MO­DE­NA So­we si fa lar­go «Ora toc­ca a me»

L’at­tac­can­te gam­bia­no è tor­na­to a pie­no re­gi­me ed è pron­to a sten­de­re il La­ti­na sua ex squa­dra

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Serie B - Di Ste­fa­no Fer­ra­ri MO­DE­NA

E' sta­to il pri­mo, e tut­to­ra uni­co, cal­cia­to­re pro­fes­sio­ni­sta del Gam­bia ad ave­re gio­ca­to al­me­no una par­ti­ta nel cam­pio­na­to ita­lia­no. Ali So­we ar­ri­va da uno sta­te­rel­lo afri­ca­no che, di fat­to, è un'en­cla­ve lun­ga co­me un di­to nel­la pan­cia del Se­ne­gal, che lo av­vol­ge com­ple­ta­men­te in ri­va all'Ocea­no. I suoi idoli so­no sem­pre sta­ti i gio­ca­to­ri che han­no fat­to la sto­ria del­le na­zio­na­li ni­ge­ria­na, gha­ne­se e se­ne­ga­le­se, del Gam­bia a li­vel­lo di foot­ball si ri­cor­da po­co o nul­la, tan­to che mai la na­zio­na­le una "bel­la se­con­da pun­ta", ma re­ti nem­me­no a par­lar­ne. Una sor­ta di al­ler­gia al gol che non de­ve es­se­re un gran­de mar­chio di fab­bri­ca per un at­tac­can­te, con una pa­na­cea som­mi­ni­stra­ta sol­tan­to ai tem­pi di Ca­stel­lam­ma­re di Sta­bia do­ve il gam­bia­no se­gnò cin­que re­ti. Poi, sem­pre ze­ro nel­la ca­sel­la dei gol se­gna­ti: con­di­zio­ne fi­si­ca e sto mi­glio­ran­do, ma c'è an­co­ra tan­to da la­vo­ra­re».

«SE­GNO IO». Ester­no of­fen­si­vo, pun­ta agi­le e ve­lo­ce, tas­sel­lo nel 4-3-3. Per So­we, va be­ne co­sì: «Mi­ster Cre­spo mi ha schie­ro se­con­da pun­ta e per me è la po­si­zio­ne tat­ti­ca mi­glio­re pos­si­bi­le. Rie­sco a da­re il me­glio di me in quel ruo­lo. Pec­ca­to che non sia an­co­ra riu­sci­to a se­gna­re, un cruc­cio che mi porto die­tro. Ad esem­pio, con­tro il Lan­cia­no ave­vo avu­to di­ver­se op­por­tu­ni­tà per se­gna­re ma mi ha det­to ma­le. Spe­ro di sbloc­car­mi pre­sto e ma­ga­ri la pal­la en­tre­rà in por­ta pri­ma o poi. Mi­ster Cre­spo mi di­ce sem­pre di sta­re cal­mo e tran­quil­lo e che la re­te pre­sto ar­ri­ve­rà - am­met­te l'at­tac­can­te gial­lo­blù - Io gli cre­do: se lo di­ce lui, che di gol ne ha se­gna­ti tan­tis­si­mi in car­rie­ra, c'è da fi­dar­si».

«So be­ne che que­sto è un an­no de­ci­si­vo per la mia car­rie­ra. Non vo­glio sba­glia­re nul­la»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.