Con­ta, ma più per Al­le­gri: se per­de di­ce ad­dio al ti­to­lo

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Primo Piano - A.pol.

La clas­si­fi­ca con­ta per tutt’e due, ma per la Ju­ven­tus va­le di più, mol­to di più. Se per­de, chi va a ri­pe­sca­re i bian­co­ne­ri a -11 dall’In­ter e ma­ga­ri a -13 dal­la Fio­ren­ti­na? E co­me può spe­ra­re di ri­mon­ta­re una doz­zi­na di squa­dre? I nu­me­ri del pas­sa­to so­no a suo fa­vo­re vi­sto che non per­de a San Si­ro con­tro l’In­ter da 5 par­ti­te (nel­le suc­ces­si­ve: 3 vit­to­rie e 2 pa­reg­gi), ul­ti­ma vol­ta nell’apri­le 2010. An­che il mo­men­to at­tua­le dell’In­ter non è il mas­si­mo: 5 vit­to­rie con­se­cu­ti­ve all’ini­zio, poi un pun­to con­qui­sta­to nel­le ul­ti­me due ga­re e 4 gol in­cas­sa­ti nell’ul­ti­ma a San Si­ro con­tro la Fio­ren­ti­na. Pe­rò stia­mo guar­dan­do la ga­ra dal­la par­te del­la Ju­ve, di una squa­dra che sem­bra an­co­ra non ren­der­si con­to di quan­to le stia suc­ce­den­do. In que­sto cam­pio­na­to, la Ju­ve dei 4 scu­det­ti è già an­da­ta in svan­tag­gio in 5 par­ti­te, tan­to per ci­ta­re un da­to che stra­vol­ge il pen­sie­ro più tra­di­zio­na­le sul con­to di que­sta squa­dra: era inaf­fon­da­bi­le nel­le tem­pe­ste, og­gi af­fon­da con la brez­za.

In­ter e Ju­ve se­gna­no po­co, trop­po po­co, per le ri­sor­se of­fen­si­ve di cui di­spon­go­no. Jo­ve­tic e Dy­ba­la so­no a 3 gol, il mon­te­ne­gri­no con un ri­go­re, l’ar­gen­ti­no con due. Icar­di (che quan­do in­cro­cia la Ju­ve si sca­te­na) è in­die­tro, Man­d­zu­kic è an­co­ra all’asciut­to in cam­pio­na­to. Han­no una dif­fe­ren­za-re­ti da cen­tro­clas­si­fi­ca (e in ef­fet­ti la Ju­ve è lì): In­ter +2, Ju­ve +1. Il pe­so pe­rò è qua­si tut­to su Al­le­gri, per­ché l’In­ter è se­con­da, a 2 pun­ti dal­la Fio­ren­ti­na, e so­lo po­chi me­si fa nes­su­no ci avreb­be scom­mes­so un eu­ro.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.