Pel­le­gri­ni: Ci­ty se­con­do? Nien­te ver­go­gna

Il tec­ni­co ci­le­no non ri­schie­rà Ague­ro e Yaya Tou­ré con il Bo­rus­sia: vuo­le pri­vi­le­gia­re la Pre­mier

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Siviglia-juventus (ore 20.45) - Di Ga­brie­le Mar­cot­ti

Tem­po di scel­te per Ma­nuel Pel­le­gri­ni. In Pre­mier, il suo Ci­ty è lo­go­ro, ha per­so due del­le ul­ti­me tre (in ca­sa con­tro il Li­ver­pool e, sa­ba­to, a Sto­ke). Il tec­ni­co ci­le­no si è la­men­ta­to de­gli in­for­tu­ni e del fat­to che i ti­to­la­ri so­no stan­chi. Il pro­ble­ma è che l'in­fer­me­ria non ac­cen­na a svuo­tar­si (ko i va­ri De­mi­che­lis, Za­ba­le­ta, Na­sri, Kom­pa­ny e Fer­nan­do) e quin­di è dif­fi­ci­le far ri­fia­ta­re le pri­me scel­te.

In più si ri­tro­va un Ague­ro in dub­bio (sul suo im­pie­go si de­ci­de­rà og­gi, ma è più no che sì) e un Yaya Tou­ré con­va­le­scen­te. Va­le la pe­na ri­schiar­li per rin­cor­re­re un im­pro­ba­bi­le pri­mo po­sto (il Ci­ty do­vreb­be vin­ce­re e la Ju­ven­tus per­de­re a Si­vi­glia)?

SE­CON­DO E FE­LI­CE. «L'im­por­tan­te è qua­li­fi­car­si, non cre­do che bi­so­gna ver­go­gnar­si del se­con­do po­sto - af­fer­ma - Chie­de­te ad Ar­se­nal, Man­che­ster Uni­ted e Chel­sea se vor­reb­be­ro fa­re il cam­bio con noi. Ab­bia­mo avu­to un sor­teg­gio dif­fi­ci­le, ab­bia­mo do­vu­to af­fron­ta­re per due vol­te la Ju­ven­tus che è la squa­dra più for­te del grup­po». Pa­ro­le che fa­ran­no for­se pia­ce­re ad Al­le­gri, un po' me­no al po­po­lo del Ci­ty e al­lo sceic­co Man­sour, me­mo­re di ciò che è av­ven­tuo ne­gli ul­ti­mi an­ni, con il Ci­ty che fi­ni­sce se­con­do e poi si ri­tro­va un av­ver­sa­rio im­bat­ti­bi­le (Bayern o Bar­cel­lo­na) agli ot­ta­vi.

An­che per que­sto si pen­sa che il Ci­ty non for­ze­rà con Ague­ro e Yaya Tou­ré. In cam­pio­na­to è sci­vo­la­to al ter­zo po­sto e c'è il so­li­to, ter­ri­bi­le ci­clo di Na­ta­le (che ini­zia con una tra­sfer­ta sul cam­po dell'Ar­se­nal). Me­glio quin­di pri­vi­le­gia­re in que­sto mo­men­to la Pre­mier, te­nen­do con­to che c’è so­lo una com­bi­na­zio­ne uti­le per sof­fia­re al­la Ju­ven­tus il pri­mo po­sto nel gi­ro­ne e il ruo­lo da te­sta di se­rie. I TE­DE­SCHI. Dall'al­tra par­te Schu­bert si coc­co­la i suoi do­po l'im­pre­sa di sa­ba­to, quan­do un bli­tz di tre re­ti a ini­zio se­con­do tem­po ha af­fos­sa­to nien­te­me­no che il Bayern. Uo­mi­ni con­ta­ti an­che per il Glad­ba­ch: so­no in cin­que in tut­to gli as­sen­ti, tra cui Herr­man. C'è da gio­car­si l'Eu­ro­pa Lea­gue ma an­che un pun­to po­treb­be non ba­sta­re se il Si­vi­li­ga bat­te la Ju­ve. E al­lo­ra me­glio non fa­re trop­pi calcoli.

Uni­co dub­bio in in avan­ti, do­ve Ha­zard e Dr­mic po­treb­be­ro es­se­re pre­fe­ri­ti a Raf­fael e Stindl. Del re­sto, vi­sta l'in­cre­di­bi­le stri­scia di Schu­bert (dall’in­se­dia­men­to del 20 set­tem­bre una so­la scon­fit­ta, ar­ri­va­ta pro­prio all'an­da­ta con­tro il Ci­ty, pe­ral­tro con un ri­go­re al no­van­te­si­mo), è le­ci­to con­ce­der­si un po' di re­lax.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.