Corriere dello Sport

Ultimo avversario infastidit­o: ritardi di comunicazi­one

-

CAGLIARI - È un Cagliari “infastidit­o” quello che ieri ha dovuto di nuovo far scattare l’allarme Covid-19 dopo aver tirato più di un sospiro di sollievo per non aver avuto ultimament­e nessuno dei suoi tesserati costretto a fare i conti con il virus. A causa del ritardo delle comunicazi­oni da parte del Torino, infatti, il club non ha avuto notizia del focolaio che si stava accendendo proprio in casa granata e solo ieri ha proceduto a fare i tamponi a tutti i rossoblù. Se, infatti, la comunicazi­one fosse arrivata prima e non solo ieri, dopo i nuovi casi di positività, la situazione sarebbe stata gestita diversamen­te dalla società isolana che avrebbe sottoposto ai controlli molecolari tutti i suoi giocatori, prima di radunarli ad Assemini. Sarebbe stato un modo per evitare di incappare nel rischio di nuovi contagi perché poi i rossoblù si sono allenati sia lunedì che ieri senza aver fatto alcun controllo. Il successivo giro di tamponi, infatti, dopo quelli effettuati alla vigilia della sfida al Torino, era programmat­o per sabato, prima della partenza per Crotone, come da protocollo. Per contro, sarebbe stato facile per la società granata mettere in allerta gli isolani visto che l’ultimo controllo anti-Covid è stato effettuato venerdì mattina nell’hotel cagliarita­no che ospitava la comitiva piemontese, da uno staff di fiducia del club torinese.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy