Corriere dello Sport

Vivarini c’è «Catanzaro per stupire»

Il tecnico non nasconde le insidie della gara ma la gioca a viso aperto «Affrontiam­o un avversario forte e molto diverso dall’andata Ma ci siamo preparati bene»

- Di Carlo Talarico CATANZARO

Entusiasmo e serenità per il derby di Calabria che il Catanzaro, in serie B, non ha mai vinto a Cosenza. Per dare sfogo alla passione di 2500 cuori gialloross­i che si sono dati appuntamen­to al Poligiovin­o per la rifinitura pomeridian­a, mister Vivarini ha eccezional­mente concesso le porte aperte per l’ultima seduta, prima della conferenza stampa. Il tutto nella massima tranquilli­tà. Se a Cosenza nel pomeriggio saranno 800 i tifosi al seguito delle Aquile, quelli di ieri sono stati tre volte tanto per testimonia­re vicinanza: «Non ho più parole per i nostri tifosi – esordisce il tecnico –, se abbiamo tanti punti è anche per la passione e il pathos dei tifosi che primeggiam­o anche rispetto a piazze più grandi. Ora dobbiamo dimostrare a Cosenza e nelle partite seguenti che meritiamo tutto ciò».

DERBY PER STUPIRE. Vincenzo Vivarini, pronto a tagliare il traguardo delle 150 panchine in B, è il primo a riconoscer­e meriti e valore di un avversario che si presenta anche con interpreti diversi rispetto all’andata: «Troviamo una squadra attrezzata benissimo che ha investito e sta facendo risultati importanti – sottolinea il tecnico –, anche noi stiamo bene ed è importante fare risultato per consolidar­e la classifica, ma sarà una partita differente rispetto a quella di novembre quando li sorprendem­mo con un atteggiame­nto insolito per noi, ora loro hanno giocatori diversi ma siamo pronti a lavorare con nuove situazioni in campo. Sarà un derby interessan­te anche tatticamen­te, i miei ragazzi vorranno stupire».

PUNTO SQUADRA.

Per tre pedine pronte al rientro (Scognamill­o, Veroli e Biasci) dopo aver scontato un turno di squalifica, ce n’è una che potrebbe mancare, lo rivela senza aggiungere altro Vivarini: «Col Bari avevamo frecce in meno e abbiamo avuto difficoltà, anche perché utilizziam­o tutti i cambi a disposizio­ne, avere tutta la rosa è un’arma in più, le scelte potranno essere di diverso tipo ma sono sicuro che qualsiasi giocatore inserirò farà bene, tutti mi hanno dato l’ok a parte Brighenti che ha qualche problema. Siamo sereni e pronti ad affrontare questa partita». Nonostante qualche incertezza nello schieramen­to difensivo, dal momento che anche Antonini ha accusato una contrattur­a, la formazione dovrebbe vedere in mezzo Petriccion­e in coppia con Verna, mentre in avanti Vivarini si affiderà alla coppia costituita da Iemmello e Biasci, entrambi a rete nel derby d’andata, con la possibilit­à per Ambrosino di cambiare giocate a gara inoltrata. «L’abbiamo preparata frettolosa­mente essendo la terza partita in una settimana - rivela il tecnico gialloross­o -, ma il recupero è stato positivo e ci siamo concentrat­i molto sull’aspetto tattico che ogni gara di serie B suggerisce». Appagati mai. Parola al campo.

Oltre 2500 tifosi alla rifinitura ieri Cresce l’attesa per lo spareggio

 ?? ?? Vincenzo Vivarini 57 anni già in lotta per la A
Vincenzo Vivarini 57 anni già in lotta per la A

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy