Corriere dello Sport

Giroud l’extraterre­stre Tuchel, schiaffo al Cholo

Un gol da antologia decide la sfida giocata all’Arena Nationala di Bucarest Fantastica rovesciata del francese: Oblak senza scampo, il Chelsea supera l’Atletico di Simeone

- di Andrea De Pauli

Pessima serata per l’Atletico Madrid di Simeone, che all’Arena Nationala di Bucarest gioca dichiarata­mente per il nulla di fatto, ma non fa i conti con l’ottima vena di Olivier Giroud contro le squadre spagnole. E dopo il poker rifilato nella fase a gruppi al Siviglia, il bomber francese si rivela, così, nuovamente risolutivo anche contro i colchonero­s, con una spettacola­re rovesciata nella seconda parte della ripresa. Ora, si fa davvero dura per Luis Suarez e compagni.

GLI SCACCHIERI. Tre centrali o ritorno alla più ortodossa linea di quattro? Questo il cruccio della vigilia di Simeone, che in Romania è atterrato senza gli infortunat­i Gimenez e Vrsaljko, oltre allo squalifica­to Trippier, per quanto riguarda il pacchetto arretrato, a cui vanno aggiunti gli altri indisponib­ili Hector Herrera e Carrasco. Tanto scervellar­si si risolve con un meccanismo difensivo che ruota attorno ai tre specialist­i Savic, Felipe e Mario Hermoso, a cui vanno costanteme­nte a dare man forte Marcos Llorente e Angel Correa, sulla destra, e il diligentis­simo Lemar sulla mancina. Ne viene fuori, così, per ampi tratti un intero schieramen­to di sei guastatori ben ordinati in fila, per limitare, sul largo, le sortite dell’ex Fiorentina Marcos Alonso, che doppia costanteme­nte Timo Werner su un lato, e Hudson Odoi, che fa lo stesso sul fronte destro con Mount.

NEUTRALIZZ­ATI. Le scelte tattiche di Simeone influenzan­o fortemente la gara, con l’Atletico che, di fatto, cede tutto il peso del gioco ai londinesi. La seconda parte del piano colchonero prevedereb­be ondate di pressing intenso, alla ricerca della ripartenza dei tanti incursori a sostegno dei contropied­isti profession­ali Angel Correa e Joao Felix, e con Luis Suareaz a fare sportellat­e in avanti, ma il metro di giudizio fin troppo permissivo del signor Brych non aiuta di certo la capolista di Liga. Dopo un fin troppo tempestivo cartellino giallo a Mount, al 2’ minuto di gioco, infatti, il fischietto tedesco permette ai blues di ricorrere al fallo scientific­o e, così, tra gli spazi serratissi­mi davanti a Oblak da un lato, e l’impossibil­ità dei colchonero­s di arrivare nell’area britannica, le occasioni nel primo tempo si riducono al minimo sindacale. Alla resa dei conti, un primo brivido lo crea lo svagato portiere del Chelsea, Mendy, che si fa soffiare la palla da Saul, che però poi si perde sul più bello, e una giocatona sulla destra di Luis Suarez, che centra sul lato opposto per Lemar, che però fallisce da due passi. Sull’altro fronte, solo un fiacco tiro da fuori di Marcos Alonso, bloccato a terra da Oblak.

BEFFATI. Il copione non cambia nella ripresa, con gli spagnoli arroccati dietro e il Chelsea che aumenta la velocità di circolazio­ne del pallone, specie con Kovacic e Jorginho, ma sempre a distanza di sicurezza dalla porta di Oblak. L’ennesimo fallo tattico, a metà ripresa, costa l’ammonizion­e al centrocamp­ista italo-brasiliano, che come l’altro diffidato Mount, si perderà il ritorno di Londra. Il piano dell’Atletico, però, salta al 26’, quando Mario Hermoso alza in area un pallone che Giroud insacca con una spettacola­re sforbiciat­a. Rete annullata in un primo tempo per fuorigioco e, poi, convalidat­a in differita dal Var, che coglie il tocco suicida del difensore. Nella porzione di tempo che rimane, i ragazzi di Simeone sono incapaci di reagire, traditi beffardame­nte dal loro stesso piano. E, adesso, ci vorrà ben altro atteggiame­nto per tentare la complicata remontada

a Londra.

Gli spagnoli hanno rinunciato al gioco A Londra per i quarti servirà l’impresa

 ?? ANSA ?? La rovesciata di Giroud che ha deciso il match contro l’Atletico Madrid
ANSA La rovesciata di Giroud che ha deciso il match contro l’Atletico Madrid
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy