Ne­né lan­cia il Ca­glia­ri «Che cop­pia con Thia­go!»

Corriere dello Sport - - Calcio - Di Giu­sep­pe Ami­sa­ni (Hg/can­nas)

CA­GLIA­RI - At­tac­co a rit­mo di sam­ba per il Ca­glia­ri che è pron­to a lan­cia­re la cop­pia Ne­nè-Thia­go Ri­bei­ro all'as­sal­to del pros­si­mo cam­pio­na­to. Al pri­mo toc­che­rà il ruo­lo di chioccia per il se­con­do che do­vrà ave­re il suo tem­po per am­bien­tar­si e cer­ca­re di strap­pa­re il po­sto in squa­dra no­no­stan­te una con­cor­ren­za mol­to ag­guer­ri­ta, ma Ne­nè è pron­to a scom­met­te­re sul suo con­na­zio­na­le che fi­no ad ora ave­va in­cro­cia­to so­lo da av­ver­sa­rio. CHE COP­PIA - «Cre­do che il Ca­glia­ri ab­bia fat­to un buon ac­qui­sto e so­no si­cu­ro che Thia­go Ri­bei­ro pos­sa an­da­re lon­ta­no nel cam­pio­na­to ita­lia­no. Quan­do gio­ca­vo nel San­ta Cruz lui era nel San Pao­lo e per­dem­mo per tre a uno. In quel­la ga­ra lui rea­liz­zò una dop­piet­ta. E' un at­tac­can­te al qua­le pia­ce par­ti­re da ester­no per cer­ca­re di ac­cen­trar­si e pro­va­re la con­clu­sio­ne, ve­lo­ce e abi­le tec­ni­ca­men­te» . Al­la ter­za sta­gio­ne in Sar­de­gna, Ne­nè or­mai si è fat­to un'idea ab­ba­stan­za pre­ci­sa del no­stro cal­cio: «Pen­so so­lo ad aiu­ta­re il Ca­glia­ri a vin­ce­re tut­te le par­ti­te. Pro­prio tut­te? Beh se è pos­si­bi­le sì, que­sto è sem­pre il no­stro ob­biet­ti­vo. Poi a vol­te non ci rie­sci ma l'im­por­tan­te è aver­ci pro­va­to in tut­te le oc­ca­sio­ni» . Per un Atle­ta di Cri­sto co­me lui non de­ve es­se­re sta­to il mas­si­mo pen­sa­re ad una cop­pia of­fen­si­va for­ma­ta con un con­na­zio­na­le che di so­pran­no­me fa "El Dia­blo", ma Ne­nè pre­fe­ri­sce pen­sa­re so­lo al cam­po. «Il dia­vo­lo di si­cu­ro non mi pia­ce, ma cre­do che Thia­go sia un buon gio­ca­to­re. Il suo so­pran­no­me glie­lo ha mes­so un ra­gaz­zo che ha rac­col­to tut­ti i suoi gol in un vi­deo e ha de­ci­so di chia­mar­lo co­sì...» . Ne­né si rat­tri­sta so­lo quan­do

Ne­nè, 28 an­ni fal­li­sce i gol: «Con­tro l'Al­bi­nolef­fe ho sba­glia­to trop­po e per que­sto quan­do ho se­gna­to qua­si non ho esul­ta­to. De­vo mi­glio­ra­re di più per­ché ci sa­ran­no del­le par­ti­te in cui non avrai tut­te quel­le oc­ca­sio­ni e sa­rà fon­da­men­ta­le riu­sci­re a far gol quan­do hai la pos­si­bi­li­tà» . IL CAM­PIO­NA­TO - Esor­dio ri­man­da­to e per ora Ne­nè si de­ve ac­con­ten­ta­re di fa­re la gui­da tu­ri­sti­ca al Thia­go Ri­bei­ro in at­te­sa che ar­ri­vi la pri­ma (se­con­da) gior­na­ta. «Sia­mo an­da­ti in gi­ro e gli è su­bi­to pia­ciu­ta la cit­tà. Ab­bia­mo fat­to tap­pa in qual­che ri­sto­ran­te bra­si­lia­no e mi è sem­bra­to con­ten­to di co­me stan­no an­dan­do le co­se an­che con la squa­dra» . Ci sa­rà da su­da­re per ot­te­ne­re il po­sto, ma que­sto di­scor­so va­le an­che per l'uni­co at­tac­can­te su­per­sti­te ri­spet­to al­la pas­sa­ta sta­gio­ne. «Sia­mo in cin­que e tut­ti so­no dei bra­vi at­tac­can­ti, ma nes­su­no par­te co­me ti­to­la­re. Dob­bia­mo di­mo­stra­re al mi­ster che pos­sia­mo ave­re la sua fi­du­cia e chi lo me­ri­te­rà an­drà in cam­po. E' cam­bia­to qual­co­sa ri­spet­to a Do­na­do­ni per­ché ora gio­chia­mo con tre pun­te e que­sto mo­du­lo mi pia­ce per­ché ab­bia­mo più so­lu­zio­ni. Io de­vo gio­ca­re al cen­tro, fa­re la spon­da e cer­ca­re la con­clu­sio­ne, ma ci so­no va­rie al­ter­na­ti­ve» . Il fat­to che ac­can­to a lui po­treb­be gio­ca­re uno che par­la la stes­sa lin­gua ren­de­reb­be le co­se più sem­pli­ci an­che se Ne­nè non è cer­to ti­po da per­de­re trop­po tem­po con le pa­ro­le, pre­fe­ren­do di gran lun­ga i fat­ti sul cam­po. «Mi tro­vo be­ne con Thia­go per­ché con lui par­lia­mo por­to­ghe­se, ma an­che con Lar­ri­vey tra ita­lia­no e spa­gno­lo. Un po' me­no con El Ka­bir che per­ché in in­gle­se non è sem­pli­ce, ma quan­do si gio­ca l'in­te­sa si tro­va con po­che pa­ro­le» .

«Lo co­no­sco, è ve­lo­ce e abi­le, un ac­qui­sto az­zec­ca­to. Con lui già mi ca­pi­sco al vo­lo. Ma con quel so­pran­no­me...»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.