Bas­so la­scia il ci­cli­smo «Ma non c’è tri­stez­za»

Ha lot­ta­to con un tu­mo­re: «Fa­ti­co trop­po»

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Da Prima Pagina - Di An­drea Ra­maz­zot­ti

Dall’Olan­da a To­ri­no. Do­po 21 tap­pe e 3.383 chi­lo­me­tri da per­cor­re­re. La no­van­ta­no­ve­si­ma edi­zio­ne del Gi­ro d’Ita­lia è sta­ta pre­sen­ta­ta ie­ri all’Ex­po di Mi­la­no in uno show nel qua­le Ivan Bas­so ha uf­fi­cial­men­te an­nun­cia­to il suo ri­ti­ro. «Non è un gior­no tri­ste per­ché re­ste­rò in que­sto mon­do. Sto cer­can­do di ca­pi­re in qua­le ruo­lo pos­so es­se­re uti­le al­la mia squa­dra».

- Dall’Olan­da a To­ri­no. Do­po 21 tap­pe e 3.383 chi­lo­me­tri da per­cor­re­re. La no­van­ta­no­ve­si­ma edi­zio­ne del Gi­ro d’Ita­lia è sta­ta pre­sen­ta­ta ie­ri all'Ex­po di Mi­la­no in uno show nel qua­le Ivan Bas­so ha uf­fi­cial­men­te an­nun­cia­to il suo ri­ti­ro. «Non è un gior­no tri­ste per­ché re­ste­rò in que­sto mon­do. Sto cer­can­do di ca­pi­re in qua­le ruo­lo pos­so es­se­re uti­le al­la mia squa­dra (Tin­koff Sa­xo, ndr)» ha det­to con un bri­cio­lo di com­mo­zio­ne tra gli ap­plau­si di una pla­tea che ave­va ap­pe­na sco­per­to le stra­de del­la cor­sa in ro­sa. Du­ran­te l’ultimo Tour Bas­so si fer­mò per un tu­mo­re al te­sti­co­lo, poi ope­ra­to con suc­ces­so. Due vit­to­rie al Gi­ro (2006 e 2010) un se­con­do po­sto nel Tour poi tol­to ad Arm­strong per il do­ping, ma non as­se­gna­to a lui. «Pri­ma di ri­ti­rar­mi du­ran­te il Tour de Fran­ce, a lu­glio, ave­vo fat­to tan­ta fa­ti­ca in ga­ra, a quel pun­to ave­vo già ca­pi­to che era giun­to il mo­men­to di mol­la­re. La ma­lat­tia ha ac­ce­le­ra­to la mia de­ci­sio­ne, mi so­no re­so con­to che do­ve­vo da­re una svol­ta al­la mia vi­ta. A ogni spor­ti­vo suc­ce­de di do­ver di­re ba­sta. È co­me quan­do si spe­gne la lu­ce. Il ci­cli­smo è uno sport che ri­chie­de pa­rec­chie ener­gie e io de­vo pen­sa­re an­che a me stes­so, al­la mia fa­mi­glia. Di quel­le ener­gie avrò bi­so­gno in fu­tu­ro».

IL GI­RO 2016. Il via il 6 mag­gio a Apel­doorn con una cro­no in­di­vi­dua­le di 9,8 km che scat­te­rà all’in­ter­no del ve­lo­dro­mo: sa­rà la do­di­ce­si­ma vol­ta che il Gi­ro par­ti­rà dall’este­ro, la ter­za dall‘Olan­da do­po Groe­nin­gen nel 2002 e Am­ster­dam nel 2010. Do­po tre gior­ni nei Pae­si Bas­si (nel se­con­do oc­chio al ven­to...), l’ar­ri­vo nel Sud Ita­lia e lo scon­fi­na­men­to in Fran­cia per la di­ciot­te­si­ma e la di­cian­no­ve­si­ma tap­pa.

Il per­cor­so si pre­sen­ta equi­li­bra­to e mol­to va­rio, con 3 cro­no­me­tro (ma non ci sa­rà quel­la di squa­dra), 7 tap­pe per ve­lo­ci­sti, 7 di me­dia mon­ta­gna (2 avran­no l’ar­ri­vo in sa­li­ta), 4 di al­ta mon­ta­gna e 42.200 me­tri di di­sli­vel­lo (5.300 so­lo nel­la quat­tor­di­ce­si­ma tap­pa, quel­la do­lo­mi­ti­ca). L’epi­lo­go il 29 mag­gio a To­ri­no, co­me nel 1982 quan­do a trion­fa­re fu Hi­nault do­po un lun­go duel­lo con Con­ti­ni. «Io que­st’an­no ho pre­so la pri­ma ma­glia al­la quin­ta tap­pa e ho da­to un se­gna­le a tut­ti» ha ri­cor­da­to Con­ta­dor che, a me­no di sor­pre­se, non sa­rà al via per­ché in­ten­zio­na­to a con­cen­trar­si sul Tour.

COM­MEN­TI. Co­me Con­ta­dor, an­che Sa­gan non do­vreb­be par­te­ci­pa­re al Gi­ro: «Ci so­no tan­te tap­pe buo­ne per me - ha det­to -, ma la sta­gio­ne è mol­to lun­ga e de­vo par­la­re con la squa­dra». Val­ver­de in­ve­ce aspet­ta già la cro­no­ma­tro del Chian­ti: «Qua­ran­ta chi­lo­me­tri mol­to im­pe­gna­ti­vi. La di­cian­no­ve­si­ma e la ven­te­si­ma tap­pa sa­ran­no quel­le che de­ci­de­ran­no il Gi­ro».

Bas­so (37 an­ni, a de­stra) con Con­ta­dor (32)

AN­SA

Il cam­pio­ne del mon­do Pe­ter Sa­gan, 25 an­ni, e Ivan Bas­so, 37

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.