So­ci Ca­sen­ti­no festa col pae­se

Cin­que mi­nu­ti in mez­zo al campo pri­ma dei ca­ro­sel­li per aspet­ta­re il ri­sul­ta­to da Ras­si­na. “Gio­ia in­fi­ni­ta” Do­po ap­pe­na un an­no in Pri­ma ca­te­go­ria, ri­sa­le nel cam­pio­na­to di so­pra Il di­ri­gen­te Simone Cal­vel­li: “Ora vo­glia­mo brin­da­re con tut­to il pae­se”

Corriere di Arezzo - - Da Prima Pagina - Marco Ca­vi­ni

AREZ­ZO

La ri­sa­li­ta in Pro­mo­zio­ne era or­mai una for­ma­li­tà per il So­ci Ca­sen­ti­no che, da settimane, at­ten­de­va la ma­te­ma­ti­ca cer­tez­za del­la vit­to­ria del cam­pio­na­to di Pri­ma Ca­te­go­ria. 17 vit­to­rie in 27 ga­re, 10 pun­ti di van­tag­gio sul­la se­con­da, il mi­glior at­tac­co, la mi­glior di­fe­sa e il ca­po­can­no­nie­re del tor­neo (un sor­pren­den­te Ce­ra­mel­li cha ha già rag­giun­to i 22 goal): gli uo­mi­ni di mi­ster Oc­chio­li­ni so­no sta­ti pro­ta­go­ni­sti di un cam­mi­no trion­fa­le che ha tro­va­to il pro­prio co­ro­na­men­to do­me­ni­ca. Da­van­ti ad un bel pub­bli­co che si è ri­tro­va­to per in­ci­ta­re la pro­pria squa­dra, il So­ci Ca­sen­ti­no ave­va ne­ces­si­tà di una vit­to­ria con la Fon­te Bel Ver­de per ot­te­ne­re gli ul­ti­mi due pun­ti ne­ces­sa­ri per ar­chi­via­re il cam­pio­na­to. In­ve­ce i no­van­ta mi­nu­ti con i se­ne­si si so­no con­clu­si con un pa­reg­gio che non era suf­fi­cien­te per chiu­de­re la pratica, ma nel frat­tem­po è ar­ri­va­to il "favore" da par­te del­la Bib­bie­ne­se che ha fre­na­to i se­con­di del Ras­si­na e ha che ha co­sì re­so in­col­ma­bi­le il lo­ro di­stac­co dal­la ca­po­li­sta. A tre gior­na­te dal ter­mi­ne, in­fat­ti, il van­tag­gio del­la ca­po­li­sta è ri­ma­sto di die­ci pun­ti.

Ec­co co­sì ini­zia­re la festa per una meritata pro­mo­zio­ne che ri­por­ta il So­ci Ca­sen­ti­no in ca­te­go­rie più con­so­ne al­la sua più re­cen­te sto­ria: la so­cie­tà ave­va mi­li­ta­to tra Pro­mo­zio­ne e Ec­cel­len­za per tre­di­ci an­ni con­se­cu­ti­vi, pri­ma di vi­ve­re nel 2017 l'ama­rez­za del­la re­tro­ces­sio­ne in Pri­ma. Un'ama­rez­za che è du­ra­ta ben po­co, per­ché la di­ri­gen­za

è sta­ta ra­pi­da­men­te in gra­do di al­le­sti­re un or­ga­ni­co e uno staff tec­ni­co in gra­do di as­si­cu­ra­re una pron­ta ri­sa­li­ta. La scom­mes­sa ha ri­guar­da­to pro­prio la guida del­la squa­dra che è sta­ta af­fi­da­ta ad un al­le­na­to­re emer­gen­te co­me Oc­chio­li­ni che, re­du­ce dal­la pre­ce­den­te vit­to­ria del cam­pio­na­to re­gio­na­le Ju­nio­res con il Bib­bie­na, è sta­to in­ve­sti­to del com­pi­to di al­le­na­re una squa­dra rin­for­za­ta in ogni re­par­to e di ri­por­tar­la in al­to. "La vit­to­ria del cam­pio­na­to era di­ven­ta­ta una for­ma­li­tà - com­men­ta il di­ri­gen­te Simone Cal­vel­li, - e do­me­ni­ca ave­va­mo tut­to pron­to per fe­steg­gia­re, con tan­ti ti­fo­si che han­no af­fol­la­to le tri­bu­ne per fa­re il ti­fo per noi. Pur­trop­po non sia­mo riu­sci­ti ad ot­te­ne­re il suc­ces­so sul campo e ab­bia­mo do­vu­to aspet­ta­re al­tri cin­que mi­nu­ti per­ché fi­nis­se an­che la par­ti­ta del Ras­si­na che, per te­ne­re aper­to il cam­pio­na­to, do­ve­va so­lo vin­ce­re con la Bib­bie­ne­se: l'uf­fi­cia­li­tà del lo­ro pa­reg­gio ha da­to il via al­la no­stra festa".

La gio­ia si è ma­ni­fe­sta­ta pri­ma sul campo, poi si è spo­sta­ta nel­le vie di So­ci con ca­ro­sel­li e sfi­la­te, in­fi­ne ha fat­to tap­pa al ri­sto­ran­te La Bu­ca per una ce­na con gio­ca­to­ri, tec­ni­ci, di­ri­gen­ti e ti­fo­si. Ma non è fi­ni­ta qui: a fi­ne maggio è in pro­gram­ma una gran­de festa in piaz­za che coin­vol­ge­rà l'in­te­ro pae­se. "È un suc­ces­so at­te­so - ag­giun­ge Cal­vel­li, - che vo­glia­mo con­di­vi­de­re con tutti pri­ma di ini­zia­re a la­vo­ra­re per far­ci tro­va­re pron­ti per la pros­si­ma Pro­mo­zio­ne".

Ri­tor­no in Pro­mo­zio­ne Il So­ci Ca­sen­ti­no è tor­na­to in Pro­mo­zio­ne da do­ve era sce­so un an­no fa. Nel­la fo­to a si­ni­stra l’al­le­na­to­re Cer­ti­ni e il bom­ber Ce­ra­mel­li A de­stra la festa del So­ci do­me­ni­ca scor­sa

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.