IL FU­TU­RO Il Bo­lo­gna pre­pa­ra due col­pi a gen­na­io

Ser­vo­no per­so­na­li­tà e uo­mi­ni-gol: ec­co il pia­no del club

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Bologna - Di Fu­rio Za­ra

Con­sa­pe­vo­le che il mer­ca­to esti­vo è par­ti­to con quel col­pe­vo­le ri­tar­do che con lo stra­sci­co del­le sue con­se­guen­ze (squa­dra sen­za amal­ga­ma) è og­gi una del­le cau­se dell’ultimo po­sto in clas­si­fi­ca, il Bo­lo­gna si cau­te­la per tem­po e già in que­sti gior­ni sta cer­can­do di in­qua­dra­re la ses­sio­ne di gen­na­io, per­ché far­si tro­va­re im­pre­pa­ra­ti per la se­con­da vol­ta po­treb­be co­sta­re ca­ro. Non suc­ce­de­rà. Cor­vi­no e Fe­nuc­ci so­no già al la­vo­ro. O me­glio: han­no in­di­vi­dua­to le fal­le da tap­pa­re e le cor­sie pre­fe­ren­zia­li da se­gui­re per ir­ro­bu­sti­re squa­dra e clas­si­fi­ca. La da­ta di aper­tu­ra del mer­ca­to in­ver­na­le è da­ta­ta 4 gen­na­io (con chiu­su­ra l’1 feb­bra­io), ed è me­no lon­ta­na di quan­to sem­bri. Lo san­no be­nis­si­mo i di­ri­gen­ti del Bo­lo­gna, che han­no già sti­la­to un pia­no stra­te­gi­co. pri­ma di pas­sa­re al­la fa­se ope­ra­ti­va, il pia­no pre­ve­de - co­me è sta­to ri­ba­di­to dal club in que­sti gior­ni - che un pri­mo bi­lan­cio ver­rà fat­to tra un me­se, all’ini­zio di no­vem­bre. Do­po cioè le quat­tro par­ti­te che a Ros­si do­vran­no ser­vi­re da pie­di­stal­lo per la svol­ta che tut­ti a Ca­stel­de­bo­le si au­gu­ra­no. E quin­di: Pa­ler­mo, Car­pi, In­ter e Ata­lan­ta. A quel pun­to ver­ran­no in­di­vi­dua­ti i ruo­li-chia­ve su cui con­cen­trar­si du­ran­te il mer­ca­to di gen­na­io.

C’è una cer­tez­za. Non ci sa­ran­no ri­vo­lu­zio­ni. Quel­la esti­va ha por­ta­to a Bo­lo­gna di­ciot­to gio­ca­to­ri, non c’è bi­so­gno di la­vo­ra­re su quel­la quan­ti­tà che a Ros­si sa­reb­be ser­vi­ta fin dal pri­mo gior­no di ri­ti­ro a Ca­stel­rot­to. Oc­cor­re in­ve­ce pun­ta­re sul­la qua­li­tà. E so­prat­tut­to sull’espe­rien­za. Il mer­ca­to di gen­na­io del Bo­lo­gna sa­rà mos­so da due ur­gen­ze. La pri­ma: ag­giun­ge­re espe­rien­za, pe­so spe­ci­fi­co, ca­ri­sma, per­so­na­li­tà. Do­ve? Do­ve man­ca. Un po’ dap­per­tut­to, og­gi. Ma so­prat­tut­to in mez­zo al cam­po, con i va­ri Dia­wara e Pul­gar, ma an­che Cri­se­tig e Riz­zo, che ne­ces­si­ta­no - tal­vol­ta - di es­se­re pre­si per ma­no. La se­con­da ur­gen­za è le­ga­ta al ren­di­men­to di quel gio­ca­to­re che - in teo­ria - avreb­be do­vu­to far fa­re il sal­to di qua­li­tà al Bo­lo­gna. Par­lia­mo di Mat­tia De­stro, an­co­ra la­ti­tan­te al­la vo­ce gol rea­liz­za­ti. A De­stro, co­me a Ros­si del re­sto, ver­rà con­ces­so al­tro tem­po. Il processo di cre­sci­ta del cen­tra­van­ti va a ri­len­to. Ros­si non ha an­co­ra tro­va­to l’equi­li­brio tra lui e la squa­dra. En­tram­bi (De­stro e la squa­dra) han­no bi­so­gno l’uno dell’al­tro per mar­cia­re con un al­tro pas­so. Ma la scin­til­la non si è ac­ce­sa. De­stro va­go­la, il Bo­lo­gna in­ciam­pa. So­no due en­ti­tà che in que­sto mo­men­to si ten­do­no la ma­no sen­za toc­car­si mai. In chia­ve mer­ca­to ciò si­gni­fi­ca una so­la co­sa: se De­stro - che da so­lo co­pre un ter­zo (ol­tre i 10 mi­lio­ni) de­gli in­ve­sti­men­ti esti­vi del Bo­lo­gna - non si sbloc­che­rà, il Bo­lo­gna a gen­na­io non cer­che­rà più e non so­lo un at­tac­can­te che va­da a rim­pol­pa­re il re­par­to of­fen­si­vo e che si pre­sen­ti co­me al­ter­na­ti­va all’ex Ro­ma; ma pro­ve­rà in­ve­ce a pren­de­re un cen­tra­van­ti che rie­sca nell’im­pre­sa fi­no­ra fal­li­ta da De­stro: fa­re gol. Co­sì al­la fi­ne ci si ac­cor­ge che il mer­ca­to di gen­na­io sa­rà de­ter­mi­na­to an­che (ma non so­lo) da De­stro.

L’ave­va già la­scia­to in­ten­de­re lui stes­so, se ne par­la­va già da tem­po, quel­la che all’ini­zio sem­bra­va so­lo una sug­ge­stio­ne può di­ven­ta­re una real­tà con­cre­ta, ed ora an­che il suo agen­te, Ro­bert Vi­san, di­ce chia­ro e ton­do che «Ama­dou Dia­wara mi ha...

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.