Corriere dello Sport

Weah esterno, Chiesa in attacco

- f.bon.

- Vlahovic, Locatelli, Bremer: un punto fermo per reparto per ovviare all’emergenza. Massimilia­no Allegri punta sulle certezze per la super sfida con il Napoli che servirà alla Juve per fare un altro passo verso la Champions League. Servono i leader, servono i punti e servono i gol. Per trovare questi ultimi, il tecnico si affida al suo bomber: Dusan è il migliore d’Europa nel 2024 con 9 reti nelle sette partite giocate da gennaio a oggi, una ogni 68 minuti. Nessuno è stato capace di tanto in giro per il continente: l’unico ad avvicinars­i è stato Lautaro Martinez, con 8 centri in altrettant­e partite, mentre i fenomeni sono attardati: Haaland e Mbappé sono a quota 3 in sei match, Kane a 6 in 9 partite. Tutto su Vlahovic, insomma, che dovrebbe avere accanto Chiesa, recuperato dal problema alla caviglia destra patito in settimana e in vantaggio nel ballottagg­io con Yildiz. «Federico ha fatto un giorno di allenament­o differenzi­ato ed è a disposizio­ne» spiega il tecnico. Segno che il fastidio è stato superato e c’è la concreta possibilit­à che l’attaccante azzurro possa partire titolare e provare ad interrompe­re il digiuno di gol che dura da 47 giorni.

IN MEZZO. I problemi sono concentrat­i a centrocamp­o, dove mancherann­o Rabiot e McKennie, anche se il sereno potrebbe tornare presto. «McKennie farà di tutto per esserci la prossima settimana con l’Atalanta, quando torneranno Kean e Perin, mentre per Rabiot vedremo» riassume Max. Per l’immediato bisognerà fare di necessità virtù. Locatelli sarà ancora al timone, con al fianco Alcaraz, alla prima da titolare da quando è in Italia, e verosimilm­ente Cambiaso. L’ex genoano appare avanti nel ballottagg­io con Miretti e la sua scelta comportere­bbe la presenza sulla fascia destra di Weah, con Kostic a sinistra. Miretti potrebbe essere la soluzione, invece, se Allegri preferisse opporre Cambiaso a Kvaratskhe­lia. Non si vedrà, almeno dal via, Danilo in mediana: il capitano torna a disposizio­ne a due settimane dall’infortunio alla caviglia di Verona, ma inizierà in panchina perché, dice Allegri, «è meglio non rischiare». Il brasiliano potrà comunque tornare utile a centrocamp­o, dove è già stato impiegato in situazioni d’emergenza simili davanti alla difesa, a gara in corso o nelle prossime partite, così come naturalmen­te nel terzetto arretrato. Al “Maradona” toccherà ancora a Gatti-Bremer-Rugani.

Fede con Vlahovic: l’azzurro sta bene Cambiaso in mezzo con Loca-Alcaraz

 ?? LAPRESSE ?? Timothy Weah
LAPRESSE Timothy Weah

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy