Corriere dello Sport

Dionisi spiega Berardi e osa «Proviamoci»

- Di Massimo Boccucci

Berardi alla fine si guarderà la partita in tv. Pochi allenament­i nelle gambe, questioni familiari e le lusinghe della Vecchia Signora in qualche maniera avevano distolto l’impegno dell’azzurro dalle questioni di campo. Ora che tutto sembra ricomporsi, Berardi sembra avviato verso il ritorno in campo, ma non subito. Dionisi ha spiegato la rinuncia: «Domenico si è allenato con la squadra ma, vista la condizione, abbiamo valutato di non portarlo. Sarà sicurament­e disponibil­e per la prossima col Verona». Il Napoli dopo l’Atalanta, l’avvio con le big non scompone il tecnico neroverde: «Bello e stimolante dopo una partita fatta bene in cui non abbiamo ottenuto niente dal risultato ma dalla prestazion­e sì. Di solito chi vince il campionato è il primo favorito per l'annata successiva, sulla carta siamo sfavoriti e vogliamo stravolger­e la carta». Cosa attendersi? «Credo che il Napoli, come tutti, debba giocare per trovare la condizione e le linee di passaggio. Ha cambiato poco e la forza si è già vista nella prima partita. Noi dovremo difendere da squadra e prenderci delle responsabi­lità per giocare: bisogna andare lì a fare la partita e non solo a difenderci, cosa che peraltro non sapremmo fare».

LE SOLUZIONI. Dionisi fa il bollettino: «Rientra Tressoldi, ci saranno Racic e Pedersen. Veniamo da una buona prestazion­e, specie nel primo tempo e fino a quando ha retto la condizione fisica. Recuperand­o qualcuno, aggiungo anche Ferrari che è dentro al 100 per cento, abbiamo delle soluzioni anche a partita in corso». La priorità è avere l’atteggiame­nto giusto: «Dobbiamo presentarc­i con la mente libera ed essere più prestativi che con l'Atalanta, l’obiettivo è riconoscer­ci e fare risultato».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy