Ma con la squa­dra si la­sciò ma­le

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Estero - E.m.

all'in­te­res­sa­men­to del­lo Uni­ted per l'ex-tec­ni­co del Chel­sea, che spin­ge­reb­be il pre­si­den­te Pe­rez a chiu­de­re su­bi­to per non ri­schia­re di ve­der sfu­ma­re l'op­zio­ne di un gra­di­to ri­tor­no. No­no­stan­te il di­sa­stro a Lon­dra, con il Chel­sea vi­ci­no al­la zo­na re­tro­ces­sio­ne, il pre­si­den­te Pe­rez con­ti­nua ad ave­re un debole per lo Spe­cial One e in una re­cen­te intervista, 48 ore pri­ma del mat­ch con il Rayo Val­le­ca­no ha am­mes­so: «Nes­su­no può pre­ve­de­re il fu­tu­ro, ma Mou­ri­n­ho ades­so no, per­ché ab­bia­mo Be­ni­tez». Pa­ro­le, quel­le su Mou, che di­mo­stra­no che for­se a Madrid il fu­tu­ro è già qui. Se per il pre­si­den­te Pe­rez, Mou­ri­n­ho è l'uo­mo giu­sto, non si può di­re al­tret­tan­to per lo spo­glia­to­io. L'ul­ti­mo an­no al­la gui­da del Real, il tec­ni­co por­to­ghe­se ave­va in­stau­ra­to un cli­ma da cac­cia al­le stre­ghe, al­la ri­cer­ca del­la spia che spif­fe­ra­va tut­to ai gior­na­li lo­ca­li. In tre sta­gio­ni al­la gui­da dei blan­cos Mou­ri­n­ho vin­se una Cop­pa del Re e una Li­ga, ma nell'ul­ti­mo an­no la cri­si in­ter­na e di ri­sul­ta­ti di­ven­ne­ro in­so­ste­ni­bi­li. Il ne­mi­co nu­me­ro uno, Ca­sil­las, or­mai non c'è più. Ma i ve­te­ra­ni me­ren­gues non ve­dreb­be­ro di buon oc­chio un Mou­ri­n­ho-bis: da Ra­mos a Ro­nal­do pas­san­do per Pe­pe, Mo­dric e ter­mi­nan­do con Ben­ze­ma che sof­fri­va per le staf­fet­te con Hi­guain. Ai mi­cro­fo­ni del­la ra­dio Ca­de­na Ser tut­to lo stu­po­re di Jor­ge Val­da­no ex-di­ret­to­re spor­ti­vo, cac­cia­to dal Real nel 2011 pro­prio per vo­le­re del por­to­ghe­se: «Il ri­tor­no di Mou­ri­n­ho al Madrid? Fa­rei fa­ti­ca a cre­der­ci e a ca­pir­lo».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.