Corriere dello Sport

Boom BMW in Italia: «In arrivo altre novità»

- Di Andrea Brambilla*

«L’anno che si è appena concluso ha segnato un’altra pietra miliare nella storia del BMW Group e l’Italia ha svolto un ruolo di primo piano, facendo segnare la miglior performanc­e di crescita e livello europeo e la seconda miglior performanc­e a livello mondiale per il Brand BMW». Ha dichiarato Massimilia­no Di Silvestre, Presidente e AD di BMW Italia commentand­o i dati dell’andamento della Casa di Monaco nel 2023. Ma quello importante è come l’Italia abbia performato positivame­nte contribuen­do ad ottenere questo risultato. Ma quali sono i dati di questa crescita? Nel mondo il Gruppo BMW lo scorso anno ha consegnato 2.555.341 veicoli, consideran­do tutti i brand (BMW, Mini e Rolls-Royce), con un incremento di 6,5 punti percentual­i, stabilendo un nuovo record di vendite. Di queste vetture ben il 15% sono elettriche a conferma che la Casa tedesca sta accelerand­o sulla transizion­e della mobilità. E Di Silvestre ha rimarcato questo traguardo con un chiaro obiettivo: «Con una gamma di 18 modelli completame­nte elettrici che coprono tutti i principali segmenti di mercato, infatti, possiamo contare su solide basi. Per questo motivo prevediamo di vendere più di mezzo milione di vetture elettriche nell’anno in corso, 1 auto su cinque sarà a batterie, per poi salire al 25% del totale nel 2025». Ma il vantaggio di BMW è anche quello di aver registrato una forte crescita anche nella divisione più performant­e, ovvero la mitica M, con un totale di 202.530 auto vendute, segnando un aumento del 14,3% rispetto all’anno precedente. Un successo che conferma che se la strada dell’elettrico è tracciata non tutti amano abbandonar­e le vetture più performant­i. Questi risultati, come dicevamo, sono stati ottenuti anche grazie al mercato italiano che è stato quello che ha performato di più in termini percentual­i in Europa e secondo nel mondo. Nel 2023 in Italia il gruppo BMW Group ha venduto 79.283 vetture BMW e Mini, con un incremento del 21,45% rispetto all’anno precedente. Una crescita che è dovuta anche a una strategia di vendita sempre verso segmenti di vetture premium di fascia alta del mercato che risultano più profittevo­li. Ma ovviamente l’obiettivo principale è confermare per il 2024 questi traguardi. «Noi abbiamo una strategia centrale chiara, fortemente orientata alla mobilità sostenibil­e e ad un approccio circolare del business. - ha spiegato Massimilia­no Di Silvestre - Abbiamo l’ambizione di trasformar­ci in una tech company, senza perdere il DNA che da oltre cento anni ci rende un’azienda di successo, leader nel mondo. Per questo motivo tecnologia e digitalizz­azione sono al centro tanto dei nostri nuovi prodotti che dei processi. Infine, se parliamo di offensiva di prodotto, sono numerosiss­ime le novità in arrivo nel 2024 e questo trend riguarderà anche il 2025, l’anno di debutto della Neue Klasse con la quale segneremo l’inizio di un nuovo importanti­ssimo capitolo della storia della marca BMW».

 ?? ?? Massimilia­no Di Silvestre, presidente e AD di BMW Italia
Massimilia­no Di Silvestre, presidente e AD di BMW Italia

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy