Fatal Mil­wau­kee per su­per Cur­ry

NBA La se­rie di 28 vit­to­rie di fi­la di Gol­den Sta­te in­ter­rot­ta dal­la squa­dra che bloc­cò il re­cord dei La­kers nel 1972

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Basket - Di Ro­ber­to Zan­ni

(12 suc­ces­si nel 73/74), Phi­la­del­phia (14 nell'82/83), San An­to­nio (13 nel 2006/07) e Dal­las (12 nel 2010/11), ma poi tut­te le squa­dre che so­no sci­vo­la­te sull'osta­co­lo Bucks, han­no vin­to a fi­ne sta­gio­ne il ti­to­lo. Quin­di si può di­re che per­de­re co­sì por­ta be­ne... pos­sa di­re che ab­bia­mo gio­ca­to du­ro co­me ave­va­mo fat­to in pre­ce­den­za. Na­tu­ral­men­te nes­su­no vo­le­va che que­sta stri­scia fi­nis­se, quel­lo che si cer­ca ogni se­ra è di ag­giun­ge­re un'al­tra tac­ca al­la pro­pria cin­tu­ra. Ma con l'ar­ri­vo del­la pri­ma scon­fit­ta pen­so che si pos­sa ap­prez­za­re quel­lo che ab­bia­mo fat­to. Cre­do che ora pos­sia­mo fo­ca­liz­zar­ci un'al­tra vol­ta non so­lo a vin­ce­re le par­ti­te, ma an­che su co­me stia­mo gio­can­do. Le ul­ti­me due set­ti­ma­ne, o qua­si, con tut­te le par­ti­te fuo­ri ca­sa, ab­bia­mo tro­va­to la stra­da per vin­ce­re, ma non pen­so che ab­bia­mo gio­ca­to ai no­stri li­vel­li mi­glio­ri».

QUAN­TI RE­CORD. Ma an­che nel gior­no del pri­mo stop, re­sta­no i pri­ma­ti: 28 suc­ces­si di fi­la, se­con­di all-ti­me, poi il 24-0, mai nes­su­no c'era riu­sci­to, quin­di 14 vit­to­rie ini­zia­li di se­gui­to in tra­sfer­ta, al­tra pri­mi­zia e a Mil­wau­kee i War­riors han­no cer­ca­to, sen­za riu­scir­ci, di di­ven­ta­re an­che la pri­ma squa­dra a ot­te­ne­re set­te suc­ces­si con­se­cu­ti­vi fuo­ri ca­sa. Sì per­chè Gol­den Sta­te è dal 30 no­vem­bre che sta viag­gian­do: Salt La­ke Ci­ty poi Char­lot­te, quin­di To­ron­to, New York, In­dia­na­po­lis e Bo­ston. An­che la stan­chez­za ha avu­to la sua par­te (e 24 ore pri­ma ave­va­no di­spu­ta­to due sup­ple­men­ta­ri con i Cel­tics). Ades­so da Mil­wau­kee, fi­nal­men­te, si tor­na a ca­sa.

Pri­ma di sa­ba­to i Bucks ave­va­no vin­to so­lo 9 par­ti­te su 24! Ste­ph: «E’ man­ca­to qual­co­sa»

CO­ME MI­CHAEL. Ma sul­la pan­chi­na dei Bucks c'è qual­cu­no che me­glio di chiun­que al­tro può fa­re dei pa­ra­go­ni: Ja­son Kidd. Per buo­na par­te del­la sua car­rie­ra da gio­ca­to­re, si è tro­va­to di fron­te Mi­chael Jor­dan, ades­so da al­le­na­to­re ve­de Ste­ph Cur­ry. «È il Jor­dan di que­sta ge­ne­ra­zio­ne - ha sot­to­li­nea­to - ai miei tem­pi tut­ti vo­le­va­mo es­se­re co­me Mi­ke, i ra­gaz­zi­ni di og­gi in­ve­ce cre­sco­no ve­den­do Ste­ph». (roz/ecp)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.