DZE­KO E’ il tem­po del­la svol­ta

Il bo­snia­co tor­na ti­to­la­re 29 gior­ni do­po l’in­for­tu­nio al ginocchio: ha se­gna­to so­lo un gol, ha fret­ta di aiu­ta­re la Ro­ma

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Fiorentina-roma (ore 18) - Di Ro­ber­to Mai­da

«Ec­co Edin, ora pro­va a cal­cia­re con il de­stro». Quan­do Dze­ko lo ha fat­to, sen­za pau­ra e sen­za esi­ta­zio­ni, i me­di­ci han­no ca­pi­to: l’at­te­sa era fi­ni­ta e a qual­cu­no, a Tri­go­ria, è scap­pa­to un sor­ri­so di sol­lie­vo. Ven­ti­no­ve gior­ni do­po l’in­for­tu­nio, la Ro­ma tor­na a gio­ca­re se­con­do l’idea che l’ave­va ispi­ra­ta. Due ali, un cen­tra­van­ti d’area di ri­go­re. La Ro­ma di Dze­ko.

Dif­fi­ci­le quan­ti­fi­ca­re i dan­ni pro­vo­ca­ti dal­la sua as­sen­za. Per­ché se eli­mi­nia­mo la di­sa­stro­sa not­te di Bo­ri­sov, la Ro­ma ri­di­se­gna­ta da Ru­di Gar­cia ha vin­to due par­ti­te di cam­pio­na­to (Pa­ler­mo) e ha pa­reg­gia­to nel mo­do più stram­bo a Le­ver­ku­sen, con Dze­ko en­tra­to in sce­na do­po il gol del 3-4. Di si­cu­ro i nu­me­ri rac­con­ta­no che la Ro­ma sen­za di lui ha sof­fer­to il giu­sto. Par­lan­do so­lo di cam­pio­na­to, per­ché la Cham­pions viaggia su lo­gi­che tut­te pro­prie, con Dze­ko in cam­po so­no ve­nu­ti so­lo 8 gol su 20, dun­que il 40% del to­ta­le, no­no­stan­te il nu­me­ro di mi­nu­ti gio­ca­ti che su­pe­ra il 54%: 390 su 720. Nel­la fa­se di­fen­si­va in­ve­ce i da­ti so­no si­mi­li: 5 gol con­ces­si con Dze­ko, al­tret­tan­ti sen­za (con­cen­tra­ti in tre par­ti­te: Sas­suo­lo, Pa­ler­mo ed Em­po­li) con il so­li­to peso spe­ci­fi­co da te­ne­re a men­te (il cen­tra­van­ti è sta­to più in cam­po che fuo­ri nel­le pri­me 8 gior­na­te).

EQUI­LI­BRIO.

Si­gni­fi­ca che Dze­ko è sta­to ab­ba­stan­za inin­fluen­te in que­sto ini­zio di av­ven­tu­ra ro­ma­ni­sta. Per quan­to pos­sa sem­bra­re as­sur­do, tol­to lo splen­di­do gol se­gna­to al­la Ju­ven­tus che ha frut­ta­to 2 pun­ti in più in clas­si­fi­ca, il suo rendimento non è an­co­ra

RENDIMENTO.

sta­to ta­le da giu­sti­fi­ca­re l’en­tu­sia­smo che ave­va ac­col­to il suo ac­qui­sto. Do­po la par­ti­ta del ginocchio gi­ra­to - con­tro il Car­pi - la Ro­ma ha con­ti­nua­to a se­gna­re mol­to, sfrut­tan­do la velocità pal­la a ter­ra a cui è più abi­tua­ta, e a in­cas­sa­re tan­to, for­se trop­po per i cac­cia­to­ri di scu­det­to.

SPRINT.

Da Fi­ren­ze, dove sfi­de­rà il ri­va­le bal­ca­ni­co Ka­li­nic che ha co­min­cia­to mol­to me­glio il per­cor­so ita­lia­no, Dze­ko conta di mo­di­fi­ca­re que­sta real­tà ina­spet­ta­ta. Ave­va la­scia­to il Man­che­ster City pro­prio per sen­tir­si im­por­tan­te, anzi de­ci­si­vo, e di si­cu­ro non ha per­so un cen­te­si­mo del­le pro­prie mo­ti­va­zio­ni, come di­mo­stra l’at­teg­gia­men­to te­nu­to al­la BayA­re­na: do­po il gol di Ia­go Falque, è sta­to il pri­mo a fe­steg­gia­re il com­pa­gno a bor­do cam­po. An­che gli al­tri gio­ca­to­ri san­no che pri­ma o poi il suo ta­len­to esplo­si­vo in­cre­men­te­rà il po­ten­zia­le del­la Ro­ma. E non di po­co. Per­ché Dze­ko è un at­tac­can­te to­ta­le, di quel­li che se­gna­no e fan­no se­gna­re ma age­vo­la­no pu­re la fa­se di­fen­si­va. Nei pri­mi al­le­na­men­ti a Tri­go­ria, ve­ni­va guar­da­to con ti­mi­da cu­rio­si­tà men­tre la­vo­ra­va, come se po­tes­se in­se­gna­re qual­co­sa a tut­ti. Poi le par­ti­te han­no di­mo­stra­to che an­che un cen­tra­van­ti di al­to li­vel­lo come Dze­ko aves­se bi­so­gno di un pe­rio­do di adat­ta­men­to. For­se quel­la fa­se è ar­chi­via­ta, in­sie­me con l’in­for­tu­nio.

Ul­ti­mi due pre­ce­den­ti in ar­chi­vio con l’1-1 La sto­ria può ri­pe­ter­si

Il suo ri­tor­no da ti­to­la­re con­tro la Fio­ren­ti­na sug­ge­ri­rà a Gar­cia il re­cu­pe­ro del vec­chio si­ste­ma di gio­co, il 4-3-3. La Ro­ma cam­bie­rà per lui, in­som­ma. Un ri­schio, un az­zar­do? Non se­con­do l’al­le­na­to­re, che giu­di­ca Dze­ko una ri­sor­sa im­pre­scin­di­bi­le: «Non è un pro­ble­ma, è un’ar­ma in più». La mi­glio­re di tut­te, se il ginocchio non pian­ge più e la squa­dra gli of­fre i pro­pri ser­vi­gi.

NO SHOCK.

Una sfi­da nel­la sfi­da Ro­ma lea­der in fat­to di ti­ri dal­la ban­die­ri­na

Edin Dze­ko, 29 an­ni, non se­gna con la Ro­ma dal 30 ago­sto

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.