Ia­chi­ni: Fat­ti trop­pi er­ro­ri

Il tec­ni­co ro­sa­ne­ro è si­cu­ro: «Il Na­po­li è da scu­det­to»

Corriere dello Sport Stadio (Nazionale) - - Napoli-palermo 2-0 - Di An­to­nio La Ro­sa

Al ter­mi­ne del­la par­ti­ta per­sa con­tro il Na­po­li al San Pao­lo per 2-0, Ia­chi­ni ana­liz­za gli er­ro­ri com­mes­si: «Do­ve­va­mo sbagliare me­no, so­prat­tut­to cer­te si­tua­zio­ni in usci­ta - am­met­te il tec­ni­co del Pa­ler­mo - Lo­ro han­no gran­di qua­li­tà. Nel­la ri­pre­sa sia­mo arrivati più vol­te al li­mi­te dell’area, ma sba­glian­do sem­pre l’ul­ti­mo pas­sag­gio. Se vie­ni a Na­po­li e non fai al­me­no un gol di­ven­ta du­ra far ri­sul­ta­to, per­ché quan­do si al­lun­ga­no le squa­dre lo­ro ti pos­so­no far ma­le ad ogni azio­ne». Più meir­ti al Na­po­li o più de­me­ri­ti al Pa­ler­mo? «Cre­do sia­no sta­ti bra­vi lo­ro a non con­ce­der­ci nien­te, chiu­den­do­ci le li­nee di pas­sag­gio». In­fi­ne Ia­chi­ni lo­da Sar­ri: «L’an­no scor­so il Na­po­li era pe­ri­co­lo­so, ma per­de­va spes­so equi­li­brio die­tro e non por­ta­va a ca­sa il ri­sul­ta­to. Con Sar­ri è mi­glio­ra­to an­che sot­to que­sto aspet­to e lot­te­rà per lo scu­det­to fi­no al­la fi­ne». E poi c’è Hi­guain: «Uno dei pri­mi cinque at­tac­can­ti al mon­do. Lui non ti­ra sem­pli­ce­men­te in porta, mi­ra gli an­go­li».

Ol­tre al cal­cio gio­ca­to, il Pa­ler­mo è ri­ma­sto vi­gi­le sul mer­ca­to. La prio­ri­tà, in oc­ca­sio­ne del­la "fi­ne­stra" di gen­na­io, è l'ac­qui­sto di un at­tac­can­te. Ser­ve un rin­for­zo che, in at­te­sa del re­cu­pe­ro di Djur­d­je­vic, pos­sa in­te­gra­re un re­par­to in cui al mo­men­to c'è so­lo Gi­lar­di­no come ve­ro cen­tra­van­ti di ruo­lo. I di­ri­gen­ti ro­sa­ne­ro tor­ne­ran­no al­la ca­ri­ca per Trot­ta dell'Avel­li­no se­gui­to con in­si­sten­za da tem­po.

VI­GI­LI SUL MER­CA­TO.

I ri­flet­to­ri, in ogni ca­so, non so­no pun­ta­ti so­lo sul fron­te of­fen­si­vo. An­che a cen­tro­cam­po, ad esem­pio, po­treb­be­ro na­sce­re i pre­sup­po­sti per qual­che mo­vi­men­to in en­tra­ta. Uno dei pro­fi­li com­pa­ti­bi­li con le ri­chie­ste dei ro­sa lo ha sve­la­to

SEN­SI.

il di­ret­to­re dell'area tec­ni­ca del Ce­se­na, Fo­schi, in­ter­ve­nu­to ai mi­cro­fo­ni del­la tra­smis­sio­ne "La Zan­za­ro­sa" su Ra­dio Sprint: «C'è un pro­dot­to del no­stro vi­va­io sul qua­le scom­met­te­rei ad oc­chi chiu­si e che con­si­de­ro uno dei pro­spet­ti più in­te­res­san­ti del pa­no­ra­ma cal­ci­sti­co ita­lia­no. Si trat­ta di Sen­si, un clas­se '95 (re­gi­sta pa­ra­go­na­bi­le a Ver­rat­ti, ndr) del qua­le ho già par­la­to con Zam­pa­ri­ni».

In ca­sa ro­sa­ne­ro re­sta d'attualità an­che il ca­pi­to­lo rin­no­vi. In at­te­sa di no­vi­tà le­ga­te al fu­tu­ro di al­cu­ni gio­ca­to­ri come Sor­ren­ti­no e La­zaar, nei pros­si­mi gior­ni è pre­vi­sto un in­con­tro con l'agen­te di Quai­son per af­fron­ta­re il te­ma re­la­ti­vo al pro­lun­ga­men­to fi­no al 2020 del con­trat­to in sca­den­za nel 2017.

RIN­NO­VI.

Ia­chi­ni, 51 an­ni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.