Rien­tra­ti i su­da­me­ri­ca­ni. Khe­di­ra: «Vin­cia­mo»

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Verso Inter-juventus - Di Gio­van­ni Rol­le

GLI AL­LE­NA­TO­RI. Al­le­gri chie­de a Pog­ba di gio­ca­re sen­za lac­ci, sen­za sen­tir­si tut­te le vol­te de­ci­si­vo. Fi­no­ra Paul lo ha ascol­ta­to po­co. Man­ci­ni per Kon­dog­bia chie­de pa­zien­za, de­ve cre­sce­re, ha so­lo 22 an­ni e il va­lo­re di mer­ca­to a quell’età non lo aiu­ta. Ha gio­ca­to tan­to an­che l’in­te­ri­sta. Nel­la clas­si­fi­ca dei mi­nu­ti in cam­po è il quin­to (con 526') do­po Han­da­no­vic, Me­del, San­ton e Gua­rin che ha fat­to ap­pe­na un mi­nu­to più di lui. A dif­fe­ren­za di Pog­ba, non si aspet­ta­no i suoi gol. L’an­no scor­so, nel Mo­na­co, ne ha se­gna­ti 2 in 33 par­ti­te fra Li­gue 1, cop­pe na­zio­na­li e Cham­pions. Per la po­si­zio­ne che oc­cu­pa e per il ti­po di gio­co, non è pe­rò da sot­to­va­lu­ta­re il nu­me­ro del­le sue con­clu­sio­ni, so­no 13 nel­le 7 ga­re di cam­pio­na­to. De­ve in­ci­de­re di più, de­ve so­ste­ne­re di più il gio­co, de­ve en­tra­re an­co­ra di più e an­co­ra me­glio nel si­ste­ma di Man­ci­ni. In ogni ca­so do­me­ni­ca se­ra an­che la Fran­cia si di­ver­ti­rà con In­te­rJu­ve, con Kon­dog­bia-Pog­ba. TO­RI­NO - Do­me­ni­ca sa­rà il pri­mo der­by d'Ita­lia per Sa­mi Khe­di­ra e il cen­tro­cam­pi­sta del­la na­zio­na­le te­de­sca pre­gu­sta l'at­te­sa: «An­dia­mo a San Si­ro con un so­lo obiet­ti­vo, quel­lo di vin­ce­re. - è il guan­to di sfi­da che l'ex Bayern Mo­na­co e Real Ma­drid ha lan­cia­to ai ne­raz­zur­ri at­tra­ver­so i mi­cro­fo­ni di Sky e Me­dia­set - Sap­pia­mo che ci at­ten­de una sfi­da dif­fi­ci­le, ma dob­bia­mo fa­re ri­sul­ta­to e per que­sto ci sa­rà bi­so­gno di una gran­de par­ti­ta. Pur­trop­po non sia­mo par­ti­ti be­ne in cam­pio­na­to, di­ver­sa­men­te dall'In­ter, ma sap­pia­mo co­me af­fron­ta­re que­sta sfi­da dif­fi­ci­le». Il suc­ces­si­vo im­pe­gno di Cham­pions con­tro il Bo­rus­sia Mon­chen­glad­ba­ch non sa­rà per­tan­to una di­stra­zio­ne: «La Cham­pions è im­por­tan­te, ma in que­sto mo­men­to sia­mo con­cen­tra­ti sul cam­pio­na­to. Vo­glia­mo tor­na­re ai ver­ti­ci del­la clas­si­fi­ca. La Ju­ve è una gran­de squa­dra. Sia­mo in ot­ti­ma for­ma, stia­mo gio­can­do be­ne e non ve­dia­mo l'ora di scen­de­re in cam­po do­me­ni­ca». Pen­sie­ri che ven­go­no con­di­vi­si da Stu­ra­ro, ai mi­cro­fo­ni di Jtv: «Bi­so­gna vin­ce­re per sa­li­re uno sca­li­no fon­da­men­ta­le nel no­stro cam­mi­no ma non sa­rà l'ul­ti­ma chia­ma­ta. Do­me­ni­ca non si de­ci­de­rà an­co­ra nul­la per­ché il cam­pio­na­to è lun­go».

RIEN­TRA­TI I SU­DA­ME­RI­CA­NI

Ie­ri in­tan­to han­no fat­to rien­tro a Vi­no­vo i su­da­me­ri­ca­ni re­du­ci da­gli im­pe­gni con le ri­spet­ti­ve na­zio­na­li. Mo­ra­le al­tis­si­mo per Dy­ba­la, che ha po­tu­to fe­steg­gia­re il de­but­to con la ca­sac­ca del­la al­bi­ce­le­ste, av­ve­nu­to nell'ultimo quar­to d'ora di Pa­ra­guay-Argentina (in pan­chi­na c’era Pe­rey­ra), un po' me­no per Cua­dra­do: sul co­lom­bia­no pe­sa­no il ros­so ri­ce­vu­to con­tro l'Uru­guay e l'in­for­tu­nio cau­sa­to al com­pa­gno di squa­dra Ca­ce­res. En­tram­bi sa­ran­no co­mun­que ti­to­la­ti nel 3-5-2 che Al­le­gri in­ten­de ri­pro­por­re con­tro i ne­raz­zur­ri.

A cu­ra di Ame­deo Pa­io­li

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.