Corriere di Verona

Tosi e i profughi a San Zeno: «Il prefetto garantisce, lì donne e bambini»

- E. P.

Raccolte firme, appelli al «buonsenso» e proteste. Il possibile arrivo di richiedent­i asilo a San Zeno, nelle scorse settimane, aveva rischiato di scatenare una vera e propria «crisi istituzion­ale». Da una parte il sindaco Flavio Tosi («Secondo noi i profughi lì non dovrebbero andarci»), dall’altra il prefetto Salvatore Mulas («Entreremo in punta di piedi, abbiamo l’obbligo giuridico dell’accoglienz­a»). Ma al termine del vertice di ieri mattina ai Palazzi Scaligeri lo «strappo» (se di strappo si vuole parlare) sembrava davvero ricucito. «Ci incontrere­mo ancora, ma il prefetto ha garantito che l’eventuale accoglienz­a riguarderà esclusivam­ente donne con bambini in età pre-scolare – ha detto Tosi -. Si tratta di uno scenario differente rispetto a quello prospettat­o in origine». Il prefetto, interpella­to lo scorso 28 febbraio dal Corriere di Verona, aveva garantito: «Daremo la precedenza a donne e bambini. Paradossal­mente la sicurezza aumenta perché vi saranno più passaggi delle pattuglie delle forze dell’ordine».

E dopo la riunione di ieri mattina, ha nuovamente confermato la volontà di ridurre al minimo i disagi, spiegando anche la genesi della scelta di convertire la struttura di via Pontida in un centro di accoglienz­a per richiedent­i asilo. «In origine

si era pensato di accorpare in quella struttura anche gli uffici della Commission­e per il riconoscim­ento della protezione internazio­nale – ha detto Mulas -. Ma nello stabile non era possibile trasferire anche il posto di polizia e garantire la sicurezza degli utenti così si è deciso di spostare lo sportello unico per l’immigrazio­ne da San Zeno alla sede centrale di via Santa Maria Antica». E proprio per consentire le operazioni di trasloco, da oggi a venerdì prossimo gli uffici dello Sportello unico per l’immigrazio­ne rimarranno chiusi.

Sulla data dell’arrivo dei primi profughi nei tre appartamen­ti che verranno ricavati nello stabile di via Pontida e che verranno seguiti dalla cooperativ­a San Francesco, invece, non c’è ancora certezza. Ma i lavori di ripristino dei locali, proseguono anche in questi giorni.

 ??  ?? Via Pontida Lo stabile della prefettura
Via Pontida Lo stabile della prefettura

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy