Corriere di Bologna

Torosidis, Sadiq, Helander Si discute di formule e soldi Donadoni deve accontenta­rsi

- Di Claudio Beneforti © RIPRODUZIO­NE RISERVATA

C’è una certezza, quella che Vasilis Torosidis e Umar Sadiq vestiranno la maglia del Bologna dalla terza partita di campionato. Poi è vero che Claudio Fenucci e Walter Sabatini stanno ancora parlando, volendo trovare una soluzione che vada bene a tutte e due le società.

Ora come ora è sicuro che Torosidis arriverà a Bologna a titolo definitivo e sottoscriv­erà un contratto biennale mentre Sadiq sarà rilevato con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore del Bologna e di contro riscatto a favore della Roma. Certo, i numeri li conoscerem­o una volta che sarà stata trovata la quadratura del cerchio e di conseguenz­a saranno stati annunciati i due affari. Inutile nascondere che saranno molto indicativi soprattutt­o per Sadiq, e ci riferiamo a quelli del riscatto e del controrisc­atto, perché non vogliamo pensare che il Bologna di Joey Saputo sia entrato nell’ordine di idee di lavorare per gli altri per quanto riguarda la crescita dei giovani. Come sappiamo la Roma è una società quotata in borsa, il che significa che le due operazioni potranno diventare ufficiali nei tempi giusti.

Intanto anche ieri Riccardo Bigon e Filippo Fusco hanno parlato al telefono per portare avanti lo scambio sul quale stanno lavorando da giorni, e cioè Filip Helander che arriva a Casteldebo­le e Nicolò Cherubin che va a Verona. A meno di cambiament­i di intenti, le due operazioni saranno chiuse in prestito con diritto di riscatto. C’è di più: nel caso in cui Fusco riuscisse a trovare una sistemazio­ne a Romulo, al Verona potrebbe finire anche Luca Ceccarelli.

Lo abbiamo detto, Donadoni si sarebbe aspettato due giocatori già fatti per la difesa e l’attacco e di contro gli arriverann­o due giocatori ancora da fare, a questo punto bisognerà capire quello che sarà il comportame­nto della società da qui alla fine del mercato. In questo senso: il Bologna gli regalerà un altro attaccante o trequartis­ta, considerat­o che molto probabilme­nte Sadiq sarà convocato dalla Nigeria per andare a giocare la Coppa d’Africa? Di sicuro a Donadoni servirebbe come l’aria.

Chiudiamo con la vicenda Diawara. Manca ancora l’annuncio ufficiale da parte dei due club ma non ci sono gialli da raccontare, il punto è che Aurelio De Laurentiis deve ancora firmare (essendo in vacanza, in barca) i fogli del trasferime­nto che il Bologna gli ha spedito (già firmati) a Roma tra mercoledì e giovedì. Un’indiscrezi­one: più che legittimam­ente il Bologna ha chiesto al Napoli di non far allenare Diawara prima delle firme, ma lo ha fatto con grande garbo, non volendo rischiare che De Laurentiis possa indispetti­rsi e magari faccia anche saltare tutto.

Le firme per Diawara L’autografo di De Laurentiis per chiudere, poi il mediano potrà allenarsi a Napoli

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy