VOL­LEY AL MAT­TI­NO CON TO­VA­GLIO­LI E FOR­CHET­TE

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Altri Sport -

Le tv pa­dro­ne del cal­cio met­to­no in me­nù una par­ti­ta di se­rie A al­le 12.30? La pal­la­vo­lo nel suo pic­co­lo ri­spon­de spo­san­do l’idea del­la tv Spor­tI­ta­lia2, che tra­smet­te la Se­rie A2 ma­schi­le, e col­lo­ca una par­ti­ta do­me­ni­ca­le al­le 11.30 del mat­ti­no. Per i ti­ra­tar­di af­fet­ti dal­la feb­bre del sa­ba­to sera si­gni­fi­ca più o me­no l’al­ba, più o me­no l’ora di co­la­zio­ne.

Do­me­ni­ca scor­sa la pri­ma por­ta­ta di que­sto nuo­vo me­nù sta­gio­na­le è sta­ta ser­vi­ta a Se­gra­te, pro­vin­cia di Mi­la­no, do­ve la squa­dra lo­ca­le ha ospi­ta­to la Ghe­rar­di di Cit­tà di Ca­stel­lo. Di­mo­stran­do uno spi­ri­to iro­ni­co che trop­po spes­so la­ti­ta sui cam­pi spor­ti­vi, gli spet­ta­to­ri del Se­gra­te Vol­ley 1978 si so­no pre­sen­ta­ti al pa­laz­zet­to con tan­to di to­va­glio­li, in­fi­la­ti nel col­lo di t-shirt e po­lo, e tra le ma­ni le clas­si­che for­chet­te. Co­me di­re, voi gio­ca­te pu­re ma fa­te in fret­ta per­chè noi di so­li­to, a que­st’ora, si pran­za.

I gio­ca­to­ri del Se­gra­te, a di­re la ve­ri­tà, han­no pro­va­to ad ac­con­ten­ta­re il pub­bli­co. Un av­vio ful­mi­nan­te, un van­tag­gio di due set a ze­ro e due mat­ch ball sul 24-22 del ter­zo set. Il 3-0 sa­reb­be sta­to per­fet­to, ga­ra chiu­sa al­le 13 in pun­to, mi­nu­to più mi­nu­to me­no.

In­ve­ce è an­da­ta a fi­ni­re che per as­se­gna­re la vit­to­ria ci so­no vo­lu­ti tut­ti e cin­que i set, Cit­tà di Ca­stel­lo ha ri­mon­ta­to e Se­gra­te ha per­so 3-2, non si sa se a cau­sa di un im­prov­vi­so at­tac­co di fa­me. Mo­ra­le del­la fa­vo­la: la par­ti­ta si è con­clu­sa al­le 14.05, do­po due ore e 15 mi­nu­ti di gio­co. Per gli spet­ta­to­ri di Se­gra­te pe­rò, la ga­ra è fi­ni­ta pri­ma: all’ora di pran­zo han­no ri­po­sto to­va­glio­li e for­chet­te e mol­ti di lo­ro han­no la­scia­to il pa­laz­zet­to, pre­fe­ren­do tor­na­re a ca­sa per il pran­zo in fa­mi­glia.

Lo sport al mat­ti­no per tan­ti an­ni è sta­ta una con­sue­tu­di­ne del­le se­rie mi­no­ri de­gli sport di squa­dra, dal cal­cio al ba­sket, al­la stes­sa pal­la­vo­lo. Po­chi ri­cor­de­ran­no, ad esem­pio, che a ca­val­lo tra gli an­ni ‘70 e ‘80 il Pa­laz­zet­to del­lo Sport di Ro­ma la do­me­ni­ca mat­ti­na era oc­cu­pa­to dal­la pallamano. Al­le 11 si al­ter­na­va­no l’El­dec ed il Ban­co­ro­ma, le squa­dre ca­pi­to­li­ne di pun­ta dell’hand­ball.

La Tv ha le sue esi­gen­ze, ma sia­mo si­cu­ri che co­strin­ge­re il pub­bli­co a sce­glie­re tra la par­ti­ta ed il pran­zo do­me­ni­ca­le sia una co­sa sag­gia? Se ne po­trà par­la­re, ma­ga­ri a co­la­zio­ne.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.