Non so se è qual­co­sa di pe­ri­co­lo­so - ha spie­ga­to - Ha pre­so una bot­ta al ginocchio. Pen­so che non sia nul­la di gra­ve ma ve­dia­mo se lo re­cu­pe­re­re­mo per do­me­ni­ca».

LI­MI­TI. An­che nel quar­to der­by sta­gio­na­le il Mi­lan ha evi­den­zia­to i so­li­ti, in­gua­ri­bi­li di­fet­ti: «Ab­bia­mo cer­ca­to di gio­ca­re, ab­bia­mo crea­to, sia­mo sta­ti in­ge­nui sui gol e po­co cat­ti­vi da­van­ti. Su Hon­da nel se­con­do tem­po è sta­to an­che bra­vo il por­tie­re. Car­ri­zo è sta­to il mi­glio­re in cam­po e ci sa­rà un mo­ti­vo...». Ma come è pos­si­bi­le che Boa­teng sia sta­to il mi­glio­re del Mi­lan? Mi­ha­j­lo­vic non è ri­ma­sto sor­pre­so da que­sta si­tua­zio­ne: «Boa­teng ha un ca­rat­te­re for­te ed è giu­sto che sia co­sì. Co­sa è suc­ces­so agli al­tri?. Do­ve­va­mo li­mi­ta­re i dan­ni e non far­ci ma­le. È un mo­men­to che gi­ra co­sì». Il dua­li­smoDon­na­rum­ma-Die­go Lo­pez, ov­via­men­te, ha fat­to mol­to di­scu­te­re: «Don­na­rum­ma ha fat­to una gran­de pa­ra­ta ma que­sto è il com­pi­to del por­tie­re. Ha gio­ca­to con per­so­na­li­tà, si è fat­to sem­pre ve­de­re, so­no sod­di­sfat­to. Non ho più fi­du­cia in Die­go Lo­pez? Non so chi l'ha det­to... Io non ho det­to nul­la. Ho fi­du­cia in tut­ti». Una del­le po­che no­te po­si­ti­ve di que­sto der­by, Da­vi­de Ca­la­bria: «Sta fa­cen­do be­ne, so­no mol­to con­ten­to di lui» ha am­mes­so Mi­ha­j­lo­vic.

SCENARI. Ades­so bi­so­gna af­fron­ta­re, do­me­ni­ca al­le ore 15 a San Si­ro, il Sas­suo­lo. Con qua­le spi­ri­to con­si­de­ra­to il fat­to che la si­tua­zio­ne non sem­bra as­so­lu­ta­men­te mi­glio­ra­re? «Ab­bia­mo quat­tro gior­ni per pre­pa­ra­re la pros­si­ma par­ti­ta, dob­bia­mo va­lu­ta­re tut­te

«Boa­teng il mi­glio­re per­ché ha ca­rat­te­re Do­ve­va­mo li­mi­ta­re i dan­ni e in­ve­ce... E’ un mo­men­to no»

le co­se e poi an­dre­mo a gio­car­ce­la». In real­tà Mi­ha­j­lo­vic è sem­bra­to sin­ce­ra­men­te di­spia­ciu­to ma an­che pre­oc­cu­pa­to per que­sta scon­fit­ta, ma­tu­ra­ta in una cir­co­stan­za par­ti­co­la­re: «Mi di­spia­ce per il pre­si­den­te, per­ché so quan­to ci te­ne­va a que­sto tro­feo. È un mo­men­to co­sì, re­ga­lia­mo un gol ogni par­ti­ta, poi di­ven­ta dif­fi­ci­le vincere. Ab­bia­mo avu­to del­le oc­ca­sio­ni, ma non sia­mo riu­sci­ti a se­gna­re...» Det­ta­glio da non sot­to­va­lu­ta­re, a mag­gior ra­gio­ne per­ché l’Inter so­lo in ap­pa­ren­za sem­bra­va in­ten­zio­na­ta a snob­ba­re que­sta par­ti­ta pre­sen­tan­do un or­ga­ni­co di se­con­da scel­ta ri­spet­to a quel­lo ti­to­la­re.

Duel­lo Po­li-Kondogbia

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.