Corriere di Verona

Chiede un’informazio­ne: calci e pugni sul bus Vittima un immigrato di colore. Condannata una coppia: «Aggression­e senza motivi»

- La. Ted.

«Hanno aggredito un soggetto di etnia africana senza alcuna ragione» ha sottolinea­to ieri il giudice Silvia Isidori in aula. Dalla violenza finalizzat­a alla resistenza a pubblico ufficiale fino all’oltraggio nei confronti delle forze dell’ordine, dalle lesioni ai danni di un agente rimasto ferito fino al danneggiam­ento aggravato, dall’interruzio­ne di pubblico servizio alle lesioni aggravate ai danni di un passeggero ghanese che viaggiava su un autobus Atv della linea 12 un sabato pomeriggio dello scorso ottobre. Era una sfilza di ipotesi di reato quella contestata dal pm Federica Ormanni quando venne arrestata in flagrante la coppia romena chiamata al banco degli imputati nel processo che si è chiuso all’ex Mastino. Sotto accusa c’erano Liudmila Zakhariia e il compagno Iobidze. Entrambi poco più che quarantenn­i, assistiti dall’avvocato Gianfranco Manuali, ieri sono stati entrambi condannati (a un anno e un mese la donna, a un ann0 e due mesi il compagno) dopo che si erano visti imporre il carcere a Montorio al termine dell’interrogat­orio di convalida davanti al giudice per le indagini preliminar­i Valeria Franciosi: entrambi si erano trincerati nel silenzio avvalendos­i della facoltà di non rispondere e ieri dopo la sentenza la donna è tornata libera, mentre l’uomo resta dentro.

A subire le conseguenz­e peggiori nel tentativo di sedare la lite in corso sul bus,era stato proprio un agente intervenut­o per separare i contendent­i, un coppia di fidanzati di nazionalit­à romene e un passeggero ghanese. Tutto era successo su un bus Atv, in transito per via Calderara, a Borgo Milano. All’origine del diverbio, probabilme­nte, una richiesta di informazio­ni alla donna: il suo compagno aveva reagito aggredendo l’africano che aveva rivolto quella domanda. La situazione era subito degenerata: quando erano venuti alle mani, l’autista aveva accostato il mezzo e aveva chiamato la questura. Sul posto erano intervenut­e le volanti. Uno degli agenti, salito sull’autobus, aveva tentato di porre fine al litigio: per tutta risposta era stato preso a testate.

 ??  ?? Su un mezzo pubblico La vittima viaggiava su un autobus Atv della linea 12 un sabato pomeriggio dello scorso ottobre
Su un mezzo pubblico La vittima viaggiava su un autobus Atv della linea 12 un sabato pomeriggio dello scorso ottobre

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy