Corriere di Verona

Orietta si autosospen­de. I rivali: si deve dimettere

Lo statuto: il segretario cittadino è incompatib­ile con la carica di sindaco

-

(l.a.) Saette e pugnali anche nelle primarie del Pd. Ieri è scoppiata una polemica interna legata allo Statuto del partito, che all’articolo 21 prevede che la carica di segretario cittadino è incompatib­ile con quella di sindaco. Orietta Salemi si è subito autosospes­a ma tra i suoi avversari, alcuni sostengono che occorrono le dimissioni. A favore di Salemi scende in campo Elisa La Paglia: «Ho ritirato la candidatur­a alle primarie – spiega – perché non è il momento dei personalis­mi: riconosco a Orietta il lavoro svolto per una candidatur­a unitaria di Trevisi e le chiedo che questa apertura rimanga un portone spalancato a coloro con cui abbiamo lavorato in questi anni. Intanto Vincenzo D’Arienzo afferma che «Gustavo Franchetto è un valore aggiunto rispetto al Pd», Gianni Dal Moro si schiera con Salemi, mentre Damiano Fermo regala un tocco di poesia spiegando che «un fiore non pensa di competere con il fiore accanto, sempliceme­nte fiorisce».

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy