Corriere dello Sport

«Sono tornato per vincere»

- | g.c.

MILANO - Un’ufficialit­à dopo l’altra e l’avvicendam­ento in attacco è compiuto. Nel giro di poche ore il Marsiglia ha annunciato l’arrivo di Correa e l’Inter ha tolto i veli all’approdo di Sanchez, sigillando i discorsi per quanto riguarda il reparto offensivo. Per Cagliari però gli attaccanti a disposizio­ne saranno ancora tre (Lautaro, Thuram e Arnautovic), visto che il cileno non partirà con la squadra: continuerà il suo programma personaliz­zato per mettersi quanto prima al passo con i compagni, dopo essersi allenato da solo nelle ultime settimane. Serve ancora un altro scatto per raggiunger­e una condizione all’altezza, in grado di reggere il passo gara. Il debutto con la maglia numero 70 dovrà aspettare e intanto con l’Inter ha firmato un contratto annuale da 2,8 milioni più bonus. «Mi sento più maturo rispetto all’ultima esperienza qui - ha chiarito il cileno classe 1988 - Però voglio migliorare ancora e vincere assieme alla squadra. Porto qui la mia mentalità, ossia quella di fare sempre di più, a partire dai gol e dai successi». Dopo essersi svincolato dal Marsiglia il suo nome aveva cominciato a circolare da fine luglio e l’Inter era sempre stata la priorità per tornare a giocare ad alti livelli. «Nella mia carriera ho sempre ambito a giocare in squadre forti - ha aggiunto il nuovo rinforzo offensivo - Spero che con i miei compagni arriveremo a un’altra finale di Champions. In attacco porterò la mia rapidità, la capacità di muovermi nello spazio e punto a integrarmi al meglio con chi è arrivato qui prima di me. Gli altri sono più goleador di me, non vedo l’ora di conoscerli sul campo».

Il cileno: «Sono più maturo rispetto all’ultima esperienza qui»

CAMBIO IN CORSA. In attacco domani sera a Cagliari, Simone Inzaghi dovrebbe seguire il copione già osservato contro il Monza, con Lautaro e Thuram dall’inizio più la variabile Arnautovic da spendere a partita in corso, anche in base all’andamento del match. Dopo la doppietta del capitano argentino contro i brianzoli, il tecnico si aspetta che quanto prima anche il francese e l’austriaco riescano a sbloccarsi per avere più peso offensivo fin da subito. Quanto al Niño Sanchez, sarà una corsa contro il tempo per giocare uno spezzone (prima della sosta) domenica prossima a San Siro contro la Fiorentina. Il cileno deve accelerare, visto che è stato anche convocato dalla sua Nazionale per le prossime gare di qualificaz­ione ai Mondiali, in programma a settembre contro Uruguay e Colombia.

 ?? ?? Alexis Sanchez, 34 anni
Alexis Sanchez, 34 anni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy