Il croa­to è in van­tag­gio su tut­ti

Al­ter­na­ti­va Sua­rez, ma cre­sce Ve­ci­no. Cer­tez­za per Bo­r­ja Va­le­ro

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Fiorentina - Di Fran­ce­sca Ban­di­nel­li

Sou­sa la­vo­ra sul­la squa­dra da man­da­re in cam­po, men­tre Fi­ren­ze si sta or­ga­niz­zan­do per rag­giun­ge­re Na­po­li. Al­me­no 900 quel­li che par­ti­ran­no per il San Pao­lo, ma il nu­me­ro po­treb­be an­che in­cre­men­ta­re, pu­re se ser­vi­rà tro­va­re un mez­zo al­ter­na­ti­vo ai pull­man che sta­vol­ta non ba­sta­no. In­tan­to, il tec­ni­co aspet­ta di ri­ve­de­re, og­gi, gli ul­ti­mi due re­du­ci da­gli im­pe­gni con le ri­spet­ti­ve Na­zio­na­li, Ma­ti Fer­nan­dez da una par­te e Ron­ca­glia dall'al­tra. Do­vran­no es­se­re va­lu­ta­te at­ten­ta­men­te le con­di­zio­ni dell'ar­gen­ti­no, an­che per­ché il vo­lo in­ter­con­ti­nen­ta­le che lo ha ri­por­ta­to in Ita­lia è sta­to, co­me sem­pre, im­pe­gna­ti­vo. In­tan­to, To­mo­vic si sta pre­pa­ran­do, con Gon­za­lo e Asto­ri al suo fian­co. Alon­so, lo spa­gno­lo che sta im­pres­sio­nan­do tut­ti per la ca­pa­ci­tà di di­fen­de­re e di at­tac­ca­re la pro­fon­di­tà, fa­rà da cer­nie­ra tra il re­par­to ar­re­tra­to e il cen­tro­cam­po.

Nel mez­zo, in­ve­ce, de­vo­no an­co­ra es­se­re fat­te al­tre pro­ve. Sua­rez ha la­vo­ra­to a fon­do per tro­va­re la lun­ghez­za d'on­da giu­sta su cui col­lo­car­si, ma Ba­de­lj, no­no­stan­te gli im­pe­gni con la Croa­zia, al mo­men­to è in net­to van­tag­gio. Poi c'è Ve­ci­no, al­tro can­di­da­to, per ora, ad un po­sto da ti­to­la­re. La sua ma­tu­ra­zio­ne è evi­den­te: nes­sun ti­mo­re re­ve­ren­zia­le, sem­mai una pie­na con­sa­pe­vo­lez­za nel­le pro­prie po­ten­zia­li­tà. Ku­ba Blaszc­zy­ko­w­ski, in que­sto ca­so, si si­ste­me­reb­be dal­la sua par­te, a de­stra. Die­tro al­la pun­ta, se Bo­r­ja Va­le­ro è for­se l'uni­co ad ave­re la (qua­si) cer­tez­za di un po­sto, a scal­pi­ta­re è Ili­cic. Lo slo­ve­no, che con la sua Na­zio­na­le do­vrà pas­sa­re da­gli spa­reg­gi per stac­ca­re un bi­gliet­to per i pros­si­mi Eu­ro­pei, ha vo­glia di tor­na­re pro­ta­go­ni­sta.

At­ten­zio­ne, pe­rò, ai jol­ly che Sou­sa po­treb­be gio­ca­re, a co­min­cia­re da Pe­pi­to Ros­si. L'at­tac­can­te ita­lo ame­ri­ca­no ha la­vo­ra­to so­do in que­ste due set­ti­ma­ne di so­sta e, do­po le tre pan­chi­ne con­se­cu­ti­ve con Bo­lo­gna, In­ter e Ata­lan­ta, pun­ta a ri­pren­der­si il suo palcosceni­co. La sua, for­se, è la ten­ta­zio­ne più gran­de del tec­ni­co por­to­ghe­se. Si de­ci­de­rà all'ultimo, an­che per non con­ce­de­re van­tag­gi agli av­ver­sa­ri. Pe­pi­to, dal can­to suo, è già con­cen­tra­to. Poi c'è pu­re Ber­nar­de­schi, il gio­iel­li­no fat­to in ca­sa che ha scel­to di ve­sti­re la ma­glia nu­me­ro 10. E da­van­ti? Ka­li­nic, che al Na­po­li per al­tro ha già se­gna­to con il Dni­pro (in Eu­ro­pa Lea­gue) fre­me, co­sì co­me Ba­ba­car. Al mo­men­to è in leg­ge­ro van­tag­gio il croa­to, ma le ge­rar­chie in ca­sa vio­la non tro­va­no spa­zio.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.