CON­TE «Fio­ren­ti­na che sor­pre­sa»

«Cam­pio­na­to friz­zan­te, que­sto av­vio vio­la era inat­te­so. Ma chi è in ri­tar­do ri­mon­te­rà»

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Fiorentina - di An­drea San­to­ni INVIATO A FI­REN­ZE

An­to­nio Con­te, un me­se e mez­zo di cam­pio­na­to tra i più sor­pren­den­ti di sem­pre. Lei co­sa ne pen­sa?

«Che è un cam­pio­na­to bel­lo, di­ver­ten­te. Cre­do che la Fio­ren­ti­na in te­sta sia una bel­la co­sa, che fa ca­pi­re quan­to sia­no im­por­tan­ti or­ga­niz­za­zio­ne, la­vo­ro, gio­ca­to­ri e tec­ni­co pre­pa­ra­ti; con que­sti in­gre­dien­ti si pos­so­no rag­giun­ge­re i gran­di tra­guar­di»

In un ag­get­ti­vo?

«Friz­zan­te. Io lo sto se­guen­do na­tu­ral­men­te con gran­de at­ten­zio­ne, con un oc­chio di ri­guar­do per i cal­cia­to­ri che so­no az­zur­ra­bi­li: al­cu­ni stan­no fa­cen­do mol­to be­ne, al­tri me­no, noi pren­dia­mo quel­lo che il cam­pio­na­to ci of­fre».

Co­me tro­va com­ples­si­va­men­te il li­vel­lo di que­sto tor­neo?

«Di­rei che si è al­za­ta la sua qua­li­tà tec­ni­ca. Ve­do un cam­pio­na­to di buo­nis­si­mo li­vel­lo; ag­giun­go che an­che chi ha ac­cu­sa­to qual­che stop ini­zia­le, tra le gran­di, se­con­do me ri­tro­ve­rà la pro­pria di­men­sio­ne e al­la fi­ne ve­dre­mo le stes­se squa­dre bat­ter­si per il ti­to­lo. Con lo­ro pe­rò ci sa­ran­no an­che cer­te bel­le sor­pre­se, e la Fio­ren­ti­na tra que­ste, che pos­so­no e po­tran­no da­re lo­ro fa­sti­dio. In­som­ma, ci aspet­ta una sta­gio­ne dal mio pun­to di vi­sta in­te­res­san­te».

C’è da di­re che gli stra­nie­ri pe­sa­no sem­pre di più nel­le ro­se ti­to­la­ri; non cer­to una bel­la no­ti­zia per la sua Na­zio­na­le.

«Que­sto è un ri­tor­nel­lo che si sen­te ri­pe­te­re da tem­po, ini­zia­to già con Ce­sa­re Pran­del­li; è una real­tà sot­to gli oc­chi di tut­ti; e io non vo­glio ri­pe­ter­lo più tut­te le vol­te, per non crea­re ali­bi. La­vo­ria­mo per ot­ti­miz­za­re il pro­dot­to e fa­cen­do qual­co­sa per far cre­sce­re gli ita­lia­ni»

Una ca­rat­te­ri­sti­ca dell’equi­li­brio crea­to­si sta nell’in­ten­si­tà di gio­co.

«Ec­co que­sta è una pa­ro­la che amo: in­ten­si­tà, sia nel­la fa­se di pos­ses­so che di non pos­ses­so. An­che io cer­co di tra­sfe­ri­re cer­ti con­cet­ti quan­do la­vo­ro con la mia Ita­lia».

Con­te, l’ha sor­pre­sa più la gran­de par­ten­za del­la Fio­ren­ti­na o il fre­no a ma­no ti­ra­to di al­cu­ne gran­di, Ju­ve in te­sta?

«Par­lia­mo­ci chia­ro: era dif­fi­ci­le pen­sa­re che i vio­la po­tes­se­ro par­ti­re co­sì be­ne: c’era ten­sio­ne in cit­tà per il mer­ca­to, per i mol­ti cam­bi, per l’al­le­na­to­re nuo­vo. In­ve­ce i nu­me­ri di­co­no che gran­de me­ri­to va al­la so­cie­tà e al tec­ni­co che han­no sa­pu­to co­strui­re qual­co­sa di mol­to po­si­ti­vo. E lo stes­so va­le per il To­ri­no, per il Sas­suo­lo, per il Na­po­li, do­po una par­ten­za un po’ co­sì; l’ho det­to, al­la lun­ga i vec­chi va­lo­ri rie­mer­ge­ran­no, ne so­no con­vin­to ma non sa­rei sor­pre­so se qual­cu­no di lo­ro, a par­ti­re dal­la Fio­ren­ti­na, ar­ri­vas­se fi­no in fon­do»

Nel Na­po­li di Sar­ri, ol­tre uno stre­pi­to­so In­si­gne, sta bril­lan­do Jor­gi­n­ho, po­ten­zia­le az­zur­ro con Pran­del­li, e con Con­te?

«Lo sto se­guen­do e mi au­gu­ro che, se do­ves­si chia­mar­lo, non ci sia lo scan­da­lo che fe­ce l’ar­ri­vo in

Na­zio­na­le di Eder...»

Un suo giu­di­zio sul Mi­lan, Mi­ha­j­lo­vic è nell’oc­chio del ci­clo­ne

«Quan­do di­co che cer­ti va­lo­ri al­la fi­ne tor­ne­ran­no in al­to mi ri­fe­ri­sco an­che al Mi­lan. Co­no­sco e sti­mo Si­ni­sa, so co­me la­vo­ra, che ca­rat­te­re ha, lui ha bi­so­gno di tem­po».

La Ju­ve, tra le mol­te dif­fi­col­tà di av­vio, ha an­che per­so Li­ch­tstei­ner, ope­ra­to di ur­gen­za al cuo­re

«Ma Ste­phan ha la tem­pra sviz­ze­ra, è un com­bat­ten­te e non mol­la; lo ri­ve­dre­mo pre­sto, do­po que­sto... ag­giu­sta­men­to».

«Stia­mo se­guen­do tut­to: tor­neo bel­lo e di­ver­ten­te. Trop­pi stra­nie­ri? La­vo­ria­mo con quel che c’è»

«Jor­gi­n­ho? Lo se­guo, se do­ves­si chia­mar­lo spe­ro non ci si scan­da­liz­zi co­me per Eder»

GETTY IMAGES

Il ct An­to­nio Con­te al la­vo­ro sul cam­po

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.