Be­lin­ghe­ri c’è: Mo­de­na pron­to per il Li­vor­no

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Serie B - Di Ste­fa­no Fer­ra­ri

Al cuo­re non si co­man­da. So­prat­tut­to se pul­sa san­gue ama­ran­to, che sa di ma­re e ca­ciuc­co, ver­men­ti­no e quel ven­to che all’Ar­den­za, spes­so, spi­ra for­te. Lu­ca Be­lin­ghe­ri tor­na a ca­sa, in quel­la Li­vor­no che lo ha adot­ta­to per quat­tro an­ni e mezzo che lo ha fat­to esor­di­re in se­rie A: 92 le pre­sen­ze, 24 i gol per lui nell’espe­rien­za in ri­va al Tir­re­no: «Quan­do pas­si quat­tro an­ni e mezzo in una cit­tà e in un po­sto in cui ti sei tro­va­to mol­to be­ne, c’è un po’ di emo­zio­ne - con­fer­ma il cen­tro­cam­pi­sta di Lo­ve­re - Per me in que­sto ca­so è co­sì: con la piaz­za mi so­no la­scia­to be­ne, pen­so di aver da­to e ri­ce­vu­to tan­to». Be­lin­ghe­ri da qual­che tem­po vie­ne uti­liz­za­to part-ti­me da Cre­spo, for­se per evi­ta­re ri­ca­du­te mu­sco­la­ri: «Io so­no pron­to, non so se sa­ba­to gio­che­rò, que­sto do­ve­te chie­der­lo al tec­ni­co, io mi al­le­no sem­pre per es­se­re a di­spo­si­zio­ne e poi le scel­te le fa lui - dice - La squa­dra cre­sce: con l’Asco­li sia­mo sta­ti com­pat­ti e ci sia­mo di­fe­si be­ne riu­scen­do a ot­te­ne­re i tre pun­ti, che è la co­sa fon­da­men­ta­le. Spe­ria­mo di continuare su que­sta stra­da. Sia­mo un mix di gio­ca­to­ri esper­ti e gio­va­ni e quin­di dob­bia­mo tro­va­re l’amal­ga­ma giu­sta, stia­mo cer­can­do di ar­ri­va­re al­la con­ti­nui­tà nei ri­sul­ta­ti, Pun­tia­mo ad ot­te­ner­la il pri­ma pos­si­bi­le».

Die­ci pun­ti, a buo­ne pro­ve sen­za re­ti, si so­no so­vrap­po­ste pro­ve co­sì co­sì ma con qual­che gol all’at­ti­vo: qual è il ve­ro Mo­de­na? «Que­sta squa­dra ha gran­di mar­gi­ni di mi­glio­ra­men­to, so­prat­tut­to dal pun­to di vi­sta dei ri­sul­ta­ti, vi­sto che è ca­pi­ta­to di rac­co­glie­re me­no di quan­to si fos­se se­mi­na­to - so­stie­ne Be­lin­ghe­ri - A Li­vor­no sa­rà du­ra per­ché

CAMMINO.

«In quel­la cit­tà so­no sta­to dav­ve­ro be­ne per quat­tro an­ni. Spe­ro toc­chi an­co­ra a me»

il Pic­chi è sem­pre sta­to un cam­po dif­fi­ci­le, già dai tem­pi in cui mi­li­ta­vo in ama­ran­to, lo­ro han­no qual­che as­sen­za ma han­no an­che gio­ca­to­ri di qua­li­tà in gra­do di so­sti­tui­re de­gna­men­te i com­pa­gni che man­che­ran­no. Noi ci stia­mo al­le­nan­do mol­to que­sta settimana, vi­sto che du­ran­te la pros­si­ma, con tre par­ti­te da gio­ca­re, sa­rà più dif­fi­ci­le al­le­nar­si. Se do­ves­si se­gna­re? Cer­to, non esul­te­rò. A Li­vor­no mi so­no sem­pre tro­va­to be­ne, ma si­cu­ra­men­te sarò mol­to con­ten­to per il Mo­de­na», la sua nuo­va ca­sa.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.