Dy­ba­la, una de­di­ca spe­cia­le per Buf­fon

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Juventus - F.bon.

- Un de­but­to at­te­so, so­gna­to, vo­lu­to. E ora die­tro l'an­go­lo. Pau­lo Dy­ba­la pren­de con­fi­den­za con l'Argentina do­po aver­la for­te­men­te in­se­gui­ta, tan­to da ri­fiu­ta­re la pro­po­sta az­zur­ra di An­to­nio Con­te. Nien­te Ita­lia, no­no­stan­te il dop­pio pas­sa­por­to per­met­tes­se l'ipo­te­si; ec­co la “Se­lec­cion”. La pri­ma chia­ma­ta da par­te del Ta­ta Mar­ti­no è ar­ri­va­ta e ora po­treb­be­ro es­ser­ci i pri­mi mi­nu­ti nel­la sfi­da con­tro l'Ecua­dor in pro­gram­ma sta­not­te, al­le 2 ora ita­lia­na, a Bue­nos Ai­res, va­li­da per le qua­li­fi­ca­zio­ni ai Mon­dia­li 2018.

La Joya non sta nel­la pel­le, co­me ha con­fer­ma­to ai mi­cro­fo­ni di Fox Sports: «De­but­ta­re con l'Argentina è uni­co, è un'emo­zio­ne gran­dis­si­ma. L'uni­co rimpianto è non con­di­vi­der­la con Mes­si». Leo in­fat­ti è in­for­tu­na­to ma ci sa­ran­no si­cu­ra­men­te al­tre oc­ca­sio­ni per duet­ta­re con il nu­me­ro 10 del Barcellona. Il fu­tu­ro in­fat­ti è tut­to dal­la par­te di Dy­ba­la che ora si gu­sta le pri­me gio­ie dif­fu­se di una sta­gio­ne ini­zia­ta in mo­do al­ta­le­nan­te. Su­bi­to a se­gno nel­la Su­per­cop­pa, poi un po' di­men­ti­ca­to da Al­le­gri con tre pan­chi­ne con­se­cu­ti­ve (Man­che­ster Ci­ty, Ge­noa e Fro­si­no­ne), tan­to che era­no sor­ti dub­bi sul­la sua ge­stio­ne da par­te dell'al­le­na­to­re, che ne ha sfrut­ta­to la sua clas­se a sin­ghioz­zo, fi­no al de­fi­ni­ti­vo ri­lan­cio. Coin­ci­so con la cre­sci­ta per­so­na­le e del­la sua in­te­sa con Mo­ra­ta, co­me si è vi­sto con­tro Si­vi­glia e Bo­lo­gna. «In que­sto mo­men­to va tut­to be­ne e de­vo rin­gra­zia­re la Ju­ve. Ave­vo Buf­fon al­la Play­sta­tion, ora è mio com­pa­gno di squa­dra...».

Po­che ore pri­ma, all'ar­ri­vo in pa­tria, ave­va già espres­so tut­ta la sua fe­li­ci­tà: «E' un mo­men­to mol­to im­por­tan­te per la mia car­rie­ra per­ché es­se­re con­vo­ca­to in Na­zio­na­le non è co­sì fa­ci­le: in que­sto pe­rio­do tut­to va be­ne e de­vo rin­gra­zia­re la Ju­ve. Far par­te del­la “Se­lec­cion” è sem­pre sta­to un mio so­gno: so­no qui per im­pa­ra­re, se gio­che­rò sa­rò con­ten­to, al­tri­men­ti da­rò una ma­no al grup­po. So­no a di­spo­si­zio­ne del ct Mar­ti­no e dei miei com­pa­gni».

L'al­tro bian­co­ne­ro con­vo­ca­to nell'Argentina, Ro­ber­to Pe­rey­ra, sal­te­rà in­ve­ce la ga­ra con l'Ecua­dor. Il «Tu­cu­ma­no» era già par­ti­to da To­ri­no con un af­fa­ti­ca­men­to mu­sco­la­re che gli ave­va fat­to sal­ta­re la sfi­da con il Bo­lo­gna; se­con­do quan­do ri­por­ta­to di me­dia ar­gen­ti­ni non sa­rà di­spo­ni­bi­le per la ga­ra di que­sta not­te a cau­sa di un «pro­ble­ma mu­sco­la­re all'an­ca de­stra». Pe­rey­ra do­vreb­be tor­na­re in­ve­ce a di­spo­si­zio­ne per la sfi­da di mar­te­dì pros­si­mo con il Pa­ra­guay.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.