LOT­TA SAL­VEZ­ZA San­ni­no, tre sfi­de per re­sta­re in A

Sa­ba­to il tut­to per tut­to con­tro il Bo­lo­gna, poi Fro­si­no­ne e il Ve­ro­na: in 12 gior­ni

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Carpi - Di Mas­si­mo Boc­cuc­ci In­fo­press

Tre schiaf­fo­ni che fan­no ma­lis­si­mo, per il mo­do con cui il Car­pi l'ha pre­si in fac­cia dall'Ata­lan­ta e per le con­se­guen­ze: il ri­tor­no al­la real­tà più du­ra do­po il suc­ces­so con­tro il To­ri­no e la so­sta che avreb­be do­vu­to da­re a Bep­pe San­ni­no del­le ri­spo­ste di­ver­se e mi­glio­ri.

A Bergamo se n'è an­da­ta la lu­ce che i bian­co­ros­si ave­va­no ac­ce­so col cam­bio dell'al­le­na­to­re e po­ten­do sfrut­ta­re la pau­sa. La squa­dra che ie­ri po­me­rig­gio si è ritrovata, in vi­sta del der­by di sa­ba­to pros­si­mo al Bra­glia con­tro il Bo­lo­gna, ave­va già ben chia­ro come rea­gi­re e ri­met­ter­si su­bi­to ad al­le­nar­si a te­sta bas­sa.

San­ni­no la­vo­ra sulla te­sta per su­pe­ra­re lo choc di una bat­tu­ta d'ar­re­sto pe­san­te nel­la for­ma e nel­la so­stan­za, e in­tan­to con­fi­da di po­ter ria­ve­re com­ple­ta­men­te a di­spo­si­zio­ne Lol­lo, re­stan­do da ve­ri­fi­ca­re in­ve­ce pro­gres­si­va­men­te le con­di­zio­ni di Mar­ti­n­ho e Mar­ro­ne. Vie­ne con­si­de­ra­ta più pro­ble­ma­ti­ca la di­spo­ni­bi­li­tà di Ini­guez al­le pre­se con un pro­ble­ma al ginocchio.

San­ni­no vuo­le ve­de­re da vi­ci­no a fon­do co­sa non ha fun­zio­na­to a Bergamo. Ha pre­so no­ta de­gli er­ro­ri e del­la fa­ci­li­tà con cui

TROP­PI ER­RO­RI.

l'Ata­lan­ta ha avu­to la me­glio. Non si era cer­to il­lu­so do­po la pro­va con­tro il To­ri­no, ha sem­pre evi­den­zia­to un sa­no rea­li­smo nel pro­spet­ta­re un cammino lun­go e du­ris­si­mo per ar­ri­va­re all'obiet­ti­vo, e ades­so con il Bo­lo­gna al­le por­te e con­dan­na­to a fa­re ri­sul­ta­to per non ve­de­re an­che lì un ri­bal­to­ne in pan­chi­na, ci vuo­le il Car­pi capace di re­set­ta­re tut­to e ri­par­ti­re.

Han­no pe­sa­to trop­pi er­ro­ri, spe­cie quel­li in­di­vi­dua­li che han­no av­van­tag­gia­to gli oro­bi­ci ol­tre ogni le­ci­to ti­mo­re. Non ha po­tu­to fa­re a me­no, per esem­pio, il di­fen­so­re Ric­car­do Ga­glio­lo di ri­mar­ca­re da co­sa la squa­dra de­ve ri­co­min­cia­re. «Evi­den­te­men­te bi­so­gna da­re di più - ha det­to Ga­glio­lo -. Al­la pri­ma oc­ca­sio­ne sia­mo sta­ti pu­ni­ti da Pinilla e poi, in­ve­ce di rim­boc­car­ci le ma­ni re­stan­do in par­ti­ta, ci sia­mo per­si in cam­po. Ci sen­ti­va­mo be­ne, pen­sa­va­mo di po­ter fa­re qual­co­sa di me­glio, ma pur­trop­po la ga­ra ha pre­so una brut­ta pie­ga ed è an­da­ta ma­le».

C'è da in­ter­ve­ni­re per li­ma­re tut­to il pos­si­bi­le, per mi­glio­ra­re sul pia­no ge­ne­ra­le e nei par­ti­co­la­ri.

Ga­glio­lo ha in­di­ca­to la

CRE­SCI­TA COL­LET­TI­VA.

stra­da: «Dob­bia­mo mi­glio­ra­re tut­ti, da­re sem­pre e co­mun­que il 100%. Non ci è per­mes­so di mol­la­re, sa­pe­va­mo che l'Ata­lan­ta in at­tac­co è for­tis­si­ma e quin­di do­ve­va­mo di­fen­der­ci me­glio e non pren­de­re gol su­bi­to come pur­trop­po è già ac­ca­du­to. Se mi­glio­ria­mo nel co­prir­ci ade­gua­ta­men­te, po­tre­mo pun­ta­re a fa­re ri­sul­ta­to ovun­que per­ché in at­tac­co riu­scia­mo sem­pre a ti­ra­re fuo­ri qual­co­sa di buo­no».

Met­te­re nel mi­ri­no il der­by con il Bo­lo­gna è un do­ve­re e al Car­pi san­no quan­to que­sta tap­pa sia im­por­tan­te: ac­ca­drà tut­to il 12 gior­ni. «Ci al­le­ne­re­mo be­ne - que­sto il mo­ni­to di Ga­glio­lo - per pre­pa­ra­re una par­ti­ta in cui bi­so­gna da­re tut­to e an­che di più. Ora ci aspet­ta­no tre fi­na­li nel­la cor­sa sal­vez­za: con­tro il Bo­lo­gna, a Fro­si­no­ne mer­co­le­dì del­la pros­si­ma settimana e con­tro il Ve­ro­na il 1° no­vem­bre. E dun­que met­tia­mo­ci sot­to».

Do­po la brut­ta scon­fit­ta a Bergamo il Car­pi pro­gram­ma le tre sfi­de fon­da­men­ta­li

MAR­CA­TO­RI -

5 re­ti:

6 re­ti:

4 re­ti:

3 re­ti:

Giu­sep­pe San­ni­no, 58 an­ni, sa­ba­to la sfi­da a De­lio Ros­si

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.