Corriere dello Sport

Febbre derby Il Cosenza carica Tutino

I silani hanno preparato in silenzio la partita più attesa: la squadra freme Caserta pronto a giocarsela per avvicinare il perimetro playoff In 18 mila al San Vito-Marulla

- Di Franco Segreto COSENZA

Cosenza blindato con allenament­i a porte chiuse sin dal rientro da Parma. Bocche cucite alla vigilia. Così ha deciso la società in vista del derby con il Catanzaro per isolare squadra e tecnico. Caserta si era pronunciat­o solo nel dopo Parma. «So che fino all’inizio del derby saranno giorni delicati. E' da tempo che si parla solo di questa partita. Sarà una bella gara e un esame per il Cosenza». Intanto in città sale l’attesa per la sfida contro la formazione di Vivarini. Si va verso il tutto esaurito al “S. Vito-Marulla”, con i biglietti già polverizza­ti nei primi giorni della settimana per la “Giornata rossoblù”. Sorpresa per le tante coreografi­e. Corsa contro il tempo anche per la riapertura della parte superiore della Tribuna B, con altri 1.000 biglietti a disposizio­ne della tifoseria. Ieri pomeriggio secondo sopralluog­o della Commission­e di Vigilanza sui pubblici spettacoli che al fotofinish ha dato l’ok. Saranno oltre 18.000 ad assistere alla sfida contro il Catanzaro. Ottocento i tifosi ospiti in possesso della fidelity card. Stadio completame­nte disponibil­e. L’ultima vittoria interna del Cosenza con i gialloross­i risale al campionato di serie C, aprile 1985, quando i rossoblù si imposero per 1-0 con gol partita di Alberto Aita.

SCELTE. Tranne gli infortunat­i Martino, Cimino e Meroni, Caserta ha a disposizio­ne il resto della rosa. Assai probabile che il tecnico dia continuità alla squadra che tanto bene ha fatto a Parma. Conferma per la difesa, mentre alcuni ballottagg­i potrebbero interessar­e il centrocamp­o e il reparto avanzato. In mezzo al campo il primo dubbio riguarda Zuccon che ha saltato l’ultimo turno per un attacco influenzal­e, e il kosovaro Voca. In avanti ci sarà da scegliere tra Antonucci e Mazzocchi che a Parma è entrato nella parte finale della gara. Confermati­ssimo Tutino in attacco, bomber principe della squadra con 12 reti all’attivo e 8 legni centrati, così come Calò che agirà davanti alla difesa. Sarà lui a dettare tempi e ritmi di gioco. Un altro calciatore importante per il sistema di gioco di Caserta è Marras, elemento duttile che nella sua zona di competenza riesce a fare bene entrambe le fasi, giocando a piede invertito. Fin qua 4 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte per il Cosenza di fronte ai propri tifosi.

ORDINE PUBBLICO.

L’ordinanza del Comune prevede che dalle ore 12 e fino alle 20 di questa sera sarà istituito il divieto di transito veicolare e pedonale su tutto viale Magna Grecia. Divieto di sosta con rimozione su via degli Stadi. Indicato come percorso alternativ­o veicolare e pedonale solo via degli Stadi. Divieto di somministr­are e/o vendere bevande alcoliche all’interno dello stadio dalle ore 12 alle 19. Cancelli aperti dalle 13.30.

Ordine pubblico speciale per la gara Percorso obbligato per lo stadio

 ?? ?? Fabio Caserta 45 anni un colpo da playoff
Fabio Caserta 45 anni un colpo da playoff

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy