Ar­ri­va Joey, una toc­ca­ta e fu­ga da tren­ta mi­lio­ni

Sta­se­ra l’Inter, do­ma­ni l’as­sem­blea dei so­ci per l’ap­pro­va­zio­ne del bi­lan­cio. E c’è il pro­ble­ma de­gli am­mi­ni­stra­to­ri...

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Bologna-Inter (Ore 20.45) - gio.bu.

BO­LO­GNA -Toc­ca­ta e fu­ga per Joey Sa­pu­to, il chair­man, che sta­mat­ti­na sbar­ca a Bo­lo­gna da Mon­treal e sa­ba­to già se ne va. Tor­na in Ca­na­da. Gli Impact gio­ca­no il ri­tor­no dei play-off con­tro il To­ron­to. Ma Joey ar­ri­va pro­prio in tem­po per l'as­sem­blea dei so­ci in pro­gram­ma do­ma­ni po­me­rig­gio. Un nuo­vo cda in cui si ap­pro­ve­rà il bi­lan­cio al 30 giu­gno 2015. Ov­via­men­te in per­di­ta. Ov­via­men­te da rim­pol­pa­re. Sa­pu­to, come già era ve­nu­to fuo­ri qual­che settimana fa, met­te­rà 30 mi­lio­ni di eu­ro, per­ché que­sti ser­vo­no per an­da­re avan­ti. Ver­rà for­ma­liz­za­to più avan­ti, a tem­po de­bi­to. E' cer­to che, ai mi­lio­ni spe­si dal suo ar­ri­vo a og­gi, Sa­pu­to do­vrà met­te­re ma­no al­la bor­sa e im­met­te­re al­tro ca­pi­ta­le nel club. Per­ché la cre­sci­ta del nuo­vo Bo­lo­gna non si fer­ma cer­to qui. Anzi, pro­se­gue.

Non so­lo di au­men­to di ca­pi­ta­le si par­le­rà. In que­sto cda si di­scu­te­rà dei nuo­vi com­pen­si agli am­mi­ni­stra­to­ri. Non è esclu­so che qual­co­sa pos­sa cam­bia­re an­che nel­le ge­rar­chie, ma al mo­men­to non c'è nien­te in pre­vi­sio­ne. Det­ta­gli sol­tan­to do­ma­ni do­po la de­li­ca­ta par­ti­ta con­tro l'Inter al Dall'Ara.

STA­DIO. Ie­ri, in­tan­to, a Ca­stel­de­bo­le c'era an­che l'ar­chi­tet­to Gi­no Za­va­nel­la, l'uo­mo a cui Sa­pu­to ha af­fi­da­to il com­pi­to di realizzare i pro­get­ti di cre­sci­ta de­gli im­pian­ti e del­la lo­ro frui­zio­ne. Per ora le nuo­ve aree ospi­ta­li­tà pen­sa­te e con­cor­da­te da Joey Sa­pu­to, dall'ad Clau­dio Fe­nuc­ci e dal­lo stes­so Za­va­nel­la han­no por­ta­to un più 30% de­gli in­troi­ti ri­spet­to a pri­ma. E ades­so che i re­sty­ling ap­por­ta­ti all'im­pian­to so­no una real­tà, sor­ge il so­li­to di­lem­ma: nuo­vo im­pian­to o re­cu­pe­ro di quel­lo vec­chio? Al mo­men­to l'idea è sem­pre la stes­sa: in­ter­ve­ni­re sul Dall'Ara. Non è esclu­so che in settimana Sa­pu­to rie­sca a ve­de­re i pri­mi pro­get­ti. Og­gi, per la par­ti­ta con­tro l'Inter, apre uno spic­chio del­la Cur­va San Lu­ca. E que­sta è co­mun­que una buo­na no­ti­zia. Al Dall'Ara so­no at­te­si 25mi­la spet­ta­to­ri, nu­me­ri che ren­de­ran­no la par­ti­ta con­tro l'Inter una gran­de par­ti­ta. E poi c'è la que­stio­ne le­ga­ta a Ca­stel­de­bo­le. Al mo­men­to i la­vo­ri so­no fermi. Ma già nel­le pros­si­me settimana il club po­treb­be de­ci­de­re di ri­pren­de­re in ma­no il di­scor­so. La sal­vez­za in Se­rie A è un tra­guar­do im­pre­scin­di­bi­le, è il cen­tro di tut­to, da lì par­ti­rà il fu­tu­ro ros­so­blù.

SCHICCHI

Joey Sa­pu­to, a de­stra, as­sie­me all’ar­chi­tet­to del Dall’Ara Gi­no Za­va­nel­la

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.