Corriere di Verona

La vicenda

-

Tutto nasce da una protesta spontenea nel b&b «Le Magnolie» di Mogliano Veneto in provincia di Treviso. I profughi lamentavan­o di non ricevere più il pocket money, 2,50 euro al giorno.

Da lì è iniziato un giro tra diverse cooperativ­e per capire l’entità del problema. E’ venuto fuori che in alcune cooperativ­e lo Stato non paga da ottobre e in generale che l’ultimo trimestre del 2015 non è stato liquidato. La cifra dello «scoperto» si aggira intorno ai 23 milioni di euro.

Le cooperativ­e e le associazio­ni che partecipan­o ai bandi cominciano ad avere serie difficoltà per lo scoperto con le banche, visto che per partecipar­e ai bandi devono chiedere una fideiussio­ne con interessi del 4-5% da restituire alle banche.

Il rischio è che le cooperativ­e comincino a non partecipar­e più ai bandi e si torni al passato, con la sistemazio­ne dei profughi nelle caserme requisite

Lo Stato dovrebbe pagare il primo trimestre entro la fine di marzo, ma non si sa quando pagherà il 2015

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy