Mi­lan sul cen­tra­le spun­ta De Ma­io

In cor­sa c’è an­che Ranocchia

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Da Prima Pagina - di Pie­tro Gua­da­gno MI­LA­NO

Ranocchia è l’idea che ri­sa­le al­la fi­ne del mer­ca­to esti­vo. De Ma­io, del Ge­noa, in­ve­ce, è l’ultimo no­me, sal­ta­to fuo­ri giu­sto in que­ste ore, ov­ve­ro nel mo­men­to in cui il Mi­lan ha com­pre­so la ne­ces­si­tà di ag­giun­ge­re un cen­tra­le di­fen­si­vo in vi­sta del mer­ca­to di gen­na­io. Se Ro­ma­gno­li è la cer­tez­za, per qua­li­tà ed età, al di qual­che in­cer­tez­za, man­ca in­ve­ce un part­ner che sia all’al­tez­za. Sia Ro­dri­go Ely sia Za­pa­ta, in­fat­ti, non han­no sfrut­ta­to le oc­ca­sio­ni che Mia­h­j­lo­vic ha of­fer­to lo­ro. Ades­so si ten­te­rà con Me­xes, spe­ran­do che fac­cia in tem­po a met­ter­si in con­di­zio­ne già per il mat­ch di sa­ba­to con il To­ri­no, ma sul fran­ce­se re­sta­no i dub­bi del tec­ni­co e, in ogni ca­so, il de­si­de­rio è quel­lo di fa­re una scel­ta de­fi­ni­ti­va.

SVOL­TA CON GA­SP. Ec­co per­ché tra Mi­la­nel­lo e via Al­do Ros­si si sta co­min­cian­do a va­lu­ta­re la can­di­da­tu­ra di De Ma­io, re­du­ce da un’ot­ti­ma sta­gio­ne, quel­la scor­sa, e pro­ta­go­ni­sta an­che in quel­la at­tua­le. Il Dia­vo­lo se l’è già tro­va­to di fron­te lo scor­so 27 set­tem­bre a Ma­ras­si e ne è usci­to con le os­sa rot­te, va­le a di­re con una scon­fit­ta e con l’at­tac­co a sec­co. Era ac­ca­du­to lo stes­so an­che nel cam­pio­na­to pas­sa­to (iden­ti­co 0-1), men­tre nel bli­tz ros­so­blù a San Si­ro (1-3 lo scor­so 29 apri­le), il di­fen­so­re fran­ce­se (sta per ot­te­ne­re la cit­ta­di­nan­za ita­lia­na) era ri­ma­sto se­du­to in pan­chi­na. Un’ec­ce­zio­ne per lui che con Ga­spe­ri­ni ha tro­va­to un fee­ling spe­cia­le, do­po che ini­zial­men­te il suo sbar­co al Ge­noa era sta­to con­te­sta­to dai ti­fo­si, per­ché ri­te­nu­to un ri­pie­go. Ora, in­ve­ce, non sor­pren­de che, una vol­ta na­tu­ra­liz­za­to, De Ma­io pos­sa am­bi­re al­la ma­glia az­zur­ra.

SU­SO E NIANG. Il Mi­lan ha pen­sa­to a De Ma­io an­che per il fat­to con il Ge­noa ha un ca­na­le pre­fe­ren­zia­le. Gal­lia­ni e Pre­zio­si, in­fat­ti, tro­va­no sem­pre un mo­do per ac­cor­dar­si. E il club ros­so­ne­ro ha gli “ar­go­men­ti” giu­sti da pro­por­re al pre­si­den­te ros­so­blù. Qua­li? Su­so, tan­to per co­min­cia­re, che pre­si­den­te del Ge­noa ha cor­teg­gia­to a lun­go nel cor­so dell’esta­te. Ora lo spa­gno­lo è mar­gi­ni del­le scel­te di Mi­ha­j­lo­vic e a gen­na­io è de­sti­na­to co­mun­que a la­scia­re il Mi­lan. Po­treb­be an­che es­se­re mes­so in pie­di uno scam­bio di pre­sti­ti, per poi ag­gior­nar­si la pros­si­ma esta­te. An­che per­ché, una vol­ta che Mu­noz avrà re­cu­pe­ra­to dai guai fi­si­ci che lo han­no tor­men­ta­to in que­sti ini­zio di tor­neo, Ga­spe­ri­ni avrà co­mun­que un buo­na bat­te­ria di di­fen­so­ri. Già, ma qual è la va­lu­ta­zio­ne di De Ma­io? Tra i5 e i 7 mi­lio­ni di eu­ro, quin­di tut­to som­ma­to con­te­nu­ta. Sen­za di­men­ti­ca­re che al Ge­noa sa­reb­be­ro ben fe­li­ci di “riab­brac­cia­re” per al­tri 6 me­si Niang, at­tual­men­te fer­mo ai box per una frat­tu­ra al­la ma­no. Mi­ha­j­lo­vic l’ave­va bloc­ca­to, ma non c’era an­co­ra Ba­lo­tel­li, men­tre ora, una vol­ta a po­sto, ri­schie­reb­be di gio­ca­re po­co o nul­la. In­som­ma, non sa­reb­be da esclu­de­re del tut­to un pre­sti­to-bis in ros­so­blù.

SUL­LO SFON­DO. Co­me pre­mes­so, pe­rò, il Mi­lan non ab­ban­do­na la pi­sta Ranocchia. An­che per­ché sa be­ne che il gio­ca­to­re gra­di­reb­be un tra­sfe­ri­men­to del ge­ne­re, vi­sto che gli per­met­te­reb­be di re­sta­re in una squa­dra di al­to li­vel­lo e pu­re di non cam­bia­re cit­tà. E l’In­ter che non ve­dreb­be di buon oc­chio un tra­sfe­ri­men­to si­mi­le, te­nu­to con­to dei ri­schi che si an­dreb­be­ro a cor­re­re raf­for­zan­do una ri­va­le. Po­treb­be­ro cam­bia­re le pro­spet­ti­ve ne­raz­zur­re qua­lo­ra il club di via Al­do Ros­si fos­se di­spo­sto a met­te­re sul ta­vo­lo ame­no una doz­zi­na di mi­lio­ni di eu­ro. Quel­lo, in­fat­ti, è il prez­zo mi­ni­mo e non sa­ran­no ac­cet­ta­ti pre­sti­ti o scam­bi. Il Dia­vo­lo, al­me­no per il mo­men­to, non pre­ve­de un in­ve­sti­men­to di ta­le por­ta­ta, ma in­tan­to non in­ter­rom­pe il cor­teg­gia­men­to con l’en­tou­ra­ge di Ranocchia. Del re­sto, a gen­na­io man­ca­no due me­si ab­bon­dan­ti.

Il club ros­so­ne­ro po­treb­be pro­por­re al Ge­noa per ave­re il fran­ce­se uno scam­bio con Su­so

Se­ba­stian De Ma­io, 28 an­ni, cen­tra­le del Ge­noa

LAP­RES­SE

Il fran­ce­se di ori­gi­ne ita­lia­na Se­ba­stian De Ma­io, 28 an­ni, di­fen­so­re cen­tra­le del Ge­noa

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.