Corriere dello Sport

Puscas, un patto per il Bari «Lascio la A per tornarci»

A 8 anni di distanza dalla prima volta, convinto dal ds Polito l’attaccante rumeno è giunto in Puglia dal Genoa motivatiss­imo «Giocherò in una grande società e in una squadra fortissima. Possiamo migliorare lavorando sodo»

- Di Antonio Guido BARI

George Puscas, lasciato il Genoa in A cosa vuole, soprattutt­o, adesso?

«Sono arrivato in una squadra che ha potenziale e sa cosa vuole. Sono sempre stato legato al Bari fin dalla mia prima esperienza da giovane dopo l'Inter. Torno con grandi emozioni e aspettativ­e, pronto a dare tutto».

Il Bari e la Nazionale: cosa sogna?

«In un club così si sogna sempre in grande. Dobbiamo lavorare tanto ed essere ancora più squadra per arrivare in A. E quando andrò in Nazione sarò pronto. Ora voglio dare il massimo per il Bari».

Prestito secco con l’accordo sulla parola di risentirsi a fine stagione. Formula giusta?

«Sono venuto a Bari con grandi motivazion­i perché ho voglia di affermarmi. Non mi interessa la formula. Sono in un grande club, l'importante è fare bene e giocare, che siano 3 mesi o 5 anni. Punto al massimo. Poi si vedrà. Se si fa bene le trattative arrivano sempre a termine, soprattutt­o se si raggiungon­o i traguardi».

Mai arrivato in doppia cifra perché?

«Ogni giocatore ha il suo percorso. Deve trovarsi bene dove gioca. Sul numero dei gol bisogna guardare cosa è successo nella stagione, ci sono tanti fattori che influiscon­o. Infortuni, partite giocate, compagni. Mi piacerebbe fare anche 10 assist più che puntare solo alla doppia cifra. Conta soprattutt­o il traguardo della squadra. In ogni club ho sempre raggiunto i playoff aiutando i compagni a puntare in alto. E anche i gol sono sempre arrivati».

Come è andata la trattativa con il direttore Polito?

«Polito mi aveva cercato in estate. Ma volevo giocare le mie carte col Genoa in A. Non avendo trovato tanto spazio, Bari era la prima opzione. Il direttore mi ha fatto capire che mi voleva tanto e che se fossi arrivato avrei potuto dare di più».

Che Puscas torna ?

«Non sono tornato a caso. Il primo anno abbiamo perso i playoff ai supplement­ari, una gara incredibil­e. Voglio riprovarci a fare quel salto di qualità. Otto anni fa ero un bambino, i tifosi mi accolsero bene. Oggi sono più maturo e ho più esperienza».

Ha ritrovato Di Cesare un ragazzino di 40 anni.

«Mi ha mandato tanti messaggi, voleva convincerm­i. Sentirlo mi ha fatto piacere. Ma non avevo bisogno di conferme avevo già fatto la mia scelta».

Che idea si è fatto del Bari ? «Ho visto tutte le partite del Bari. Dobbiamo migliorare nel chiudere la partita, continuare ad attaccare e non andare indietro. Ad Ascoli, dovevamo portarla a casa. In B quando sei sul 2-0 devi vincere. Ma ora bisogna guardare avanti. Domenica è stata una piccola sconfitta, ma ora pensiamo alla prossima».

Puscas perfetto per il 4-3-3 di Marino?

«Ho giocato tante volte nel 4-33. Provo a stare vicino ai compagni, a crearmi spazio. Negli allenament­i sta andando bene. Devo ancora vedere come mettermi di più a disposizio­ne».

Puscas piu Sibilli, Nasti, Kallon e Menez : un attacco a cinque stelle quello del Bari?

«Le potenziali­tà della squadra sono tante. Menez è un grande calciatore, con Sibilli ho già giocato. Dobbiamo trovare il modo di far bene insieme. Più amici più compatti diventerem­o davvero forti».

«Playoff possibili Ma le gare come ad Ascoli vanno vinte Guardiamo avanti»

«Nasti, Kallon, Menez, Sibilli: la concorrenz­a sarà uno stimolo in più»

 ?? ??
 ?? ?? Puscas, nazionale rumeno in prestito al Bari dal Genoa
Puscas, nazionale rumeno in prestito al Bari dal Genoa
 ?? ?? George Puscas 27 anni
George Puscas 27 anni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy