«Un Fer­gu­son a Na­po­li»

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Napoli -

E’ sta­to il pre­si­den­te che lo ha lan­cia­to e che ora ti­fa (an­che) per il suo Na­po­li. Fa­bri­zio Cor­si, nu­me­ro uno dell’Em­po­li, pic­co­la gran­de real­tà del no­stro cal­cio, ie­ri mat­ti­na, in­ter­ve­nen­do a Ra­dio An­ch’io Sport, su Ra­diou­no, ha a lun­go par­la­to di Sar­ri: «Di­te che ora Mau­ri­zio si la­men­ta? A Em­po­li non se lo po­te­va per­met­te­re... ades­so ma­ga­ri in una di­men­sio­ne co­me Na­po­li... Pe­rò ogni tan­to qual­che bat­ti­bec­co in cam­po ce lo ave­va an­che con noi; e co­mun­que le sue so­no bat­tu­te al­la to­sca­na che spes­so ci ren­do­no sim­pa­ti­ci ma al­tre vol­te an­ti­pa­ti­ci. Sar­ri re­sta un’ico­na per noi, un per­so­nag­gio, che ades­so ha con­vin­to tut­ti, so­prat­tut­to i cal­cia­to­ri che han­no ca­pi­to che por­ta lo­ro van­tag­gio la­vo­ra­re in una cer­ta ma­nie­ra: non na­scon­do che fac­cia­mo un po’ di ti­fo per il Na­po­li». Cor­si poi ha con­ti­nua­to: «La scel­ta di Giam­pao­lo co­me suo suc­ces­so­re? Ab­bia­mo guar­da­to la qua­li­tà del suo la­vo­ro; è una per­so­na per be­ne, in­tel­li­gen­te, ha rac­col­to la fi­lo­so­fia di gio­co e ha ag­giun­to del suo: pos­ses­so pal­la e di­fe­sa al­ta, mi­glio­ran­do quel­la den­tro l’area di ri­go­re; è en­tra­to nel­la te­sta dei gio­ca­to­ri, e so­no ar­ri­va­ti i ri­sul­ta­ti. Ades­so con tut­to il ri­spet­to que­sto è l’Em­po­li di Giam­pao­lo e non più quel­lo di Sar­ri co­me po­te­va sem­bra­re all’ini­zio. L’ad­dio di Sar­ri? Qual­cu­no, nel no­stro am­bien­te, si era il­lu­so che po­tes­se di­ven­ta­re il no­stro Fer­gu­son, vi­sto co­me ama la­vo­ra­re; in­ve­ce ma­ga­ri di­ven­te­rà il Fer­gu­son del Na­po­li. Per­ché non è an­da­to al Milan? Le si­re­ne, i con­tat­ti ci so­no sta­ti, le de­ci­sio­ni pe­rò le pren­do­no i di­ri­gen­ti; cre­do sa­reb­be an­da­to vo­len­tie­ri an­che al Milan, ave­va mol­te al­ter­na­ti­ve, ho te­mu­to re­stas­se col ce­ri­no in ma­no, in­ve­ce gli è toc­ca­to una gran­de; gli so­no gra­to, so­no fe­li­ce per lui, e lo sa­rò an­co­ra di più quan­do vin­ce­rà qual­co­sa di im­por­tan­te».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.