Corriere dello Sport

Palabiyik, facile Braccio di Ibañez non c’è rigore

- ©RIPRODUZIO­NE RISERVATA

Partita tutta in discesa per Ali Palabiyik, arbitro turco, ex insegnate, i sui inizi sono legati ad una particolar­ità: giocava a calcio, faceva il portiere nel Incirlispo­r, a 17 anni ha smesso, ha fatto il corso arbitri con l’amico (e ora assistente della SuperLiga, la A turca) Soner Maras e la prima partita l’ha diretta... all’Incirlispo­r. Appena 14 falli fischiati e 2 soli ammoniti (Darboe e Lode), tanto per far capire che tipo di gara sia stata. Non c’è rigore a tempo scaduto per il braccio di Ibañez, regolare il primo gol del Bodo Glimt così come il 2 a 1 di Carles Perez.

NO RIGORE

Con il recupero già iniziato, pallone toccato da Konradsen verso il centro dell’area della Roma, davanti a lui Ibañez ha il braccio sinistro lungo il corpo, attaccato, nessun dubbio: non è calcio di rigore, vede bene Palabiyik.

REGOLARE

E’ regolare la rete realizzata da Botheim che ha sbloccato la partita: è lui che serve il pallone a Brunstad Fet, a quel punto in linea con Ibañez ma soprattutt­o dietro la linea formata da Reynolds. Buona anche la rete realizzata da Carles Perez: al momento del lancio lungo di Diawara, è davanti a tutti i difendenti avversari tranne Sampsted che lo tiene in gioco. Ottimo colpo d’occhio dei due assistenti (in Conference non c’è VAR).

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy