Corriere dello Sport Stadio (Bologna)

«Mi­lan vin­cen­te con­tro il Bre­scia Ro­ma cor­sa­ra»

-

Do­po 14 gior­na­te si è sbloc­ca­to con un col­po da 277 eu­ro: Ric­ky To­gnaz­zi quel­la con il «Tip Star» è la sua pri­ma espe­rien­za con le scom­mes­se?

«Sì, è la pri­ma vol­ta che vin­co qual­co­sa. Quan­do gio­ca­vo la vec­chia sche­di­na non an­da­vo mai ol­tre l’uno. In più, sa­pe­re che i sol­di del­la vin­ci­ta an­dran­no in be­ne­fi­cen­za mi ren­de an­co­ra più fe­li­ce».

In al­cu­ne oc­ca­sio­ni ten­ta l’az­zar­do, in al­tre lo evi­ta. Co­me giu­di­ca le sue abi­li­tà da scom­met­ti­to­re?

« Spes­so mi la­scio tra­di­re dai sen­ti­men­ti, dal­la mia squa­dra del cuo­re, cioè il Mi­lan. Con il pas­sa­re del tem­po, pe­rò, ho ca­pi­to che non ci si può la­sciar gui­da­re so­lo dal­la pas­sio­ne, bi­so­gna ra­gio­na­re. A po­ste­rio­ri mi re­pu­to un ot­ti­mo gio­ca­to­re, an­che se par­la­re con il sen­no di poi è sem­pre più fa­ci­le».

Il la­vo­ro le ru­ba mol­to tem­po. Sap­pia­mo che ades­so è im­pe­gna­to a To­ri­no sul set del nuo­vo film, “ Tut­ta col­pa del­la mu­si­ca”, in­sie­me a Ste­fa­nia San­drel­li, Ele­na So­fia Ric­ci e Marco Mes­se­ri. Rie­sce lo stes­so a se­gui­re le par­ti­te?

«Con dif­fi­col­tà, ma ce la fac­cio. Cer­to, tut­ti que­sti an­ti­ci­pi e po­sti­ci­pi non aiu­ta­no per­ché a vol­te dob­bia­mo gi­ra­re an­che di sa­ba­to. Il tem­po per ve­de­re la se­rie A lo tro­vo co­mun­que, ma un po’ rim­pian­go la vec­chia do­me­ni­ca po­me­rig­gio».

Il suo Mi­lan ha già 7 pun­ti di van­tag­gio sull’In­ter e si è ag­giu­di­ca­to il der­by. Se­con­do lei è l’an­no giu­sto per la ri­vin­ci­ta sui ne­raz­zur­ri?

«Più che al­tro mi sem­bra la sta­gio­ne sba­glia­ta dei cu­gi­ni. Ave­re un di­stac­co co­sì im­por- tan­te do­po 14 par­ti­te era im­pen­sa­bi­le. So­no con­vin­to, pe­rò, che tut­te le squa­dre sia­no leg­ger­men­te più de­bo­li, che ab­bia­no più tal­lo­ni d’Achil­le. Non c’è più la su­per squa­dra dell’an­no scor­so, ma tan­te con­ten­den­ti».

Al­le­gri può fa­re be­ne an­che in Eu­ro­pa?

«Non so­no mol­to fi­du­cio­so, il Mi­lan è pri­mo in cam­pio­na­to ma non sta bril­lan­do. In Eu­ro­pa fac­cia­mo sem­pre la no­stra fi­gu­ra, ma non pen­so che an­dre­mo ol­tre i quar­ti di fi­na­le. L’uni­ca spe­ran­za è che que­sta sia una squa­dra fat­ta di ma­ra­to­ne­ti e non di cen­to­me­tri­sti».

Se l’aspet­ta­va un ini­zio co­sì con­vin­cen­te da par­te di Ibra­hi­mo­vic e Ro­bi­n­ho?

«Ci spe­ra­vo. Ibra ave­va bi­so­gno di ri­lan­ciar­si do­po una sta­gio­ne in om­bra, men­tre il bra­si­lia­no si è con­fer­ma­to un gran­de cam­pio­ne».

Co­me ve­de le squa­dre ro­ma­ne? Lot­te­ran­no per lo scu­det­to fi­no al­la fi­ne?

«Io sim­pa­tiz­zo per la Ro­ma, è la mia se­con­da squa­dra e lo­gi­ca­men­te mi au­gu­ro che Ra­nie­ri ci re­ga­li un’al­tra ri­mon­ta. La La­zio, in­ve­ce, è la ve­ra sor­pre­sa del cam­pio­na­to. Cre­do, pe­rò, che nes­su­na del­le due sia in po­le po­si­tion per il tri­co­lo­re. Ma se pro­prio do­ves­si scom­met­te­re, pun­te­rei sul­la Ro­ma».

La pri­ma vit­to­ria nel «Tip Star» po­treb­be non es­se­re un ca­so, qual è la sua tat­ti­ca per con­fer­mar­si?

«Scel­go di gio­ca­re su­gli an­ti­ci­pi. La­zio-In­ter è una par­ti­ta in bi­li­co, l’12 mi sem­bra la so­lu­zio­ne mi­glio­re. E con­ti­nuo a da­re fi­du­cia a Ro­ma e Mi­lan, che vin­ce­ran­no con­tro Chie­vo e Bre­scia».

 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy