Corriere dello Sport

Ora per gio­ca­re bi­so­gna ave­re 13 cal­cia­to­ri

- Di Gior­gio Ma­ro­ta

I NA­ZIO­NA­LI. Tut­to ov­via­men­te è in di­ve­ni­re. An­che la ge­stio­ne dei na­zio­na­li, che tec­ni­ca­men­te do­po la par­ti­ta sa­reb­be­ro do­vu­ti par­ti­re nei ri­spet­ti­vi ri­ti­ri. Tutt'al­tro che da esclu­de­re pe­rò che in que­sto caso pos­sa­no es­se­re evi­ta­ti quan­to­me­no i tra­di­zio­na­li spo­sta­men­ti not­tur­ni, per aspet­ta­re ul­te­rio­ri con­trol­li e pro­se­gui­re l'iso­la­men­to fi­du­cia­rio al J Ho­tel: un di­scor­so che do­vreb­be va­le­re per gli Az­zur­ri co­me per tut­ti gli al­tri.

AZZURRINI FER­MI. Non so­lo Ju­ve-Na­po­li. A fer­mar­si in­tan­to è l’at­ti­vi­tà del­la Na­zio­na­le Un­der 20 e Un­der 19, in via pre­cau­zio­na­le so­no sta­ti in­fat­ti in­via­ti gli sta­ge in pro­gram­ma que­sta set­ti­ma­na che si sa­reb­be­ro do­vu­ti svol­ge­re all’Ac­qua­ce­to­sa di Roma e al Cen­tro Spor­ti­vo No­va­rel­lo di No­va­ra, «Al fi­ne di li­mi­ta­re gli spo­sta­men­ti dei cal­cia­to­ri e de­gli staff, sen­za con­se­guen­ze per l’at­ti­vi­tà in­ter­na­zio­na­le». Gli sta­ge sa­ran­no ri­pro­gram­ma­ti.

ROMA - Il pro­to­col­lo del­la Fe­der­cal­cio per i pro­fes­sio­ni­sti pre­ve­de che il grup­po-squa­dra si sot­to­pon­ga a un tam­po­ne 48 ore pri­ma di cia­scu­na par­ti­ta di cam­pio­na­to. La Fi­gc ha ot­te­nu­to una ri­du­zio­ne del nu­me­ro dei te­st mo­le­co­la­ri (da giu­gno ad ago­sto le so­cie­tà era­no ob­bli­ga­te a un ci­clo ogni quat­tro gior­ni) dal Co­mi­ta­to tec­ni­co scien­ti­fi­co del go­ver­no. In caso di po­si­ti­vi­tà di un cal­cia­to­re il ri­fe­ri­men­to è la cir­co­la­re del Mi­ni­ste­ro del­la Sa­lu­te del 18 giu­gno 2020 in cui si di­spo­ne l'iso­la­men­to del con­ta­gia­to, la som­mi­ni­stra­zio­ne di nuo­vi te­st per i com­pa­gni e, so­la­men­te in caso di tam­po­ni con esi­to ne­ga­ti­vo per tut­ti gli al­tri com­po­nen­ti del grup­po, la ri­pre­sa de­gli al­le­na­men­ti e la pos­si­bi­li­tà (so­lo per i "ne­ga­ti­vi") di gio­ca­re le par­ti­te. Ma la squa­dra re­sta co­mun­que in qua­ran­te­na per 14 gior­ni e a fi­ne mat­ch do­vrà tor­na­re in ri­ti­ro. Se il con­ta­gio av­vie­ne a ri­dos­so del­la par­ti­ta, si de­vo­no ri­fa­re i con­trol­li e ave­re i ri­sul­ta­ti en­tro quat­tro ore dal cal­cio di ini­zio.

Do­po i ca­si di po­si­ti­vi­tà nel Ge­noa la Le­ga Se­rie A ha pub­bli­ca­to un co­mu­ni­ca­to: si gio­ca sem­pre, pur­ché (fat­ti sal­vi even­tua­li prov­ve­di­men­ti sta­ta­li o lo­ca­li) un club ab­bia a di­spo­si­zio­ne al­me­no 13 cal­cia­to­ri (di cui un por­tie­re) co­me del re­sto pre­ve­de il pro­to­col­lo Ue­fa; se non riu­sci­rà a schie­rar­ne 13, per­de­rà a ta­vo­li­no sen­za ul­te­rio­ri pe­na­liz­za­zio­ni. Se la po­si­ti­vi­tà di die­ci o più cal­cia­to­ri si pro­trae in­ve­ce per 7 gior­ni con­se­cu­ti­vi, la ga­ra vie­ne rin­via­ta. Il rin­vio (a de­ci­de­re la nuo­va da­ta è il pre­si­den­te di Le­ga) è con­ces­so una so­la vol­ta nel cor­so del­la sta­gio­ne.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy