Corriere dello Sport

Arriva Diakité l’incursore per blindare Corini

Troppi gol subiti dal Palermo. Ecco la cura Il difensore franco-maliano rilevato dalla Ternana sa anche attaccare. Ma Rinaudo insiste per Caso

- Di Antonio La Rosa PALERMO

Per rendere in un certo modo bisogna usare la testa. E il Palermo lo sta facendo molto bene. Quello realizzato sabato da Segre contro il Modena, a proposito, è il 12º gol dei rosanero in questo campionato. Si tratta di un primato. In Europa, prendendo in esame le prime due divisioni dei maggiori tornei, nessuno ha fatto meglio della compagine di Corini con questa modalità. Tredici reti contando anche l’acuto di Soleri in Coppa Italia contro il Cagliari, 12 invece in campionato come il Getafe. Un gol in più di Caen, Cardiff e Bayern Monaco, due rispetto a Norwich, Arsenal e Auxerre. Lo specialist­a è Segre autore di 4 gol, in vetta a questa speciale classifica di cui, a quota 1, fanno parte anche Aurelio, Brunori, Coulibaly, Graves, Lucioni, Nedelcearu, Soleri e Stulac. Per completare il quadro relativo ai gol di testa va detto che in questa B sono 5 le reti subite finora dal Palermo, 6 contando anche la Coppa Italia. Non sono tantissime ma quello relativo alla vulnerabil­ità della squadra sul gioco aereo è comunque un dato di fatto. Una situazione, anche

se il saldo da questo punto di vista è positivo, sulla quale Corini deve continuare a lavorare. Ciò che succede con i gol di testa riflette, in generale, l’indole di questo Palermo. Una squadra che segna tanto ma che, nello stesso tempo, fatica a mantenere la porta inviolata.

VOLTO NUOVO. Lasciare il segno con i gol di testa, in ogni caso, è un pregio e il difensore Salim Diakité (23), che con la maglia della Ternana ha realizzato di testa (contro lo Spezia) uno dei tre gol siglati finora in questo torneo, potrà valorizzar­e ancora di più questa specificit­à. Il francese, impiegabil­e come terzino destro e come centrale, è abile anche nel gioco aereo. A breve sarà un nuovo giocatore del Palermo. Ieri ha iniziato le visite mediche e nelle prossime ore sarà in città per la firma del contratto. E dopo Diakité? I dirigenti vedranno se e come sfruttare lo slot Over lasciato libero da Mateju, già passato allo La Spezia. Puntellare ulteriorme­nte il reparto arretrato (col 28enne terzino destro Lorenzo Venuti del Lecce) rimane un’opzione ma, se ci sarà un altro movimento in entrata, è più probabile un intervento sul ruolo dell’esterno d’attacco. Giuseppe Caso (25) del Frosinone non è sparito dai radar. Il giocatore, tuttavia, vuole restare in A. E a proposito di fronte offensivo, Edoardo Soleri (26) a meno di clamorose novità non andrà via. Motivo per cui la trattativa per Thomas Henry (29) del Verona è congelata.

VERSO CATANZARO. La squadra, intanto, ha proseguito ieri mattina a Torretta la preparazio­ne in vista della gara di venerdì sera a Catanzaro. Nel giro di mezz’ora, i tifosi rosanero hanno polverizza­to ieri i 750 biglietti messi a disposizio­ne dalla società calabrese.

 ?? ?? Il difensore Salim Diakité 23 anni, arriva dalla Ternana
Il difensore Salim Diakité 23 anni, arriva dalla Ternana

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy