Corriere dello Sport

Tre­vi­san, fi­ni­sce qui la fa­vo­la più bel­la

La ca­val­ca­ta di Mar­ti­na si è con­clu­sa ai quar­ti di fi­na­le La po­lac­ca Swia­tek vin­ce fa­ci­le in due set. Ma per l’ita­lia­na so­lo ap­plau­si

- Di Ma­rio Vig­gia­ni Sports · Simona Halep · Paris · Camila Giorgi · Roland Garros · Eugénie Bouchard

Una qua­li­fi­ca­ta den­tro, una fuo­ri: co­sì so­no an­da­te le co­se ie­ri nei quar­ti del tor­neo fem­mi­ni­le al Ro­land Gar­ros. Pur­trop­po per l’Ital­ten­nis la qua­li­fi­ca­ta che con­ti­nua l’av­ven­tu­ra nel­lo Slam pa­ri­gi­no è l’ar­gen­ti­na Na­dia Po­do­ro­ska e non Mar­ti­na Tre­vi­san, la qua­le in­ve­ce è sta­ta eli­mi­na­ta da Iga Swia­tek, la 19en­ne po­lac­ca che ne­gli ot­ta­vi era sta­ta ca­pa­ce di but­ta­re fuo­ri Si­mo­na Ha­lep, nu­me­ro 1 del ta­bel­lo­ne, con­ce­den­do­le pe­ral­tro ap­pe­na tre ga­me. È fi­ni­ta 6-3 6-1 in 1h18' per la Swia­tek, che quin­di nep­pu­re al­la Tre­vi­san ha con­ces­so un set: stes­sa sor­te toc­ca­ta in pre­ce­den­za a Mar­ke­ta Von­drou­so­va, Su Wei Hsieh, Eu­ge­nie Bou­chard e ap­pun­to al­la Ha­lep. Dav­ve­ro im­pla­ca­bi­le, l’ere­de di Agniesz­ka Rad­wan­ska: s’è da­ta due an­ni per en­tra­re nel­le Top Ten e vin­ce­re qual­co­sa di im­por­tan­te, i pre­sup­po­sti ci so­no tut­ti e gli stu­di uni­ver­si­ta­ri pro­ba­bil­men­te do­vran­no aspet­ta­re. Il gran la­vo­ro del­la sua men­tal coa­ch Da­r­ja Abra­mo­wicz sta ot­te­nen­do ec­cel­len­ti ri­sul­ta­ti: Iga in cam­po ci sa sta­re an­che con la te­sta, co­me ha di­mo­stra­to ie­ri do­po le mi­ni­me sma­nie di ini­zio mat­ch.

LA PAR­TI­TA. Pron­ti, via, e la Tre­vi­san è scat­ta­ta dai bloc­chi nel mi­glio­re dei mo­di: ha ot­te­nu­to su­bi­to il break, è an­da­ta 2-0 e poi an­co­ra 3-1. So­lo che poi lì è ri­ma­sta. Nei pri­mi ga­me, pre­ci­sa e in­ci­si­va, Mar­ti­na ha sfrut­ta­to al me­glio la fret­ta del­la Swia­tek, che cer­ca­va so­lu­zio­ni ra­pi­de so­prat­tut­to sul suo tur­no di bat­tu­ta, sen­za pe­rò tro­va­re il pun­to con la con­se­cu­tio ser­vi­zio-pri­mo col­po.

La po­lac­ca de­ve aver ca­pi­to che co­sì non sa­reb­be an­da­ta da nes­su­na par­te e al­lo­ra s’è mes­sa me­no fret­ta: il drit­to s’è fat­to più pro­fon­do e pe­san­te, il ro­ve­scio a due ma­ni è tor­na­to le­ta­le, e Iga è sa­li­ta in cat­te­dra, sen­za la­scia­re più un ga­me al­la Tre­vi­san. Sul 5-3 per la po­lac­ca, Mar­ti­na s’è an­che gua­da­gna­ta due pal­le per il con­tro­break ma non le ha sfrut­ta­te e al ter­zo set-point Iga l’ha ca­sti­ga­ta ine­so­ra­bil­men­te, gra­zie an­che a qual­che in­cer­tez­za fa­ta­le del­la no­stra.

Sull’ab­bri­vio dei cin­que ga­me di fi­la, la Swia­tek ha pro­se­gui­to co­me un tre­no in pie­na cor­sa an­che nel se­con­do set: al­tri tre ga­me vin­ti con­se­cu­ti­va­men­te e 3-0 con un dop­pio break per lei, bra­va a ve­ni­re a ca­po an­che de­gli scam­bi più lun­ghi, sen­za più al­cun cen­no di fret­ta.

La Tre­vi­san ha cer­ca­to di con­te­ner­la più che al­tro con il drit­to, nel quarto ga­me s’è gua­da­gna­ta tre pal­le-break e al­la ter­za di que­ste ha in­ter­rot­to la stri­scia po­si­ti­va dell’av­ver­sa­ria. Pe­rò Mar­ti­na non è riu­sci­ta ad an­da­re oltre: la Swia­tek le ha su­bi­to re­sti­tui­to il break e dal 4-1 le è ba­sta­to po­chis­si­mo per pro­se­gui­re sen­za par­ti­co­la­re op­po­si­zio­ne da par­te del­la Tre­vi­san e chiu­de­re per 6-1.

STOP. Si è fer­ma­ta co­sì a quo­ta set­te la stri­scia vin­cen­te del­la Tre­vi­san. La to­sca­na a Pa­ri­gi ave­va mes­so in fi­la tre suc­ces­si nel­le qua­li­fi­ca­zio­ni (con­tro Vic­ke­ry, Mu­ham­mad e Shar­ma) e quat­tro nel ta­bel­lo­ne prin­ci­pa­le (con­tro Gior­gi, Gauff, Sak­ka­ri e Ber­tens). Que­st’ul­ti­ma, la Ber­tens, era sta­ta la pri­ma tac­ca sul­la rac­chet­ta del­la to­sca­na per aver su­pe­ra­to una Top Ten.

SAL­TO IN AL­TO. Con i quar­ti rag­giun­ti nel­lo Slam fran­ce­se, Mar­ti­na ha rea­liz­za­to uno stre­pi­to­so sal­to in al­to in clas­si­fi­ca: no­no­stan­te la scon­fit­ta di ie­ri, lu­ne­dì sa­rà nu­me­ro 83 WTA, ov­via­men­te nuo­vo “be­st ran­king”, mi­glio­ran­do­si di ben 76 po­si­zio­ni e ri­tro­van­do­si ad ap­pe­na 51 pun­ti da Ca­mi­la Gior­gi, at­tua­le nu­me­ro 1 ita­lia­na.

La Swia­tek, dal can­to suo, con l’ap­pro­do al­le se­mi­fi­na­li si è ga­ran­ti­ta di ar­ri­va­re al nu­me­ro 33, con una gua­da­gno di 21 po­sti in clas­si­fi­ca: ov­via­men­te an­che per lei si trat­te­rà del “be­st ran­king”.

Si è fer­ma­ta a set­te la straor­di­na­ria stri­scia vin­cen­te del­la to­sca­na

Da lu­ne­dì sa­rà n.83 al mon­do: si è mi­glio­ra­ta di ben 76 po­si­zio­ni!

 ?? AN­SA ?? La grin­ta di Mar­ti­na Tre­vi­san, 26 an­ni, nel mat­ch di ie­ri se­ra
AN­SA La grin­ta di Mar­ti­na Tre­vi­san, 26 an­ni, nel mat­ch di ie­ri se­ra
 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy