Corriere dello Sport

Il lam­po di Pe­dro sve­glia la Roma

A Udine il pri­mo suc­ces­so del­la ge­stio­ne Frie­d­kin L’ex Ba­rça: «Lo scu­det­to è dif­fi­ci­le, non im­pos­si­bi­le»

- Di Gui­do D’Ubal­do Sports · Soccer · Rome · Udinese Calcio · Udine · Juventus F.C. · Ibanez

La Roma vin­ce la pri­ma par­ti­ta di que­sto cam­pio­na­to gra­zie a un gol di Pe­dro, uno dei nuo­vi ac­qui­sti, ar­ri­va­to pri­ma del pas­sag­gio del­la so­cie­tà a Dan Frie­d­kin, an­che ie­ri in tri­bu­na con il fi­glio Ryan. E’ la pri­ma vit­to­ria del­la lo­ro ge­stio­ne ma non è sta­ta fa­ci­le, an­zi, la Roma ha fa­ti­ca­to tan­tis­si­mo a sbloc­ca­re il ri­sul­ta­to e al­la fi­ne ha su­bi­to l’as­sal­to di­spe­ra­to dell’Udi­ne­se, uni­ca squa­dra in se­rie A an­co­ra a sec­co di gol e fer­ma a ze­ro pun­ti in clas­si­fi­ca. La squa­dra friu­la­na non era mai par­ti­ta co­sì ma­le ne­gli ul­ti­mi die­ci an­ni nel mas­si­mo cam­pio­na­to. Per Fon­se­ca è ar­ri­va­ta una vit­to­ria pre­zio­sa, in un pe­rio­do di gran­di pres­sio­ni, con i dub­bi che per­man­go­no sul­la so­li­di­tà del­la sua pan­chi­na. Nel­la tra­sfer­ta di Udine di po­si­ti­vo ci so­no so­lo i tre pun­ti, che do­vreb­be­ro con­sen­ti­re di ar­ri­va­re al­la so­sta sen­za scos­so­ni. Ma c’è sta­to un pas­so in­die­tro ri­spet­to al­la par­ti­ta con­tro la Ju­ven­tus sul pia­no del gio­co.

DIF­FI­COL­TÀ IN AT­TAC­CO. Fon­se­ca ha con­fer­ma­to la squa­dra che ave­va pa­reg­gia­to con­tro la Ju­ven­tus, con San­ton ester­no a de­stra e Spi­naz­zo­la a si­ni­stra. L’ex ju­ven­ti­no si è con­fer­ma­to mol­to in­si­dio­so nel­le di­sce­se, è il di­fen­so­re che rie­sce a met­te­re in mez­zo all’area più cross di tut­to il cam­pio­na­to. L’Udi­ne­se ha do­vu­to fa­re a me­no di di­ver­si ti­to­la­ri e Got­ti ha pre­fe­ri­to l’ex Oka­ka al po­sto di Ne­sto­ro­v­ski. La Roma è an­da­ta su­bi­to a pres­sa­re al­to la squa­dra friu­la­na, che ha aspet­ta­to i gial­lo­ros­si, per ri­par­ti­re cer­can­do di sfrut­ta­re la ve­lo­ci­tà di La­sa­gna. Dze­ko si è mos­so mol­to per la­scia­re gli spa­zi a Pe­dro e Mkhi­ta­ryan, ma ha fa­ti­ca­to tan­to per li­be­rar­si al ti­ro. La Roma ha fat­to la par­ti­ta dai pri­mi mi­nu­ti, eser­ci­tan­do un pos­ses­so pal­la (che nel pri­mo tempo ha rag­giun­to an­che il 63 per cen­to), sen­za riu­sci­re a con­cre­tiz­za­re. La squa­dra di Fon­se­ca ha fa­ti­ca­to a crea­re oc­ca­sio­ni da gol (7 a 2 in fa­vo­re dell’Udi­ne­se), la ma­no­vra è sta­ta len­ta, gli at­tac­can­ti so­no ri­ma­sti trop­po fer­mi e le con­clu­sio­ni so­no ar­ri­va­te so­lo da lon­ta­no. L’Udi­ne­se ha te­nu­to la di­fe­sa bloc­ca­ta e ha con­ces­so po­co al­la Roma.

L’UDI­NE­SE RECRIMINA. E’ sta­ta la squa­dra di Got­ti la più pe­ri­co­lo­sa in tut­ti i no­van­ta mi­nu­ti, per­chè La­sa­gna e De Paul, con i suoi in­se­ri­men­ti, so­no riu­sci­ti a sfrut­ta­re gli spa­zi che i gial­lo­ros­si la­scia­va­no tra la di­fe­sa e il cen­tro­cam­po. La­sa­gna è an­da­to vi­ci­no al gol dal limite, con Mi­ran­te che ha de­via­to in an­go­lo, ma pro­prio al­lo sca­de­re del pri­mo tempo la squa­dra di Fon­se­ca ha ri­schia­to di ca­pi­to­la­re, quan­do sem­pre La­sa­gna - in­fa­sti­di­to dal ri­tor­no di Iba­nez - ha tro­va­to an­co­ra il por­tie­re del­la Roma pron­to e su­gli svi­lup­pi dell’azio­ne Pe­rey­ra con un pal­lo­net­to si è vi­sto de­via­re il pal­lo­ne da Man­ci­ni a un pas­so dal­la por­ta. La Roma nei pri­mi 45 mi­nu­ti ha pro­dot­to so­lo un ti­ro di Mkhi­ta­ryan pa­ra­to fa­cil­men­te da Mus­so e un’al­tra in­cre­di­bi­le oc­ca­sio­ne fal­li­ta da Dze­ko (do­po le due con­tro la Ju­ven­tus) che ha cal­cia­to al­to da­van­ti a Mus­so. Pel­le­gri­ni ha la­vo­ra­to mol­to, par­ten­do dal cen­tro­cam­po, det­tan­do i tem­pi e cer­can­do gli in­se­ri­men­ti in area. Sul cen­tro­ca­pi­sta c’è sta­to un fal­lo da ri­go­re di Ar­slan all’ini­zio del­la ri­pre­sa, che Abis­so non ha vi­sto. Po­co do­po, al 10', La Roma è riu­sci­ta a sbloc­ca­re il ri­sul­ta­to gra­zie al pri­mo gol in gial­lo­ros­so di Pe­dro, che ha sfrut­ta­to un er­ro­re in usci­ta di Be­cao e dal limite ha bef­fa­to con un gran ti­ro Mus­so. A quel pun­to l’Udi­ne­se ha do­vu­to for­za­re e ha al­za­to il ba­ri­cen­tro. Con i cam­bi Got­ti ha re­so più of­fen­si­va la squa­dra, chiu­den­do con un 3-4-3, con Ne­sto­ro­v­ski vi­ci­no a Oka­ka e La­sa­gna. Gli at­tac­can­ti dell’Udi­ne­se han­no sba­glia­to tan­to, Mi­ran­te ha fat­to un pa­io di pa­ra­te im­por­tan­ti, di­mo­stran­do di me­ri­ta­re il ruo­lo di ti­to­la­re. Al­la fi­ne al­la Roma re­sta­no i tre pun­ti e i li­mi­ti sul pia­no del gio­co.

 ??  ??
 ?? LA­PRES­SE ?? Il gran gol di Pe­dro (di spal­le, con il n. 11) che ha da­to al­la Roma la pri­ma vit­to­ria
LA­PRES­SE Il gran gol di Pe­dro (di spal­le, con il n. 11) che ha da­to al­la Roma la pri­ma vit­to­ria

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy