Corriere dello Sport

«La Ter­na­na? Più for­te di pri­ma»

L’AL­LE­NA­TO­RE ROSSOVERDE ASPET­TA FI­DU­CIO­SO IL MAT­CH COL PA­LER­MO

- di Mas­si­mo Boc­cuc­ci Sports · Ternana Calcio · Palermo · Serie B · Calcio Catania · SSC Bari · Bari · Pagani · Società di Calcio Palermo · Catania · Avellino

Il col­po a Pa­ga­ni e quel­lo sul mer­ca­to con il ri­tor­no di Pa­lum­bo che si è con­cre­tiz­za­to do­po tan­ta at­te­sa, co­sì Cri­stia­no Lu­ca­rel­li aspet­ta il Pa­ler­mo og­gi al Li­be­ra­ti esi­ben­do lo sta­to d'ani­mo mi­glio­re: «Mer­ca­to da 9, la so­cie­tà ha fat­to il mas­si­mo per ac­con­ten­tar­mi nei li­mi­ti del­le no­stre pos­si­bi­li­tà e del­la vo­lon­tà de­gli al­tri di as­se­con­dar­ci. So­no sod­di­sfat­to, ora la pa­ro­la va al cam­po per­ché un con­to è la teo­ria e un al­tro i ri­sul­ta­ti. So­no cu­rio­so di ve­de­re all'ope­ra chi ab­bia­mo pre­so e chi ri­ma­ne». Non ha dub­bi il tec­ni­co rossoverde: «In que­ste con­di­zio­ni sia­mo più com­pe­ti­ti­vi di quan­to era­va­mo pri­ma. For­se man­ca qual­co­sa in mez­zo, abi­tua­to a due, ma non si può pren­de­re se non c'è la di­spo­ni­bi­li­tà de­gli al­tri a ce­de­re».

La Ter­na­na sa che con­tro il Pa­ler­mo tra vec­chi e nuo­vi cam­bia po­co per­ché con­ta già tan­to, dal bla­so­ne a tut­to il re­sto. «Vie­ne a Ter­ni con la men­ta­li­tà giu­sta - os­ser­va il tec­ni­co - e le mi­glio­ri mo­ti­va­zio­ni. Dob­bia­mo at­ten­der­ci quel­lo che ci aspet­ta­va con la Pa­ga­ne­se: in­ve­ce di es­se­re ag­gre­di­ti, ab­bia­mo ag­gre­di­to noi. Tra i ro­sa­ne­ro il ve­ro gio­ca­to­re che fa la dif­fe­ren­za è Bo­sca­glia. Han­no fat­to un mer­ca­to in­tel­li­gen­te con gio­ca­to­ri for­ti di ca­te­go­ria e in­ne­sti dal­la Se­rie B. Co­no­sco­no il cam­pio­na­to e san­no a co­sa van­no in­con­tro».

LA LUN­GA LI­STA DEL­LE FA­VO­RI­TE. A gio­chi fat­ti, il gi­ro­ne vi­sto da Lu­ca­rel­li è an­co­ra più for­te: «Mi sem­ba che han­no la­vo­ra­to be­ne sot­to trac­cia Ca­ta­nia e Ca­tan­za­ro, ac­can­to a lo­ro met­to quel­le che tut­ti dan­no co­me si­cu­re pro­ta­go­ni­ste, dall'Avel­li­no al Pa­ler­mo, dal Ba­ri al­la Ter­na­na». Ro­sa ab­bon­dan­te, im­ba­raz­zo nel­le scel­te: «Io so­no per l'ab­bon­dan­za che fa di­ven­ta­re al­le­nan­te al me­glio pu­re l'al­le­na­men­to gior­na­lie­ro. Do­ve c'è con­cor­ren­za, c'è qua­li­tà. Pur­trop­po si sa fin dall'ini­zio che qual­cu­no re­sta fuo­ri, noi l'ave­va­mo già pro­spet­ta­to ai di­ret­ti in­te­res­sa­ti».

CO­SA BI­SO­GNA ASPET­TAR­SI. Lu­ca­rel­li si aspet­ta mol­to da que­sto ban­co di pro­va con la pos­si­bi­li­tà di sce­glie­re a ruo­ta li­be­ra: «Non esclu­do di ri­par­ti­re con la me­de­si­ma for­ma­zio­ne di Pa­ga­ni, per­ché han­no fat­to tut­ti be­ne. Se qual­cu­no non do­ves­se ave­re com­ple­ta­men­te re­cu­pe­ra­to la fa­ti­ca di una ga­ra di­spu­ta­ta po­chi gior­ni fa, po­trei met­te­re ele­men­ti fre­schi per ave­re quel­lo sprint in più che vo­glia­mo all'ini­zio del­la par­ti­ta. De­ci­de­rò do­po aver par­la­to con i ra­gaz­zi».

Po­chi gli as­sen­ti: «Sal­za­no tor­ne­rà ad al­le­nar­si la pros­si­ma set­ti­ma­na, men­tre Fer­ran­te ri­sul­ta gua­ri­to dall'eco­gra­fia ma con­ti­nua ad av­ver­ti­re pro­ble­mi all'an­ca e ha fat­to nuo­vi ac­cer­ta­men­ti».

 ?? MO­SCA ?? Cri­stia­no Lu­ca­rel­li
MO­SCA Cri­stia­no Lu­ca­rel­li

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy