Corriere dello Sport

Per Max festa in casa «Bellissimo il GP qui»

«Qualifiche molto complicate: asfalto scivoloso e bisognava anche stare fuori dai guai»

- Di Stefano Ferrari

Una nuvola arancione avvolge il sorriso di Max Verstappen, sempre più padrone della stagione, sempre più nella storia, anzi, a un passo da un record che sarà difficilme­nte eguagliabi­le. Per l’ottava volta in stagione, la terza consecutiv­a in tre anni sul circuito casalingo di Zandvoort, il pilota olandese ha conquistat­o la pole position, dove Max è arrivato dopo avere vinto otto Gp consecutiv­i, un dato che gli consente attualment­e di essere in testa a questa speciale graduatori­a.

Max è in buona compagnia, dato che anche Sebastian Vettel nel 2013, ed Alberto Ascari, fra il 1952 e il 1953 riuscirono nella stessa impresa ma oggi, qualora dovesse vincere, il campione del mondo in carica supererebb­e tutti, toccando quota nove: «Sono state comunque qualifiche molto complicate - ha detto Verstappen - Siamo partiti con le intermedie, ma l’asfalto nuovo era veramente scivoloso. Bisognava mettere insieme il giro, ma anche stare fuori dai guai. Alla fine siamo riusciti a gestire tutto bene. Nel Q3 abbiamo potuto mettere le gomme da asciutto ed effettivam­ente c’e

ra la traiettori­a da asciutto, è stata una scelta azzeccata. Abbiamo corso qualche rischio, ma alla fine l’ultimo giro è stato piacevole. Intermedie all’inizio del Q3? Qui è la prima volta che abbiamo queste condizioni e abbiamo sottostima­to la velocità con cui si è asciugata la pista, ma quell’errore non ci è costato nulla alla fine. Riuscire a dare il massimo davanti a questa gente è sempre bellissimo e spero di fare altrettant­o in gara».

Gli attuali 314 punti in classifica, il terzo titolo ad un passo, i 45 Gp vinti ad appena 25 anni, stanno relegando anche i grandi campioni nelle retrovie. È il caso del suo “ex sfidante” Lewis Hamilton, ieri addirittur­a fuori in Q2 con la sua Mercedes. Partirà tredicesim­o: «Non ho commesso errori, ho cercato di spingere per fare il miglior tempo, ma ho dovuto fare due giri consecutiv­i veloci e mi si sono consumate le gomme - ha detto il sette volte iridato - La macchina non è più stata la stessa dopo le PL1, non siamo più riusciti a trovare le stesse sensazioni che avevamo, non sentivo più la macchina. In vista della gaar non possiamo cambiare più di tanto, speriamo di rimontare qualche posizione e darò il massimo», ha chiuso Hamilton.

Che si appresta, almeno sulla carta, ad assistere suo malgrado ad un altro bagno di folla tutto arancione.

 ?? ??
 ?? ANSA ?? Max Verstappen, 25 anni
ANSA Max Verstappen, 25 anni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy