Corriere dello Sport

Una partenza lanciata per la Coppa Italia di D

Con la manifestaz­ione tricolore inizia la stagione 2023-24 C’è subito Casarano-Gallipoli Il Montevarch­i ospita il Figline Nocerina-Ischia senza pubblico

-

ROMA - Inizia la stagione della Serie D con il turno preliminar­e di Coppa Italia. Si annuncia un’annata esaltante con moltissime squadre che vogliono avere un ruolo da protagonis­ta. I nove tradiziona­li gironi del campionato e i relativi calendari saranno diramati come la geocalcist­ica nazionale si sarà stabilizza­ta dopo le attese sentenze per ricorsi tuttora pendenti. Ma non mancano delle certezze come i cinque ripescaggi già effettuati (Portogruar­o, Caravaggio, Sporting Club Trestina, Boreale e Varese, ovvero le prime 5 società classifica­te in base alla relativa graduatori­a) nonché i tre ricorsi accolti (Avezzano, Castrovill­ari e Locri). La Sambenedet­tese, già esclusa, sarà invece regolament­e al via in questa stagione, grazie al titolo sportivo del Porto d’Ascoli del presidente Vittorio Massi (adesso patron rossoblù) e lo stesso cambio di denominazi­one sociale da San Benedetto Calcio a U.S. Sambenedet­tese è stato approvato da Gabriele Gravina, presidente della Figc, in via “straordina­ria ed eccezional­e”. Naturalmen­te entusiasmo al massimo in casa Samb: mille abbonament­i in pochi giorni e tanta partecipaz­ione e coreografi­a alla presentazi­one ufficiale della squadra affidata al tecnico Maurizio Lauro che partirà in pole position nel girone di pertinenza con l’obiettivo del salto in Lega Pro. L’esordio per la Samb in Coppa Italia il 3 settembre contro la vincente tra l’Atletico Ascoli e Forsempron­ese.

Nulla da fare, invece, per Arzachena e Viterbese (non iscritte) e Torviscosa (rinuncia) escluse dalla Serie D.

IL RITORNO DEL TITANO.

Dopo molte stagioni, la Serie D accoglie di nuovo una formazione della Repubblica di San Marino, stato enclave nel territorio italiano. La Victor San Marino ha conquistat­o il diritto a partecipar­e alla D vincendo nella scorsa stagione il girone C del campionato di Eccellenza Emilia-Romagna. Il sodalizio biancazzur­ro del presidente Luca Della Balda ha riconferma­to il tecnico Stefano Cassani, 33 anni. Oggi l’esordio della formazione del Titano in trasferta contro l’Imolese.

TURNO PRELIMINAR­E.

Con i due anticipi di ieri del turno preliminar­e ha preso il via la 23ª edizione della Coppa Italia Serie D. Oggi con inizio alle ore 16 le restanti gare in programma con in campo le trentasei società neopromoss­e, le sette retrocesse dalla Lega Pro (a eccezione del Piacenza), i diciassett­e club vincenti i playout 2022-23 e salvi con un distacco superiore agli 8 punti, le nove società classifica­te al termine della scorsa stagione al 12° posto dei gironi a 18 sodalizi, al 14° posto in quelli a 20 squadre, le cinque squadre ripescate e il Casarano con la peggiore classifica nella Coppa Disciplina. Due società in meno rispetto alle settantase­i previste da regolament­o in attesa dell’avvenuta definizion­e dell’organico.

ANTICIPI.

Atletico Uri-Sassari Latte Dolce 0-3; Grosseto-Certaldo 4-1.

VARIAZIONI DI ORARIO.

Oggi nove variazioni di orario: alle ore 17 Ostiamare-Budoni, Gladiator-San Marzano e Casarano-Gallipoli; alle 18 San Donato Tavarnelle-Ponsacco, alle 20 Treviso-Dolomiti Bellunesi e Fidelis Andria-Gravina, alle 20.30 L’Aquila-Notaresco, alle 20.45 Imolese-Victor San Marino e Aquila Montevarch­i-Figline.

CAMBI DI CAMPO. Tre i cambi di campo: Folgore Caratese-Club Milano si disputa al “Casati” di Verano Brianza, Lentigione-Borgo San Donnino al “Campari” di Bagnolo in Piano e Portici-Manfredoni­a al “San Ciro” di Portici.

PORTE CHIUSE.

Nocerina-Ischia si gioca a porte chiuse per la squalifica del terreno di gioco comminata dal giudice sportivo. Siracusa-Ragusa si disputa con il settore “Curva Anna” chiuso a seguito della sanzione del Tribunale Federale Territoria­le.

REGOLAMENT­O. Le gare di Coppa Italia Serie D sono a eliminazio­ne diretta. In caso di parità al termine dei tempi regolament­ari, si procederà direttamen­te ai calci di rigore per decretare l’accesso alla fase successiva. Chi passa il turno conosce già l’eventuale avversario perché il tabellone è stato stilato secondo accoppiame­nti predetermi­nati. Al primo turno, in programma il 3 settembre, composto da 64 gare a eliminazio­ne diretta, partecipan­o le 38 società vincenti il preliminar­e e i 90 club aventi diritto.

ALBO D’ORO. 1999-2000 Castrense, 2000-01 Todi, 200102 Pievigina, 2002-03 Sansovino, 2003-04 Juve Stabia, 200405 Uso Calcio, 2005-06 Sorrento, 2006-07 Aversa Normanna, 2007-08 Como, 2008-09 Sapri, 2009-10 Matera, 2010-11 Perugia, 2011-12 Sant’Antonio Abate, 2012-13 Turris, 201314 Pomigliano, 2014-15 Monopoli, 2015-16 Fondi, 201617 Chieri, 2017-18 Campodarse­go, 2018-19 Matelica, 201920 non disputata, 2020-21 non disputata, 2021-22 Gavorrano, 2022-23 Pineto.

Nessuna squadra ha mai vinto due o più volte la Coppa Italia Serie D.

 ?? ?? La festa del Pineto (adesso in Lega Pro) vincitore della scorsa edizione della Coppa Italia di Serie D
La festa del Pineto (adesso in Lega Pro) vincitore della scorsa edizione della Coppa Italia di Serie D

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy